Giomi: ''Report WADA, notizie scioccanti''

10 Novembre 2015

Il presidente FIDAL commenta le recenti vicende internazionali emerse dall'inchiesta dell'agenzia mondiale antidoping


 

“Sono notizie scioccanti e lasciano scorrere tanta rabbia nell’animo di chi ama veramente l’atletica” Così il presidente FIDAL Alfio Giomi commenta le accuse alla federazione russa di atletica contenute nel report di 323 pagine diffuso ieri dalla WADA, l'agenzia mondiale antidoping. “E’ una vicenda complessa che, da quanto risulta, sembra avere su di sé ombre lunghe e molto scure. Ora, grazie anche alla WADA, è importante fare chiarezza fino in fondo su questo gravissimo scandalo che non fa male solo all’atletica, ma a tutto lo sport. La IAAF è di fronte ad un bivio non da poco, ma da parte nostra c’è piena fiducia nel presidente Sebastian Coe e nel difficile lavoro che si trova a dover affrontare. L’atletica italiana è completamente estranea alla politica del doping. Anche a livello culturale, come testimoniano benissimo le dichiarazioni al Corriere della Sera della primatista nazionale della 20km di marcia Eleonora Giorgi: “Si dopa chi non crede in se stesso. Ai Giochi di Rio dove sogno una medaglia, mi affiderò al mio carattere e ai miei muscoli”. Questa è l’ispirazione a quell’etica che, nell’arena sportiva, dà il vero valore alle vittorie e la giusta dignità alle sconfitte. E’ proprio per promuovere questa cultura che, nel Consiglio Federale del prossimo 27 novembre, è prevista la presentazione di un apposito progetto dedicato ai giovani per ribadire insieme e con forza il nostro “NO” al doping”.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: