Gerusalemme: è finale per Musica e Camilli

05 Luglio 2022

Agli Europei under 18, nella mattina del day 2, a segno la sprinter che pareggia il primato stagionale (24.33) e il martellista (63,88). Miglior crono nelle batterie dei 200 per Longobardi con 21.18

 

Nella mattina della seconda giornata, agli Europei under 18 di Gerusalemme, due azzurri promossi in finale. Nei 200 metri Agnese Musica vince la batteria in 24.33 (+1.3) e stacca il pass con il quinto tempo. In un primo round subito selettivo, per la cancellazione delle semifinali, la velocista piemontese si conferma al suo livello eguagliando il primato stagionale, a soli quattro centesimi dal personal best. Si qualifica nel martello Pietro Camilli con un lancio a 63,88. Per il romano, in azione nel gruppo A, il verdetto arriva dopo oltre un’ora di attesa per i risultati degli atleti impegnati in quello successivo che viene premiata con il biglietto per la finale, all’undicesimo posto, mentre il vicentino Alex Lazzaretto è il primo degli esclusi con 63,00.

Avanti nei 200 con il miglior tempo Eduardo Longobardi, leader delle batterie con 21.18 (+1.0) senza forzare negli ultimi metri correndo nella poco agevole seconda corsia, per ribadire il suo ruolo di capolista europeo stagionale (20.98 alla rassegna tricolore di Milano) verso i due turni decisivi di domani. Escono di scena a testa alta le azzurre nelle semifinali dei 400 metri: la 16enne sarda Elisa Marcello riscrive il personale con 55.12, per un progresso di dodici centesimi, e la romana Gloria Kabangu chiude in 55.28, firmando rispettivamente il decimo e l’undicesimo tempo. Supera il primo round nei 400 ostacoli Mario Antolini, secondo nella sua batteria in 53.21. Sulla pedana del peso sfiora la finale Mirko Campagnolo, quattordicesimo con 17,48 a nove centimetri dalla qualificazione, che non riesce ritrovare i diciannove metri già raggiunti quest’anno, invece è 16esimo Andrea Crestani (17,12). Nei 2000 siepi eliminati gli azzurri Davide Delaini (6:20.86) e Stefano Menegale (6:21.90) che finiscono nelle retrovie. Prima dell’ultima gara nell’eptathlon 16esima Annalisa Pastore (4279), frenata da un fastidio al piede nel lungo dove non va oltre 4,96 per poi lanciare 39,04 nel giavellotto, e 19esima Sofia Bonafè (4182 punti con parziali di 5,53 e 30,88).

In palio nel pomeriggio i primi titoli della rassegna: Mattia Furlani al via nella finale nel lungo insieme a Francesco Inzoli (ore 18.07), preceduta da quella del triplo con Erika Giorgia Saraceni (alle 16.10), ma da seguire tra gli altri anche sprinter e ostacolisti, attesi al doppio impegno di semifinali e finale. Diretta streaming sul sito European Athletics e sul portale Eurovision.

START LIST E RISULTATI - ORARIO E AZZURRI IN GARA - FOTO (di Francesca Grana/FIDAL) - LA SQUADRA ITALIANA - TUTTE LE NOTIZIE - Le pagine EA sugli Europei U18 - Il sito del Comitato Organizzatore

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: