Mezzofondo Golden: Mu, Barega, Muir, Girma e…

06 Giugno 2022

Wanda Diamond League a Roma con due ori e tre argenti olimpici di Tokyo. Si gareggia su 800 e 1500 femminili, 5000 metri e 3000 siepi al maschile. E nei 3000 di marcia c’è l’azzurro Stano

 

Due ori olimpici in carica (Athing Mu e Selemon Barega), tre argenti di Tokyo (Laura Muir, Lamecha Girma e Mo Ahmed) per quattro gare appassionanti nel mezzofondo al Golden Gala Pietro Mennea, corpo a corpo da vivere fino all’ultimo metro. Insieme a loro, tante altre medaglie olimpiche e mondiali delle passate edizioni. E nella marcia c’è il campione olimpico Massimo Stano.


800 DONNE

Record del mondo | Jarmila Kratochvilova (Tch) 1:53.28 | Monaco di Baviera 26 luglio 1983
Record italiano | Gabriella Dorio 1:57.66 | Pisa 5 luglio 1980
Record del meeting | Pamela Jelimo (Ken) 1:55.69 | Roma 11 luglio 2008 
World lead 2022 | Keely Hodgkinson (Gbr) 1:57.72 | Eugene 28 maggio 2022

Vent’anni da compiere alla vigilia del Golden Gala e il futuro davanti a sé. La stagione della conferma di Athing Mu, dopo il doppio titolo ai Giochi dello scorso anno in Giappone (800 e 4x400), passa anche dallo stadio Olimpico e dalla sua prima volta in Diamond League lontana dagli Stati Uniti. Il debutto nel circuito dei diamanti era stato strepitoso: primato nazionale di 1:55.04 a Eugene dopo le Olimpiadi di Tokyo e liste alltime scalate fino all’ottavo posto. Per capacità di lettura tattica e doti fisiche, è la favorita numero uno ma nella serata di Roma incontra altre tre mezzofondiste che vantano primati inferiori a 1:57: la giamaicana Natoya Goule che quattro anni fa si era spinta sino a 1:56.15 (lo scorso anno 1:56.44), la cubana Rose Mary Almanza (1:56.28 nel 2021) e la britannica Jemma Reekie che nella finale di Tokyo ha sfiorato le medaglie (quarta con 1:56.90). È invece nella bacheca dell’ugandese Halimah Nakaayi che brilla l’oro dei Mondiali di Doha, e in quella dell’etiope Freweyni Hailu l’argento dei Mondiali indoor di Belgrado. Di valore anche Renelle Lamote (Francia), Mary Moraa (Kenya), Lindsey Butterworth (Canada), in crescita l’azzurra Elena Bellò.

Azzurre in gara: Elena Bellò


1500 DONNE

Record del mondo
| Genzebe Dibaba (Eth) 3:50.07 | Montecarlo 17 luglio 2015
Record italiano | Gabriella Dorio 3:58.65 | Tirrenia 25 agosto 1982
Record del meeting | Sifan Hassan (Ned) 3:53.63 | Firenze 10 giugno 2021
World lead 2022 | Faith Kipyegon (Ken) 3:52.59 | Eugene 28 maggio 2022

Il nome di riferimento per i 1500 è Laura Muir, vicecampionessa olimpica in carica (con un fenomenale 3:54.50), già a segno in questa edizione della Diamond League con la vittoria nella tappa di Birmingham. Tante le possibili rivali per la mezzofondista britannica, dalla canadese Gabriela Debues-Stafford (già 3:58.62 nella tappa di Eugene), all’ugandese Winnie Nanyondo, al duo etiope sul podio ai Mondiali indoor di Belgrado, l’argento Axumawit Embaye e il bronzo Hirut Meshesha. Da seguire anche l’altra etiope Habitam Alemu, la statunitense Cory Ann McGee e in chiave europea l’azzurra Gaia Sabbatini e la norvegese campionessa del cross Karoline Bjerkeli Grovdal.

Azzurre in gara: Ludovica Cavalli, Federica Del Buono, Gaia Sabbatini

5000 UOMINI
Record del mondo | Joshua Cheptegei (Uga) 12:35.36 | Montecarlo 14 agosto 2020
Record italiano | Yeman Crippa 13:02.26 | Ostrava 8 settembre 2020
Record del meeting | Eliud Kipchoge (Ken) 12:46.53 | Roma 2 luglio 2004
World lead 2022 | Berihu Aregawi (Eth) 12:50.05 | Eugene 28 maggio 2022

Tra le specialità con la maggiore tradizione al Golden Gala, i 5000 metri al maschile promettono scintille anche in questa edizione. È la distanza nella quale si sono corsi all’Olimpico due record del mondo (il marocchino Said Aouita primo -13 di sempre con 12:58.39 nel 1987, il keniano Moses Kiptanui 12:55.30 nel 1995), e il primato del meeting appartiene da diciotto anni a un monumento come il keniano Eliud Kipchoge (12:46.53 nel 2004). Il cast per il 9 giugno è all’altezza di una storia così illustre: fari puntati sul campione olimpico dei 10.000 metri Selemon Barega (Etiopia), capace in carriera di uno strepitoso 12:43.02 nel 2018, domenica sera ottimo 26:44.73 a Hengelo. Quest’anno Barega ha già festeggiato il titolo mondiale indoor nei 3000 metri a Belgrado. È in netta ascesa l’altro etiope Berihu Aregawi autore di una corsa solitaria a Eugene fino all’attuale world lead di 12:50.05. Tra gli altri nomi più quotati, ancora tre etiopi: il due volte campione del mondo Muktar Edris, l’argento mondiale dei 10.000 Yomif Kejelcha, il vincitore del Golden Gala 2019 Telahun Haile Bekele. Il Kenya risponde con il quarto classificato di Tokyo, Nicholas Kipkorir Kimeli, l’Europa con lo spagnolo Mohamed Katir e l’azzurro Yeman Crippa.

Azzurri in gara: Yeman Crippa, Ossama Meslek, Pietro Riva


3000 SIEPI UOMINI

Record del mondo | Saif Saaeed Shaheen (Qat) 7:53.63 | Bruxelles 3 settembre 2004
Record italiano | Francesco Panetta 8:08.57 | Roma 5 settembre 1987
Record del meeting | Paul Kipsiele Koech (Ken) 7:54.31 | Roma 31 maggio 2012
World lead 2022 | Soufiane El Bakkali (Mar) 7:58.28 | Rabat 5 giugno 2022

Per la prima volta sotto gli otto minuti a Ostrava martedì scorso: Lamecha Girma ha appena violato il muro che equivale all’eccellenza assoluta nei 3000 siepi, correndo in 7:58.68. L’etiope argento olimpico mette nel mirino il primo posto all’Olimpico in una gara che include anche due mezzofondisti a ridosso del podio olimpico come l’etiope Getnet Wale (quarto) e l’eritreo Yemane Haileselassie (quinto). Dal fronte keniano, va sottolineata la presenza del campione olimpico di Rio e due volte campione del mondo Conseslus Kipruto che ha collezionato tre vittorie consecutive nella tappa di Roma (2016, 2017 e 2018). Con lui anche Abraham Kibiwott e Leonard Kipkemoi Bett. In casa può esaltarsi il terzetto italiano formato dai gemelli Ala e Osama Zoghlami e da Ahmed Abdelwahed.

Azzurri in gara: Ahmed Abdelwahed, Ala Zoghlami, Osama Zoghlami


3000 MARCIA UOMINI

Migliore prestazione mondiale | Tom Bosworth (Gbr) 10:30.28i | Glasgow 25 febbraio 2018
Migliore prestazione italiana | Giovanni De Benedictis 10:47.11 | S. Giovanni Valdarno 19 maggio 1990
Record del meeting | Giovanni De Benedictis 11:08.76 | Bologna 18 luglio 1990
World lead 2022 | David Kenny (Irl) 11:26.11 | Carlow 9 aprile 2022

Una gara-extra per omaggiare il campione olimpico della 20 km Massimo Stano, vincitore nella scorsa estate sulle strade di Sapporo ai Giochi di Tokyo. Il marciatore italiano è il protagonista più atteso della prova dei 3000 di marcia su pista che torna al Golden Gala a trentadue anni dall’ultima volta (nel 1990 nell’edizione di Bologna). Distanza veloce, da coprire con ritmi elevatissimi, su cui si cimenta anche uno specialista delle distanze molto più lunghe come il tedesco argento olimpico della 50 km Jonathan Hilbert. Per la Spagna, al via invece Diego Garcia Carrera, sesto nella 20 km olimpica dello scorso anno. Allo stadio Olimpico anche tanti altri italiani tra cui lo specialista della “venti” Francesco Fortunato.

Azzurri in gara: Andrea Agrusti, Michele Antonelli, Davide Finocchietti, Francesco Fortunato, Diego Giampaolo, Riccardo Orsoni, Gianluca Picchiottino, Massimo Stano

BIGLIETTI DISPONIBILI ONLINE E NEI PUNTI VENDITA TICKETONE
Sul circuito TicketOne è possibile acquistare i biglietti per godersi lo spettacolo del Golden Gala Pietro Mennea, il 9 giugno allo stadio Olimpico di Roma. Questi i prezzi (ai quali vanno aggiunti 2 euro di diritti di prevendita), con le rispettive riduzioni per gli under 16. Monte Mario Arrivi: 40 euro (ridotto 25 euro); Distinti Arrivi: 25 euro (ridotto 20 euro); Monte Mario Partenze: 20 euro (ridotto 15 euro); Tribuna Tevere: 15 euro (ridotto 10 euro); Curve e Distinti (escluso Distinti Arrivi): 10 euro (ridotto 7 euro).

GOLDEN GALA 2022 - ISCRITTI E PROGRAMMA ORARIO - TUTTE LE NOTIZIE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

SEGUI IL GOLDEN GALA SU Goldengala.itFacebook - Instagram - Twitter


Mu, Barega, Muir, Girma (foto Diamond League)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 GOLDEN GALA