Sport e Periferie 2022: l’avviso pubblico

26 Maggio 2022

Al via la selezione degli interventi da finanziare, ecco tutte le info

 

Sul sito del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato pubblicato l’Avviso pubblico per la selezione, con procedura a sportello, di interventi da finanziare nell’ambito del Fondo Sport e Periferie per l’anno 2022. Il fondo, che dispone di un finanziamento complessivo pari a € 50.000.000 eventualmente integrabili con ulteriori risorse, è rivolto esclusivamente a:

  • Comuni con popolazione dei residenti pari o inferiore a 50.000 abitanti;
  • Capoluoghi di provincia con popolazione dei residenti pari o inferiore a 20.000 abitanti;

È destinato a:

  • Realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi destinati all’attività agonistica o allo sviluppo della relativa cultura, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane;
  • Adeguamento e completamento di impianti sportivi rivolti all’attività agonistica connessa ad eventi e competizioni di rilevanza nazionale ed internazionale;
  • Diffusione di attrezzature sportive.

Le strutture territoriali della Federazione e le società affiliate potranno, ove necessario, affidarsi alla consulenza dell’Ufficio Impianti Sportivi Federale, che ritiene utile porre l’attenzione su alcuni punti fondamentali, di seguito elencati (si rimanda comunque alla lettura completa dell’Avviso). 

SOGLIE DI FINANZIAMENTO E COFINANZIAMENTO - L’Avviso prevede differenti contributi massimi concedibili in relazione alla fascia di popolazione residente nel Comune richiedente (vedi Art. 5, Tabella lettera C); le richieste di finanziamento devono essere accompagnate da un cofinanziamento dell’Ente beneficiario pari ad almeno il 15% del valore complessivo dell’opera.

MULTIDISCIPLINARITÀ DELL’INTERVENTO - I progetti proposti per il finanziamento devono riguardare impianti multidisciplinari, ovvero impianti nei quali si possano svolgere non meno di due differenti discipline sportive, con maggiorazione dei punteggi in relazione al numero delle discipline praticabili. Per quanto di nostro interesse, questo aspetto presuppone un differente approccio nella visione progettuale e gestionale dell’impianto di atletica leggera.

MODALITÀ DI REGISTRAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE - Avverrà secondo ordine cronologico di presentazione (ovvero inserimento delle richieste nella piattaforma indicata). È quindi fondamentale inserire le richieste quanto prima e quanto più particolareggiate possibile.

MOTIVI DI ESCLUSIONE - Oltre a quanto altro specificato nell’Avviso è importante anticipatamente verificare che il richiedente non sia beneficiario di finanziamenti a valere sui piani pluriennali o sui Bandi di Sport e Periferie 2018 e 2020.

INOLTRO DEI PROGETTI - Sempre tenendo presente l’importanza dell’ordine cronologico di inoltro delle domande nella piattaforma, la finestra temporale per l’invio delle richieste è dalle ore 12 del 16 giugno 2022 alle ore 12 del 14 ottobre 2022.

INFORMAZIONI DI CORREDO - Molta attenzione è raccomandata nella lettura della molteplice documentazione tecnica ed amministrativa che dovrà corredare le richieste (Art. 6 dell’Avviso).

VALUTAZIONE DEI PROGETTI - Avverrà secondo progressiva analisi dell’elenco che creato dal RUP di Sport e Periferie in base dell’ordine cronologico di ricezione, verrà trasmesso dallo stesso RUP alla Commissione che verrà appositamente nominata dal Dipartimento Sport.

RICHIESTA DI INTEGRAZIONE DOCUMENTALE - Molta attenzione dovrà essere posta a quanto al riguardo stabilito dall’Art. 10 dell’Avviso, in relazione ai tempi di re-inoltro dei documenti di integrazione che potranno eventualmente essere richiesti.

ELEGGIBILITÀ DELLE SPESE - All’Art. 12 dell’Avviso sono ben chiarite quali siano le voci di spesa ritenute ammissibili o meno da inserire/considerare all’interno del Quadro Economico.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate