Herculis per Bruni, Sabbatini e Furlani

10 Agosto 2022

A Montecarlo ci saranno anche la primatista italiana del salto con l'asta, la mezzofondista reduce da Olimpiadi e Mondiali e il tricolore e campione europeo U18 di alto e lungo Mattia Furlani

 

Ci saranno anche la primatista italiana del salto con l'asta Roberta Bruni, la mezzofondista reduce da Olimpiadi e Mondiali Gaia Sabbatini e il tricolore e campione europeo di alto e lungo U18 Mattia Furlani nella decima tappa della Wanda Diamond League a Montecarlo, oggi, mercoledì 10 agosto. Il Meeting Herculis, banco di prova a cinque giorni dall’inizio degli Europei di Monaco di Baviera, sarà trasmesso in diretta tv su Rai 3 e su Sky Sport Arena dalle 20 alle 22.

SABBATINI - Non è un luogo qualunque per i 1500 metri: è il tempio del record del mondo di Genzebe Dibaba nel 2015 (3:50.07).

Gaia Sabbatini non è solita farsi impaurire dalle avversarie, ormai ha confidenza con la Diamond League ed è proprio nel contesto delle gare più tirate che sa esprimersi al meglio: la mezzofondista delle Fiamme Azzurre cerca un posto al sole dopo la squalifica mondiale e vuole raggiungere di slancio gli Europei. In Costa Azzurra può volare la keniana campionessa olimpica e del mondo Faith Kipyegon, la n.1 della specialità, chiamata a fronteggiare le etiopi Hirut Meshesha e Axumawit Embaye, entrambe sul podio ai Mondiali indoor di Belgrado. La sfida nella sfida è tra le atlete europee: antipasto di Monaco per Sabbatini contro la norvegese Karoline Grovdal e la spagnola Marta Perez.

BRUNI - Ripartire dopo l’eliminazione di Eugene. Questo l’imperativo per Roberta Bruni (Carabinieri) che arriverà in Germania con la seconda misura d’accredito stagionale, il 4,71 del record italiano di Barletta.

Intanto nel Principato di Monaco potrà confrontarsi con la leader europea dell’anno Tina Sutej, la slovena bronzo iridato indoor a Belgrado e quarta in Oregon. Ma non solo, perché non mancheranno le altre saltatrici continentali più accreditate, dalla greca Katerina Stefanidi alla francese Margot Chevrier, dalla norvegese Lene Retzius alla svizzera Angelica Moser. Extra-Europa, favorite l’argento (Sandi Morris) e il bronzo (Nina Kennedy) dei Mondiali.

FURLANI - Divertiti, Mattia. È un periodo pieno di emozioni e di esperienze per Mattia Furlani (Fiamme Oro), il talentuoso diciassettenne che ha conquistato un doppio oro agli Europei U18 di Gerusalemme e una doppia finale ai Mondiali U20 di Cali, nel lungo e nell’alto. All’Herculis debutta tra i grandissimi nella specialità in cui ha sorpreso il mondo con l’8,04 sfoggiato in Israele: è il suo biglietto per un luna park animato da cinque dei primi otto classificati dei Mondiali, ovvero l’oro olimpico Miltiadis Tentoglou (Grecia) ma anche il cubano Maykel Massó, gli americani Steffin McCarter e Marcus Dendy, l’indiano Murali Sreeshankar. Con lui anche un altro dei fenomeni giovanili del lungo, il francese due volte campione del mondo under 20 Erwan Konate.



File allegati:
- ISCRITTI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate