Matteo Giupponi e Federica Curiazzi i campioni italiani della 35 Km

16 Gennaio 2022

A Pescara il carabiniere domina in 2h 33'45". La bergamasca supera la Colombi, fermata dai giudici

 

Pescara ha ospitato domenica 16 gennaio il campionato italiano di marcia di Km 35, nuova distanza olimpica al posto della storica Km 50, che ha visto l’ultima apparizione a Tokyo. La gara era anche indicativa per le convocazioni in vista dei Campionati Mondiali a squadre di marcia in programma il 4-5 marzo a Muscat, in Oman. L’organizzazione della manifestazione, che prevedeva anche gare di Km 20 e Km 10 giovanili valide per i campionati di società, è stata curata dalla società Passologico Pescara. Poco meno di 200 gli atleti iscritti in totale alle varie gare del programma tecnico.

Si sono laureati campioni italiani Matteo Giupponi (Carabinieri) e Federica Curiazzi (Atletica Bergamo1959). Entrambe le gare sono state caratterizzate da sorprese legate a penalizzazioni regolamentari comminate dai giudici, che hanno coinvolto atleti di testa. Nella 35 Km maschile, non è stato mai in discussione il primo posto di Giupponi, che ha vinto il quarto titolo italiano in carriera e stabilito anche il nuovo primato personale con 2h 33’45”. Alle sue spalle si sono dati battaglia per il podio, ma ci sono stati i pit stop di penalizzazione imposti dai giudici all’azzurro Giorgio Rubino (Fiamme Gialle), poi squalificato definitivamente, quindi a Teodorico Caporaso (Virtus Emilsider Bologna), uno dei quattro reduci dalle olimpiadi di Tokyo, scivolato al quinto posto, a Stefano Chiesa (Carabinieri), finito quarto. Ne hanno saputo approfittare i giovani Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle) al primato personale con 2h 34’42” dopo una bella rimonta su Giupponi che si stava per concretizzare, e Aldo Andrei (Quercia Trentingrana) 2h 34’46”, terzo. La 35 Km femminile è stata decisa dalla penalizzazione inflitta dai giudici a Nicole Colombi (Carabinieri) a 10 Km dal traguardo, che ha permesso alla Curiazzi di superarla e chiudere in 2h 52’24”, Colombi seconda in 2h 54’32”, terza Sara Vitiello (Atletica Montanari Gruzza) 3h 00’12”.   

La 20 Km femminile è stata vinta, come da pronostico, dall’azzurra reduce da Tokyo Valentina Trapletti (Esercito), che ha fatto gara di testa senza particolare impegno agonistico chiudendo in 1h 36’58, seconda la giovane Anna Ferrari (Atletiac Riviera del Brenta) 1h 40’48”. Nella 20 Km maschile, bella vittoria del giovane Gianluca Picchiottino (Fiamme Gialle) in 1h 22’08” sul veterano azzurro reduce da Tokyo Federico Tontodonati (Aeronautica Militare) 1h 23’37”.

La marcia abruzzese è stata onorata dall’ottimo esordio sulla Km 10 Allieve di Silvia Parente (Tethys Chieti), classe 2006, terza con il tempo di 51’28”, dietro Giulia Gabriele (Fiamme Gialle Simoni) 48’53” e Beatrice Bertolone (CUS Torino) 50’49”. Nella stessa gara, 10^ Martina Sciannamea (Tethys Chieti) 56’22”. Nella Km 10 Allievi, 11° Ivan Ragozzino (Tethys Chieti) 50’57”,12° Federico Ciaschetti (Tethys Chieti) 51’03”. Nella Km 20 femminile, che assegnava anche il titolo Master, terzo posto di Adriana D'Orazio (Passologico) in 2h 28'30".  


Podio Km 10 Allieve


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate