1500: Arese terzo in Germania

25 Maggio 2022

Il finalista mondiale indoor si esprime in 3:38.98 a Dessau, Abeykoon 10.06 batte Omanyala nei 100. NCAA: il ventenne lunghista Mersal si migliora con 7,87

 

Terzo posto in Germania, a Dessau, per il finalista mondiale indoor Pietro Arese nei primi 1500 metri all’aperto dell’anno. L’azzurro delle Fiamme Gialle chiude con il crono di 3:38.98, in una gara in cui recupera progressivamente posizioni sul resto del gruppo, dopo un avvio cauto, e si lancia nel tentativo di rimonta sul keniano Daniel Munguti (3:37.87) nel giro finale. Nella volata conclusiva il 22enne piemontese perde però una posizione per mano del ceco Filip Sasinek (3:38.76) che gli sfila il secondo posto. Nella stagione indoor Arese era stato ottavo ai Mondiali al coperto di Belgrado, sfiorando il record italiano in batteria con 3:37.31. Dodicesima piazza a Dessau per l’altro azzurro Mohamed Zerrad (Atl. Vomano) in 3:51.34. Rientro in gara sui 400 metri di Alice Mangione (Esercito) per la prima volta dopo l’intervento all’anca a cui si è sottoposta in novembre. L’azzurra della 4x400 riparte dal crono di 54.02 ottenuto nella corsia più esterna, la sesta, e finisce in quinta posizione. Nel derby polacco Natalia Kaczmarek (51.23) riesce a sconfiggere la campionessa europea Justyna Swiety-Ersetic (51.96). Nella velocità, vola lo sprinter della Nissolino Sport, Yupun Abeykoon (Sri Lanka): primato personale con 10.06 (-0.2) per l’atleta che si allena a Castelporziano (Roma), con la soddisfazione di precedere il keniano leader mondiale stagionale dei 100 metri Ferdinand Omanyala (10.14) [RISULTATI].

IN FINLANDIA - A Lahti, in Finlandia, secondo posto negli 800 in 1:47.39 di Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis) che prova a risalire all’esterno nel finale, ma viene battuto di appena due centesimi dallo sloveno Jan Vukovic (1:47.37), tre giorni dopo il record personale di 1:46.78 al Castiglione Meeting. Stesso piazzamento nei 3000 metri per Elisa Bortoli (Esercito) con 9:10.20 nella gara di esordio stagionale all’aperto, superata in volata dall’atleta di casa Ilona Mononen (9:09.65), oro europeo under 20 sulla distanza [RISULTATI].

IN SPAGNA - Giornata no per il campione italiano indoor Nesim Amsellek (Cs San Rocchino) sui 1500 metri di Huelva, in Spagna. Nella gara di debutto all’aperto, condizionato da una gomitata al torace rimediata in partenza, l’azzurro scivola nelle retrovie durante il secondo giro e arriva staccato, quattordicesimo in 3:56.32, mentre il successo va al norvegese Narve Gilje Nordas con 3:36.23 [RISULTATI].

ARCO E ZOGNO - Due volte il record personale in poco più di un’ora, per un progresso complessivo di sedici centesimi. Si migliora il giovane sprinter Lorenzo Ianes (Athletic Club 96 Alperia) che scende a 10.37 (+1.6) sui 100 metri ad Arco (Trento) dopo aver chiuso la batteria in 10.47 (+1.3). Nello scorso weekend il 21enne trentino, argento europeo under 20 della 4x100 nel 2019, era tornato a riscrivere il personale a tre anni di distanza con il 10.53 di sabato a Bolzano [RISULTATI]. Nei 5000 metri di Zogno (Bergamo) un altro passo avanti del 26enne Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) con 13:45.01, togliendo sette secondi al suo primato di un mese fa, ma si porta sotto i quattordici minuti anche lo junior tunisino Saber Zinoubi (Atl. Vallecamonica) in 13:59.15 [RISULTATI].

NCAA - Nella prima delle quattro giornate di qualificazione alle finali NCAA, il campionato universitario statunitense in programma a Eugene (8-11 giugno), missione compiuta per il ventenne lunghista Kareem Mersal (Wyoming/Vv Management) che firma un altro record personale in questa stagione con 7,87 (+1.9) migliorandosi di nove centimetri a Fayetteville, in Arkansas. Nel West Preliminary stacca il pass anche il giavellottista Marten Gasparini (Grand Canyon) con 71,05. In pista nei 200 supera il primo turno Diego Pettorossi (Utsa/Libertas Unicusano Livorno) in 20.78 (+2.8) e accede ai quarti di finale di venerdì, out invece Gabriele Montefalcone (Texas/Sport Race) con 51.92 nei 400 ostacoli [RISULTATI].

IN POLONIA - Di nuovo in pedana Ottavia Cestonaro, stavolta nel triplo. La vicentina dei Carabinieri sarà impegnata venerdì a Poznan, con l’obiettivo di incrementare il 13,85 siglato nella prima uscita outdoor dell’anno a Savona. Per l’azzurra, che domenica a Grosseto ha eguagliato il personale di 6,35 nel lungo, è un ritorno nel meeting polacco dove ha vinto nella scorsa edizione con 13,99 ventoso [ISCRITTI].

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate