Rieti seconda giornata: primato regionale per Anna Polinari

25 Giugno 2022

Nelle batterie dei 400 metri femminili primato regionale assoluto per Anna Polinari (Carabinieri). Titoli italiani per Elisa Maria Di Lazzaro, Sara Fantini e Paola Padovan.

 
Subito un record regionale assoluto nella seconda giornata (prima relativamente alle gare su pista) dei Campionati Italiani Assoluti. Lo realizza nella prima batteria dei 400 metri Anna Polinari (Carabinieri) che si piazza al 2° posto con il tempo di 52.62, preceduta da Alice Mangione (Esercito) con 52.56. La Polinari migliora il record di 52.69 di Maria Enrica Spacca, altra atleta dei Carabinieri, che realizzò a Nembro il 7/7/17. Per l'atleta dei Carabinieri è anche il primato personale, che migliora il 52.66 dello scorso anno, quando non era ancora nei Carabinieri.
Nella giornata di oggi, con gli attesi 100 metri maschili con 3 campioni olimpici in finale e con il successo di Marcell Jacobs (Fiamme Oro) con 10.12 (-0,9), sono arrivati anche 3 titoli italiani per gli atleti dei Carabinieri, con Elisa Maria Di Lazzaro nei 100hs, Sara Fantini nei martello e Paola Padovan nel giavellotto, oltre ai titoli italiani degli "emiliani" Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre) nei 100 metri e Andrea Dallavalle (Fiamme Gialle) nel triplo.
Elisa Maria Di Lazzaro ha vinto la finale dei 100 hs in 13.01 (0,0), suo 1° titolo assoluto outdoor, dopo avere corso in batteria in 13.39 (+0,6). In questa gara, 6° posto in finale per Giulia Guarriello (Atletica Guastalla Reggiolo) con 13.48, dopo il 13.46 (+0,6) corso nella batteria vinta dalla Di Lazzaro.
Per Sara Fantini 11° titolo italiano, in una serie di successi ininterrotta a partire dal 2017, fra invernali e estivi (quello di oggi è il 6° consecutivo). Dopo una serie di record italiani migliorati in pochi giorni, questa volta Sara Fantini si è dovuta accontentare di una misura di 71,57, oggi di routine, ma ancora fra le prime 3 misure in carriera fino al 2021. Poi altri 2 lanci oltre i 70 metri, con 70,67 e 70,08 al 4° e 6° turno, ma ormai il conteggio dei lanci oltre i 70 metri, che tenevamo aggiornato fino al 2021, è ormai un dato superato.
Se quelli di Di Lazzaro e soprattutto di Fantini erano titoli italiani attesi, è più soprendente quello vinto nel giavellotto da Paola Padovan. Presentatasi con l'ottava misura di accredito con 52,38, la Padovan nel 2018 aveva lanciato a 57,41, primato regionale della Emilia Romagna, misura non più avvicinata negli anni successivi. Nella gara di oggi, dopo il 48,96 al 2° turno e un sofferto ingresso nelle 8 atlete a effettuare i 3 lanci finali, riusciva a migliorarsi di 40 cm al 5° turno con 49,40, ma la posizione rimaneva un 7° posto. Il 6à turno il clamoroso sorpasso in classifica fino a vincere la gara con un lancio di 56,96 a 45 cm dal primato personale, con cui superava Sara Jemai (Esercito) che era al comando con 56,86 al 5° lancio e che replicava con 56,82 nell'ultimo, senza ribaltare la prima posizione della Padovan, al suo 1° titolo nazionale assoluto, dopo altri vinti nelle categorie giovanili.
E poi i secondi posti di altri 3 atleti dei Carabinieri: Vittoria Fontana nei 100, Tobia Bocchi e Ottavia Cestonaro nel triplo.
Vittoria Fontana si piazza al 2° posto nella finale dei 100 metri con il tempo di 11.34 (+0,4), a 1/100 dal suo miglior tempo regolare che è anche il primato regionale promesse; la vincitrice del titolo italiano è una atleta emiliana, Zaynab Dosso, che conferma la sua supremazia stagionale con 11.30 in finale, dopo avere corso in batteria in 11.27 (+1,5), che aveva dato adito a speranze di un possibile attacco al primato italiano di Manuela Levorato con 11.14 nel 2001.

In finale anche il 5° posto dcon il tempo di 11.53 di Anna Bongiorni (Carabinieri), campionessa uscente e che nella prima parte della gara aveva conteso il 1° posto alla Dosso, per poi cedere di parecchi nella parte finale della gara.
Anche Tobia Bocchi, come Vittoria Fontana, è stato preceduto in classifica da un atleta della Emilia Romagna. La gara è il triplo è Andrea Dallavalle e Tobia Bocchi, nord Emilia per entrambi, un po' di più per Dallavalle, sono i 2 specialisti più forti in Italia e di livello internazionale. Dallavalle ha vinto la gara con 17.28 (+0,8), sua seconda misura in carriera, dopo il 17,35 del 12/6/21 a Grosseto; la misura di oggi è anche la quinta dell'anno a livello mondiale. Per Bocchi 2° posto con 16,86 (+0,2), sua quinta in carriera, quarta outdoor.
Secondo posto sempre nel triplo anche per Ottavia Cestonaro, con 13,90 (-0,4), a 9 cm dalla vincitrice Dariya Derkach (Aeronautica).
Terzo splendido posto nel triplo per Erica Fabbris (Pontevecchio Bologna) con 12,88 (-0,8), dietro Derkach e Cestonaro.
Questi gli altri piazzamenti di oggi degli atleti della Emilia Romagna.
4° posto nei 5000 metri per Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto) con 13.41.45, primato personale.
5° posto nell'asta per Jacopo Mussi (Fratellanza 1874 Modena) con 5,20, primato personale.
7° posto nel giavellotto per Norberto Fontana (Cus Parma) con 66,91.
7° posto nella 4x100 per la Virtus Emilsider Bologna, con Alessandro Xilo, Marco Gianantoni, Fabio Tardito, Gabriele Zonarelli, con 40.97
8° posto nel triplo per Francesca Orsatti (Cus Parma) con 12,37 (-0,2).
9° posto (in base ai tempi delle batterie) nei 100 metri per Michael Dwabena Kyereme (Self Montanari Gruzza) con 10.53 (-0,4), primato personale.
9° posto nel triplo per Daniele Ragazzi (Virtus Emilsider Bologna) con 15,15 (+0,7).
10° posto (in base ai tempi delle batterie) negli 800 metri per Giovanni Filippi (Fratellanza 1874 Modena) con 1.49.77.
10° posto nell'asta per Edoardo Fontana (Cus Parma) con 4,80.
10° posto a pari merito nel triplo per Fabrizio Schembri (Carabinieri) con 15,08 (+0,1).
10° posto nel disco per Simon Zeudjio Tchiofo (Cus Parma) con 48,51.
12° posto (in base ai tempi delle batterie) negli 800 metri per Michele De Berti (Fratellanza 1874 Modena) con 1.50.38.
13° posto (in base ai tempi delle batterie) nei 100 metri per Eleonora Nervetti (Atl. Piacenza) con 11.92 (+0,8).
13° posto (in base ai tempi delle batterie) nei 400 hs per Sara Cantergiani (Self Montanari Gruzza) con 1.00.64.
14° posto nel triplo per Alex Fabbri (Pontevecchio Bologna) con 13,74 (+1,2).
15° posto (in base ai tempi delle batterie) nei 400 metri per Anna Cavalieri (Fratellanza 1874 Modena) con 54.49.
16° posto (in base ai tempi delle batterie) nei 400 hs per Giulia Gandolfi (Atl. 85 Faenza) con 1.04.81.
Si sono qualificati per le finali in programma domani, oltre ad Anna Polinari nei 400 metri, anche Edoardo Scotti (Carabinieri) nei 400 metri con 46.04, Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis) negli 800 metri con 1.49.21, Alberto Montanari (Fratellanza 1874 Modena) nei 400 hs con 51.99, Federica Del Buono (Carabinieri), miglior tempo di qualificazione negli 800 metri con 2.04.23, Eleonora Marchiando (Carabinieri) nei 400 hs con 57.18.
Nelle prove multiple Dario Dester (Carabinieri) è saldamente al comando del decathlon dopo le prime 5 prove con 4200 punti. Per Simone Ronzoni e Alberto Brini (Atl. Imola Sacmi Avis) 8° e 9° posto con 3496 e 3389 punti. 

Risultati in aggiornamento

Giorgio Rizzoli


Elisa Maria Di Lazzaro (foto di FIDAL /FIDAL)


Condividi con
Seguici su: