Touria Samiri campionessa italiana di Corsa Campestre




 

Giornata da ricordare quella vissuta domenica 10 febbraio nella riserva naturale di Abbadia di Fiastra, in provincia di Macerata, dall’atletica leggera abruzzese, che può annoverare la prima campionessa italiana Assoluta di corsa campestre della storia. Protagonista neanche a sorpresa del grande risultato – dopo il probante terzo posto conseguito la settimana scorsa nella gara internazionale di cross della Cinque Mulini - è stata Touria Samiri, che ha vinto d’autorità la gara femminile di Km 8. La 25enne italo-marocchina di Gioia dei Marsi, tesserata con la Fanfulla Lodigiana Milano, ha controllato le sue principali avversarie per metà gara, per poi allungare insieme all’altra italo-marocchina Fatna Maraoui, che ha dato il via alle danze. Dopo la fuga, la Samiri ha effettuato la variazione di ritmo decisiva all’ultimo giro di gara, a 1.300 metri dalla fine, giungendo al traguardo a braccia alzate con il tempo finale di 26’21” alla media di 3’17” al Km. Preceduta di dieci secondi Silvia La Barbera (Forestale), in rimonta su Fatna Maraoui (Esercito), 26’40”, in debito d’energia dopo l’iniziativa della fuga. Quarta è arrivata Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) 26’41”. Per Touria Samiri si tratta del primo grande successo in carriera, visto che nelle categorie giovanili non poteva partecipare alle gare che assegnavano titoli italiani, in conseguenza del fatto di non essere ancora cittadina italiana. A caldo ha commentato la sua impresa: << Mi ero preparata bene, sentivo che poteva essere l’occasione giusta per vincere un titolo italiano. Ho atteso che qualcuna incrementasse il ritmo, per piazzare successivamente il mio spunto >>.

Con questa vittoria, la Samiri potrebbe aspirare alla convocazione in nazionale per i Campionati Mondiali di Cross, in programma il 24 marzo in Polonia, a Bydgoszcz.

La bella giornata dell’atletica abruzzese è stata completata da altri buoni risultati. Nella gara Allievi (16-17 anni) Km 5, vinta dall’italo-etiope Yemaneberhan Crippa (GS Valsugana Trento) in 14’10”,

il sulmonese Giulio Perpetuo (Serafini Sulmona) è arrivato sesto in 16’05”, dopo essere stato a lungo in lizza per il podio. Un cedimento finale gli ha impedito di lottare per una medaglia. Nella gara Juniores maschile di Km 8, vinta da Lorenzo Dini (Atletica Livorno) in 23’27”, positivo ottavo posto di Yassine Nazih (Bruni Pubblicità Vomano), che migliora il dodicesimo dell’anno scorso.

Nella gara Allieve Km 4, è arrivata nona Lucrezia Anzideo (Gran Sasso Teramo) in 14’10”.  

Altri abruzzesi. Km 10 Uomini: 53° Alessandro Brattoli (Farnese Pescara). Juniores Km 8: 20° Giovanni D’Angelo (Bruni Vomano). Allieve Km 4: 19^ Sara Schirinzi (U.S. Aterno Pescara), 51^ Sabrina Brouwers (U.S. Aterno Pescara). Km 10 Promesse: 31° Luca Di Muzio (Gran Sasso Teramo).

 

  



Condividi con
Seguici su: