Zagabria, azzurri sulla strada per Doha

02 Settembre 2019

Martedì 3 settembre il meeting croato: Randazzo alla ricerca della misura nel lungo, test per Dallavalle (triplo) e Perini (110hs). Hooper nei 200, giornata no per Fabbri nell'anteprima del peso


 

Atleti italiani in gara a Zagabria nell’ultima tappa del circuito World Challenge IAAF, che nell’anteprima di oggi ha visto Leonardo Fabbri al tredicesimo posto nel peso sotto la pioggia. Il fiorentino dell’Aeronautica non è andato oltre 18,54 al primo lancio, seguito da due nulli, mentre il successo è andato all’iridato neozolandese Tom Walsh (21,98) sugli statunitensi Darrell Hill (21,50) e Joe Kovacs (21,22). Martedì 3 settembre l’azzurro del salto in lungo Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) torna in pedana dopo il primato personale di 8,07 a Rovereto. La lista degli iscritti è ricca di nomi di peso: tra tutti il campione del mondo e argento olimpico Luvo Manyonga (8,37 quest’anno) e gli altri sudafricani Zarck Visser (8,41 nel 2019) e Ruswahl Samaai (8,21 in stagione). Il 23enne siciliano punta a incrementare il proprio limite e ad avvicinare l’8,17 indicato come standard d’iscrizione per i Mondiali di Doha, o in alternativa può andar bene una misura non lontana dal “minimo” per garantirsi l’accesso grazie ai target numbers. 

Sulla pedana della capitale croata, ma nel triplo, si presenta Andrea Dallavalle, al primo banco di prova di un meeting internazionale: il bronzo europeo under 23 di Gavle testa la condizione in vista della rassegna iridata, centrata grazie al salto di 16,95 nella finale continentale di categoria. Liste alla mano, è una riedizione di quella gara di metà luglio: in azione anche il vincitore turco Necati Er (17,37) e l’azero Nazim Babayev (17,06 quest’anno). Ma occhio alla pattuglia cinese che può contare su Wu Ruiting (17,47) e Zhu Yaming (17,40). Negli ostacoli, un altro test verso Doha per Lorenzo Perini (Aeronautica), 13.46 in semifinale all’Universiade di Napoli, che sulla propria strada incontra il russo argento mondiale ed europeo Sergey Shubenkov. Ancora 200 metri per Gloria Hooper (Carabinieri), scesa di recente a 23.16 sulla pista di Bruxelles, a Zagabria impegnata contro la statunitense Brittany Brown, la bahamense Tynia Gaither e la britannica Jodie Williams.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- ORARIO/Timetable


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate