Nadia Battocletti: obiettivo Cinque Mulini

28 Gennaio 2022

Domenica tra i mulini di San Vittore Olona la nonesa campionessa europea di cross proverà ad interpretare un ruolo da protagonista nella 90ima edizione della classica prova milanese

 
Dopo il Campaccio, tocca alla Cinque Mulini: Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) sarà domenica tra le big al via della novantesima edizione della classicissima ed unica gara di San Vittore Olona.
Ed insieme alla tre volte campionessa europea della specialità (da junior nel 2018 e 2019, da U23 nel 2021) ci saranno altre tre vincitrici, nella rassegna continentale di Dublino, di una storica medaglia d’oro a squadre di categoria: Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino), Giovanna Selva (Sport Project Vco) e Michela Moretton (Atl. Ponzano). Ma la partecipazione italiana si preannuncia particolarmente qualificata, perché non mancheranno le azzurre del team assoluto come Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina), Martina Merlo (Aeronautica) e le gemelle Federica Zanne (Esercito) e Giulia Zanne (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), oltre a Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano).

In gara se la dovranno vedere con la slovena Klara Lukan, eterna rivale di Nadia Battocletti a livello giovanile, e con una pattuglia africana guidata dalla keniana Lucy Mawia Muli (Gs Lammari), sul podio nei cross spagnoli d’autunno con la vittoria di Soria per poi chiudere seconda ad Alcobendas. Nel recente Campaccio di San Giorgio su Legnano sono finite rispettivamente settima e ottava, quindi alle spalle dell’azzurra sesta al traguardo. Curiosità per l’iridata under 20 dei 3000 metri, la keniana Teresiah Muthoni Gateri che sarà alla partenza con la connazionale Zenah Jemutai Yego, argento in quell’occasione, e con la ruandese Clementine Mukandanga (Gs Orecchiella Garfagnana).

Al maschile è atteso l’intero terzetto di azzurri che ha partecipato alle Olimpiadi di Tokyo nei 3000 siepi con Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) insieme ai gemelli Ala Zoghlami (Fiamme Oro) e Osama Zoghlami (Aeronautica). Tanti pretendenti al successo tra cui spicca il nome dell’etiope Nibret Melak, vincitore della scorsa edizione. A contendergli il primo posto troverà l’altro etiope Tadese Worku, secondo due anni fa alla Cinque Mulini e campione mondiale U20 nei 3000, affiancato dagli ugandesi Oscar Chelimo (Atl. Casone Noceto) e Joel Ayeko. Giovani da seguire con attenzione anche qui, dal keniano Levy Kibet, bronzo iridato juniores dei 5000, agli eritrei Habtom Samuel e Merhawi Mebrahtu, terzo e quarto ai Mondiali under 20 sui 3000 metri.

TV - Prevista la diretta su RaiSport + HD dalle ore 13.10 alle 15.00 di domenica 30 gennaio.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate