Chesani sempre più alto: 2,30 ad Hustopece



Terzo posto per il poliziotto trentino nel nobile evento moravo che ha esaltato Alessia Trost e Marco Fassinotti, i migliori al mondo in questo avvio di 2015

 

Scalino dopo scalino, Silvano Chesani sta progredendo verso l'Olimpo. Il seppur promettente 2,28 dell'esordio di Padova è già un ricordo, messo in secondo piano dal 2,30 strappato nella serata di sabato ad Hustopece, cittadina morava che nel cuore dell'inverno sa proporre un appuntamento di grande fascino tutto per i saltatori in alto.

 

Ed il poliziotto trentino ha dimostrato di essere già all'altezza dei migliori del Mondo: l'anno e mezzo di assenza, quasi non si fa sentire e dopo un intoppo alla misura di ingresso, il ventiseienne delle Fiamme Oro avvia la propria progressione che lo porta a valicare i 2,28 al terzo tentativo per poi affrontare con successo alla seconda prova i 2,30 che vale il bentornato generale nel gotha del salto in alto.

Il successivo arrembaggio ai 2,32 invero fallisce di poco, specialmente il secondo e terzo tentativo: appuntamento rimandato a breve, è la sensazione generale. 

Chesani nuovamente tra i big, si diceva. Perchè a precederlo a fine gara ci sono solo il padrone di casa Baba (2,30 al primo tentativo) e l'altro azzurro Marco Fassinotti che per mettere in bacheca il successo ha dovuto eguagliare il proprio primato italiano indoor di 2,34 ("soffiato" proprio a Chesani poco meno di un anno fa), misura che lo conferma in vetta alle attuali liste mondiali del 2015. 

Così come Alessia Trost. La friulana si è ripresentata in pedana nella condizione migliore, dimostrando di aver digerito tutti i postumi degli acciacchi della scorsa stagione: i primi salti moravi sono serviti per scartavetrare un po' di ruggine, poi l'airone pordenonese ha completato il decollo, mettendo a segno un 1,96 sin qui mai raggiunto da altre nel nuovo anno. Sempre più in alto, verrebbe da dire.

 

Ed ora aspettiamo il 4 febbraio, quando Chesani si ripresenterà in pedana a Banska Bystrica.

 

Per saperne di più

 

 



Condividi con
Seguici su: