Patta un anno dopo: “Che gioia a Savona”

17 Maggio 2022

Mercoledì il debutto 2022 per il campione olimpico della 4x100 che proprio in Liguria ha stupito con 10.13 guadagnandosi la staffetta: “Correre contro Jacobs e Desalu mi carica ancora di più”

 

Dove tutto è iniziato. Dov’è sbocciata l’avventura di Lorenzo Patta, eroe a sorpresa delle Olimpiadi di Tokyo. “È bellissimo tornare qui, è una pista che mi ha dato una grande gioia e spero che quest’anno me ne riservi un’altra. Mi farebbe piacere ripetere il 10.13 dello scorso anno ma l’obiettivo è migliorarlo”. Scatterà dalla corsia numero 4, lo sprinter sardo di Oristano, che proprio alla Fontanassa di Savona si è esaltato nella scorsa edizione del meeting, guadagnandosi la prima frazione della staffetta perfetta. Dodici mesi fa, non aveva ancora mai indossato la maglia azzurra assoluta: soltanto quella giovanile. In poche settimane il lampo al Memorial Ottolia, la prima convocazione agli Europei a squadre, un infortunio da cui riprendersi in fretta e l’impresa di Tokyo: venti secondi e poco più in pista (tra batteria e finale) per conquistare una medaglia d’oro che lo ha già consacrato agli dei dello sport italiano. Nel pomeriggio di mercoledì (qui il cast completo del meeting), l’azzurro delle Fiamme Gialle tornerà ad assaporare le emozioni della gara a distanza di otto mesi dall’ultima uscita agonistica a Castelporziano nello scorso settembre. “Con Savona c’eravamo dati appuntamento già dallo scorso anno - le parole del 21enne allenato da Francesco Garau - fisicamente sono pronto, mentalmente non vedo l’ora: la voglia di gareggiare è tantissima”.

CORSIE - Patta sfreccerà al fianco di Fausto Desalu (Fiamme Gialle, corsia 3), nella seconda delle due batterie dei 100. Con loro l’ivoriano Arthur Cissé, il francese Mouhamadou Fall, gli italiani Wanderson Polanco (Atl. Riccardi Milano 1946) e Antonio Moro (Delogu Nuoro). Il re di Tokyo Marcell Jacobs (a cui Tv Sorrisi e Canzoni ha consegnato il nuovo Telegatto in occasione dei 70 anni del magazine) sarà invece nella prima batteria, in terza corsia, alle 16.35: alla sua destra il francese Jimmy Vicaut, alla sua sinistra Yupun Abeykoon (Sri Lanka), nelle altre corsie gli azzurri Matteo Melluzzo (Fiamme Gialle), Chituru Ali (Fiamme Gialle) e Giovanni Galbieri (Aeronautica), alla ricerca della finale delle 17.45.

CONCORRENZA - “Correre contro Marcell e Fausto - sottolinea Patta - mi carica ancora più di motivazioni. Mi sono preso l’inverno per preparare al meglio questa stagione all’aperto, non mi è pesato non gareggiare nelle indoor, perché non mi piacciono esageratamente. A Savona la batteria è già una finale, non mi risparmierò: voglio dare il massimo fin da subito. Anche perché in tanti spingono, la concorrenza per mantenere un posto in staffetta è molto qualificata e bisogna dimostrare di andare fortissimo. Anche nei 200 metri, che arriveranno a breve. Puntando a Mondiali ed Europei. Ma per dirla con le parole del mio allenatore… un passo alla volta”.

ROMA - La sua vita, lo ripete, non è cambiata dopo la gloria del 6 agosto scorso in Giappone: “Mi fermano per strada a chiedere foto, quello sì. Ma sono quello di sempre, stesso allenatore, stessa vita, stesso campo, che pure è nel pieno dei lavori di riqualificazione. Mi sono goduto la semifinale di Conference League della mia Roma all’Olimpico contro il Leicester, ho portato anche mio padre allo stadio, è romanista da quarant’anni e non l’aveva mai vista dal vivo. La finale di Tirana? Sarò più ansioso che alle Olimpiadi, ne sono certo”.

DIRETTA TV - Il Meeting Internazionale Città di Savona-Memorial Giulio Ottolia, edizione n. 11, sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport mercoledì 18 maggio dalle 16.30 alle 18.20. Differita su www.atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI
- PROGRAMMA ORARIO


Condividi con
Seguici su: