Al via gli Europei di Monaco con due abruzzesi

14 Agosto 2022

Subito l'esordio in maratona di Daniele D'Onofrio, nel primo giorno di gare. Nel secondo giorno Gaia Sabbatini, batterie 1500

 

Iniziano questa mattina lunedì 15 agosto i Campionati Europei a Monaco di Baviera, e dureranno fino a domenica 21 agosto. Nel primo giorno di gare c’è subito l’esordio in maratona (Km 42,195) di Daniele D’Onofrio, alle 11.30. E’ uno dei due abruzzesi presenti agli Europei. L’altra è Gaia Sabbatini, che disputerà la batteria di qualificazione dei 1500 martedì 16 agosto alle ore 10.15. L’eventuale finale è in programma venerdì 19 agosto alle 20.45.

D’Onofrio, atleta di Scontrone delle Fiamme Oro, cresciuto nell’Atletica Gran Sasso, vanta il sedicesimo accredito stagionale tra gli iscritti alla maratona con 2h 11’43”. I partecipanti sono in totale 81, ma bisognerà fare i conti anche con undici atleti con primati personali sotto le 2 ore e 10 minuti non stabiliti quest’anno. Sulla carta potrebbero dire la loro per i primi posti.

Con D’Onofrio prenderanno il via altri quattro azzurri, due dei quali papabili per il podio: Ilias Aouani (Fiamme Azzurre), quinto accredito stagionale tra gli iscritti con 2h 08’34”, Daniele Meucci (Esercito), sesto accredito stagionale con 2h 09”25, campione europeo nel 2014 a Zurigo. Gli altri azzurri sono Stefano La Rosa (Carabinieri) stagionale di 2h 11’24”, René Cuneaz (CUS Pro Patria Milano), stagionale di 2h 12”48. 

Gaia Sabbatini, reduce dal buon collaudo al meeting di Montecarlo di mercoledì scorso con 4’04”96 (seconda prestazione personale stagionale), cercherà di riscattare l’eliminazione dalla finale dei Mondiali di Eugene, squalificata per aver involontariamente danneggiato un’avversaria nella semifinale. Questa volta arriva con una preparazione più accurata e con aspirazioni da protagonista. Vanta la quarta prestazione stagionale tra le iscritte con 4’01”93, che è anche il primato personale in carriera, stabilito al meeting di Eugene il 28 maggio scorso, in Diamond League. La favorita d’obbligo è la britannica Laura Muir, terza ai Mondiali e uno stagionale di 3’55”28, che sembra inattaccabile per l’oro. Con accrediti stagionali sopra i 4 minuti le altre: la rumena Claudia Bobocea, 4’01”10, e la polacca Sofia Ennaoui, quinta ai Mondiali con 4’01”43, che precede in graduatoria la Sabbatini. Sui 1500 saranno schierate anche Federica Del Buono (Carabinieri) con accredito di 4’03”45, settima in graduatoria europea, Ludovica Cavalli (Aeronautica Militare), con accredito di 4’05”79.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate