Europei indoor: tutte le donne più attese

25 Febbraio 2019

Le protagoniste della rassegna continentale di Glasgow (1-3 marzo): la guida, gara per gara, del programma femminile


 

di Marco Buccellato

La seconda parte della guida alla 35esima edizione dei Campionati Europei indoor di atletica leggera. Nelle gare femminili della rassegna di Glasgow (1-3 marzo), la qualità tecnica e le emozioni sono garantite dall'intero settore concorsi per la presenza di atlete di caratura mondiale quali Mariya Lasitskene-Kuchina (alto), Ekaterini Stefanidi (asta) e Ivana Spanovic (lungo), un trio di big già iridate o d'oro a cinque cerchi. L'attesa è soprattutto per il doppio impegno e obiettivo della scozzese Laura Muir, che dopo aver centrato la doppietta 1500-3000 metri a Belgrado, cerca il bis in casa per essere la prima europea della storia a realizzare l'uno-due in due edizioni successive degli Europei. In cerca del terzo oro proprio la serba Spanovic, autrice dell'exploit tecnico più clamoroso due anni fa nell'Europeo casalingo di Belgrado, la pesista ungherese Marton, la bielorussa Talay sui 60hs e l'elvetica Büchel sui quattro giri degli 800 metri. L'Europeo in casa è l'occasione per il british team di corroborare il bilancio di Belgrado 2017, dove il settore femminile conquistò tre ori, due argenti e un bronzo. Ora la guida, completa di riferimenti statistici e degli orari del programma femminile.

TUTTE LE SFIDE MASCHILI - START LIST E RISULTATI/ResultsISCRITTI/Entries - LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team - ORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News - GLI ORARI DEGLI AZZURRILA PAGINA EA SUGLI EUROPEI - STATISTICS HANDBOOK (PDF) - IL SITO DEL COMITATO ORGANIZZATORE

LE SCHEDE DELLA SQUADRA ITALIANA (PDF)

LA GUIDA GARA PER GARA

60 METRI - L'intero podio di Belgrado 2017 è ancora qui, ma la crescita della polacca Swoboda prelude a un rimescolamento delle medaglie. In lizza per il successo, oltre alla svizzera Kambundji e alla britannica Philip, c'è una Dafne Schippers (in dubbio) che vinse a Praga nel 2015. Outsider, la francese Zahi (mai un oro francese in 34 edizioni). Il borsino dice Swoboda, regolarissima e partente formidabile.

Record europeo Irina Privalova (RUS) 6.92 Madrid, 11 febbraio 1993
Record dei campionati
Nelli Cooman (NED) 7.00 Madrid, 23 febbraio 1986
Leader europea 2019 Ewa Swoboda (POL) 7.08  Karlsruhe, 2 febbraio        
Mujinga Kambundji (SUI) 7.08 San Gallo, 16 febbraio
Campionessa in carica Asha Philip (GBR) 7.06  
    ORA GBR
ORA ITA
Batterie Sabato 2 marzo 11.13 12.13
Semifinali Sabato 2 marzo 18.50 19.50
Finale Sabato 2 marzo 20.35 21.35

 

400 METRI - La piccola ma competitiva corazzata svizzera cala la carta di Lea Sprunger. Il cammino dei primi due mesi dell'anno indica invece la polacca Baumgart nella favorita, in una gara che non esclude sorprese. Le britanniche invadono la lotta per le zone alte, con Doyle-Child e Clark. Anche qui un po' di orange con Lisanne de Witte, e altra Polonia di qualità con la Swiety. Vada come vada, l'oro porterà un nome nuovo di zecca nella cronologia dei titoli europei indoor.

Record europeo Jarmila Kratochvilova (TCH) 49.59 Milano, 7 marzo 1982
Record dei campionati
Jarmila Kratochvilova (TCH) 49.59 Milano, 7 marzo 1982
Leader europea 2019 Iga Baumgart-Witan (POL) 51.91 Torun, 6 febbraio
Leader non ANA Antonina Krivoshapka (RUS) 51.86 Mosca, 3 febbraio
Campionessa in carica Floria Guei (FRA) 51.90  
    ORA GBR
ORA ITA
Batterie Venerdì 1 marzo 12.25 13.25
Semifinali Venerdì 1 marzo 20.36 21.36
Finale Sabato 2 marzo 20.10 21.10
Azzurre in gara Ayomide Folorunso - Raphaela Lukudo

 

800 METRI - Selina Büchel ha vinto l'oro a Praga e Belgrado e intende ripetersi. Impresa non facile con diverse pretendenti al titolo, a iniziare dall'argento uscente Oskan-Clarke e dall'emergente connazionale Tracey. Oggetti misteriosi, ma con pedigree di tutto rispetto, la coppia ucraina Lyakhova-Petlyuk, mai da sottovalutare.

Record europeo Jolanda Ceplak (SLO) 1:55.82 Vienna, 3 marzo 1982
Record dei campionati
Jolanda Ceplak (SLO) 1:55.82 Vienna, 3 marzo 1982
Leader europea 2019 Laura Muir (GBR) 1:59.50 Torun, 6 febbraio
Leader non ANA Aleksandra Gulyayeva (RUS) 1:59.37 Mosca, 3 febbraio
Campionessa in carica Selina Büchel (SUI) 2:00.38
 
    ORA GBR
ORA ITA
Batterie Venerdì 1 marzo 11.10 12.10
Semifinali Sabato 2 marzo 18.06 19.06
Finale Domenica 3 marzo 19.18 20.18

 

1500 METRI - Finale con possibile standing ovation per Laura Muir, che potrebbe aver già incassato l'oro sui 3000 quarantott'ore prima. Se la scozzese di ferro la mette sul ritmo, il bis è da sottoscrivere. In caso contrario, la polacca Ennaoui può sfruttare il suo eccellente finish. Mine vaganti pronte a rovinare la festa, l'albanese Gega e la serba Terzic.

Record europeo Abeba Aregawi (SWE) 3:57.91 Stoccolma, 6 febbraio 2014
Record dei campionati
Laura Muir (GBR) 4:02.39 Belgrado, 4 marzo 2017
Leader europea 2019 Laura Muir (GBR) 4:01.84 Birmingham, 16 febbraio
Campionessa in carica Laura Muir (GBR) 4:02.39
 
    ORA GBR
ORA ITA
Batterie Venerdì 1 marzo 19.10 20.10
Finale Domenica 3 marzo 20.12 21.12

 

3000 METRI - Il primo impegno di Laura Muir chiude la giornata inaugurale degli Europei. La vera avversaria della scozzese è la tedesca Klosterhalfen, reduce da due mesi eccezionali negli USA e poi in Europa. L'altra tedesca Reh, l'olandese Koster e soprattutto la norvegese Grovdal portano in dote qualità e costanza di rendimento.

Record europeo Laura Muir (GBR) 8:26.41 Karlsruhe, 4 febbraio 2017
Record dei campionati
Laura Muir (GBR) 8:35.67 Belgrado, 5 marzo 2017
Leader europea 2019 K. Klosterhalfen (GER) 8:32.47 Lipsia, 16 febbraio 
Campionessa in carica Laura Muir (GBR) 8:35.67  
    ORA GBR
ORA ITA
Finale Venerdì 1 marzo 21.40 22.40
Azzurre in gara Margherita Magnani

 

60 METRI OSTACOLI - Sempre sul podio nelle ultime tre edizioni, Alina Talay vuole l'oro numero tre, soffiatole dalla tedesca Roleder nel 2017. Nel terzetto che andò a medaglia a Belgrado l'altra tedesca Pamela Dutkiewicz, out per infortunio. In gara anche la campionessa dei 100hs di Berlino Elvira Herman, bielorussa come la Talay, e la polacca Siciarz, altro pezzo di futuro della specialità.

Record europeo Susanna Kallur (SWE) 7.68 Karlsruhe, 10 febbraio 2008
Record dei campionati
Lyudmila Narozhilenko (URS) 7.74 Glasgow, 4 marzo 1990
Leader europea 2019 Pamela Dutkiewicz (GER) 7.89 Berlino, 1 febbraio
Campionessa in carica Cindy Roleder (GER) 7.88
 
    ORA GBR
ORA ITA
Batterie Sabato 2 marzo 12.35 13.35
Semifinali Domenica 3 marzo 11.25 12.25
Finale Domenica 3 marzo 18.25 19.25
Azzurre in gara Luminosa Bogliolo

 

SALTO IN ALTO - Favorita numero uno, Mariya Lasitskene-Kuchina, che raramente sbaglia dove c'è la medaglia in gioco. Pedana con tasso di talento in quantità inusitata. La forza d'urto ucraina con Levchenko, Tabashnyk e Herashchenko, la campionessa uscente Palsyte, il bronzo mondiale Alessia Trost e la campionessa italiana Elena Vallortigara, la britannica Lake e l'emergente tedesca Onnen. Con l'asta, è la gara che più di altre rimanda a un contesto davvero mondiale e non solo continentale.

Record europeo Kajsa Bergqvist (SWE) 2,08 Arnstadt, 4 febbraio 2006
Record dei campionati
Tia Hellebaut (BEL) 2,05 Birmingham, 3 marzo 2007
Leader europea 2019 Mariya Lasitskene (ANA) 2,04 Mosca, 3 febbraio
Campionessa in carica Airine Palsyte (LTU) 2,01  
    ORA GBR
ORA ITA
Qualificazione Venerdì 1 marzo 19.00 20.00
Finale Domenica 3 marzo 19.15 20.15
Azzurre in gara Alessia Trost - Elena Vallortigara

 

SALTO CON L'ASTA - Le ultime tre campionesse europee indoor, Bradshaw, Sidorova e Stefanidi, si ripresentano per l'oro di Glasgow. La britannica e la russa (in quota ANA) sembrano le più in forma, ma l'olimpionica greca, data per perdente in altre occasioni, ha già tirato fuori l'asso al momento giusto. L'altra greca Kiriakopoulou è in ottima condizione e c'è la coppia svedese Bengtsson-Meijer da cui guardarsi per la lotta al podio.

Record europeo Yelena Isinbayeva (RUS) 5,01 Stoccolma, 23 febbraio 2012
Record dei campionati
Yelena Isinbayeva (RUS) 4,90 Madrid, 6 marzo 2005
Leader europea 2019 Anzhelika Sidorova (RUS) 4,91 Madrid, 8 febbraio
Campionessa in carica Ekaterini Stefanidi (GRE) 4,85  
    ORA GBR
ORA ITA
Qualificazione Sabato 2 marzo 10.03 11.03
Finale Domenica 3 marzo 18.05 19.05
Azzurre in gara Sonia Malavisi

 

SALTO IN LUNGO - La suggestione di una Ivana Spanovic 3.0 è tanta, soprattutto alla luce dell'ultima gara di Belgrado con quattro salti intorno ai 6,90. Sembra però la stagione giusta per Malaika Mihambo, già oro europeo a Berlino e vogliosa di confermarsi al coperto. Dall'Est le nomination per la medaglia a disposizione, con la bielorussa Myronchik, la romena Rotaru e soprattutto l'ucraina Bekh.

Record europeo Heike Drechsler (GDR) 7,37 Vienna, 13 febbraio 1988
Record dei campionati
Heike Drechsler (GDR) 7,30 Budapest, 5 marzo 1988
Leader europea 2019 Malaika Mihambo (GER) 6,99 Berlino, 1 febbraio
Campionessa in carica Ivana Spanovic (SRB) 7,24  
    ORA GBR
ORA ITA
Qualificazione Sabato 2 marzo 10.00 11.00
Finale Domenica 3 marzo 18.00 19.00
Azzurre in gara Laura Strati - Tania Vicenzino

 

SALTO TRIPLO - Possibile un esito-fotocopia di Belgrado 2017, con la tedesca Gierisch e la lusitana Mamona a occupare le prime due posizioni. Anche il bronzo uscente Papahristou è iscritta, senza prestazioni di riferimento. Pronte a inserirsi la spagnola Peleteiro, bronzo mondiale a Birmingham, la francese Diallo e la sempre temibile ucraina Saladukha, che vinse l'oro nel 2013.

Record europeo Tatyana Lebedeva (RUS) 15,36 Budapest, 6 marzo 2004
Record dei campionati
Ashia Hansen (GBR) 15,16 Valencia, 28 febbraio 1998
Leader europea 2019 Kristin Gierisch (GER) 14,33 Chemnitz, 10 febbraio
Leader non ANA Yekaterina Koneva (RUS) 14,81 Mosca, 25 gennaio
Campionessa in carica Kristin Gierisch (GER) 14,37  
    ORA GBR
ORA ITA
Qualificazione Venerdì 1 marzo 12.00 13.00
Finale Domenica 3 marzo 10.00 11.00

 

GETTO DEL PESO - Il pronostico sembra chiuso in favore di Christina Schwanitz. La tedesca ha fin qui dominato nel continente, lasciando poche speranze all'ipotesi tris della magiara Marton, oro a Praga e Belgrado ma non nella condizione delle stagioni passate. Pur se l'Est porta pesiste del calibro di Mavrodieva (Bulgaria) e Dubitskaya (Bielorussia), per un posto al sole si candida la svedese Fanny Roos, autrice di record nazionali in serie e al top della condizione.

Record europeo Helena Fibingerova (TCH) 22,50 Jablonec, 19 febbraio 1977
Record dei campionati
Helena Fibingerova (TCH) 21,46 San Sebastian, 13 marzo 1977
Leader europea 2019 Christina Schwanitz (GER) 19,54 Lipsia, 16 febbraio
Campionessa in carica Anita Marton (HUN) 19,28  
    ORA GBR
ORA ITA
Qualificazione Venerdì 1 marzo 19.02 20.02
Finale Domenica 3 marzo 12.20 13.20

 

PENTATHLON - Gara di alti contenuti anche senza la campionessa uscente Thiam, ben rimpiazzata nel team del Belgio dalla carta sicura Maudens. Il borsino propone in prima battuta Katerina Johnson-Thompson, e le possibili protagoniste Dadic, Ndama, Vetter e Klucinova. Tre giovanissime all'arrembaggio, la 20enne ucraina Shukh, la 19enne britannica Emerson e la non ancora 18enne spagnola Vicente.

Record europeo Nataliya Dobrynska (UKR) 5013 Istanbul, 9 marzo 2012
Record dei campionati
K. Johnson-Thompson (GBR) 5000 Praga, 6 marzo 2015
Leader europea 2019 Solene Ndama (FRA) 4672 Miramas, 17 febbraio
Campionessa in carica
Nafissatou Thiam (BEL) 4870  
    ORA GBR
ORA ITA
60 metri ostacoli Venerdì 1 marzo 10.05 11.05
Salto in alto Venerdì 1 marzo 10.45 11.45
Getto del peso Venerdì 1 marzo 13.15 14.15
Salto in lungo Venerdì 1 marzo 19.04 20.04
800 metri Venerdì 1 marzo 21.15 22.15

 

STAFFETTA 4X400 - Polonia e Gran Bretagna, of course, si presentano ancora favorite per le medaglie. Sui blocchi anche i quartetti di Belgio, Francia (oro nel 2015), Italia e Svizzera. Azzurre a podio nel 2000 (argento) e nel 2002 (bronzo). Belgio-mix con ostacoliste di vaglia, Svizzera idem con condizione in crescendo del quartetto.

Record europeo Russia 3:23.37 Glasgow, 28 gennaio 2006
Record dei campionati
Gran Bretagna 3:27.56 Goteborg, 3 marzo 2013
Campione in carica
Polonia 3:29.94  
    ORA GBR
ORA ITA
Finale Domenica 3 marzo 20.40 21.40
Azzurre in gara Chiara Bazzoni - Rebecca Borga - Ayomide Folorunso - Raphaela Lukudo - Marta Milani - Virginia Troiani

 

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 CAMPIONATI EUROPEI INDOOR