L’atletica toscana in festa a Firenze

05 Dicembre 2022

Premiate anche le azzurre Larissa Iapichino e Rachele Mori

 

Nella suggestiva scenografia del Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, l’Atletica Toscana si è riunita per premiare le società e gli atleti che si sono distinti con risultati brillanti, a livello regionale, nazionale ed internazionale, nel corso degli anni dal 2019 al 2022. La Festa si è aperta con il saluto dell’assessore allo sport del Comune di Firenze, Cosimo Guccione, che ha fatto gli onori di casa e che, con l’occasione, ha ribadito l’impegno preso dall’amministrazione comunale per dare nuova linfa alla pista del Campo Scuola di Sorgane e all’impianto indoor presente all’interno dello Stadio Ridolfi. Ha fatto seguito il saluto del presidente FIDAL Stefano Mei, che, fortemente legato al territorio toscano dati i suoi trascorsi agonistici, si è congratulato con le società e gli atleti toscani. Il presidente del Comitato Regionale Alessandro Alberti, dopo aver ringraziato le autorità e gli ospiti presenti, ha rivolto un pensiero all’enorme crescita che il movimento toscano ha registrato nel corso degli ultimi anni, fino all’attuale raggiungimento del record di tesserati che ha superato quota 17.500 unità.

Sono intervenuti con i loro saluti il vicepresidente del CONI Toscana Francesco Contorni e la prof.ssa Roberta Michelini, coordinatrice regionale di educazione fisica. Al tavolo delle autorità presente anche Alessio Piscini, consigliere nazionale della FIDAL ed ex presidente del Comitato Regionale Toscana, il quale ha ricevuto, dalle mani dello stesso presidente Mei, l’onorificenza della Quercia al Merito Atletico di secondo grado. Querce che sono state assegnate anche al giudice Ernesto Lunardini (II grado), ed ai dirigenti sociali Stefano Del Mastro, Ornella Forti e Fabio Sinatti (I grado).

Momento clou della serata è stata la consegna dell’ambito e prestigioso Premio Toscana assegnato a Claudio Cerrai e Ferdinando Caturegli per i dirigenti, Massimo Passoni e Gianni Cecconi per i tecnici, Larissa Iapichino e Rachele Mori per gli atleti, Roberta Vezzosi e Simone Luca Ballerini per i giudici. Un riconoscimento speciale è stato assegnato alla società ASSI Giglio Rosso Firenze per i suoi 100 anni di attività.

Non poca emozione si è avvertita in sala al momento della consegna della Benemerenza alla Memoria in ricordo del giudice Paolo Mari. Hanno fatto seguito le premiazioni delle società che hanno vinto o si sono classificate ai primi tre posti nei vari campionati italiani o hanno vinto titoli regionali di società, e degli atleti che, negli ultimi quattro anni, hanno vinto il titolo italiano di categoria o sono stati convocati in azzurro, oppure hanno migliorato primati regionali e gli atleti del settore master che si sono messi in evidenza a livello internazionale raggiungendo il podio in occasione dei relativi campionati europei e mondiali. La cerimonia si è quindi conclusa con la premiazione del Gran Prix 2022 di Corsa Campestre.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate