Weekend con molte prove giovanili




 
Sono soprattutto i meeting su pista a contraddistinguere questo lungo weekend che andrà dal sabato al lunedì (Festa della Repubblica) per l'atletica nazionale. In particolare, con i big impegnati in giro per il Vecchio Continente, la prima domenica di giugno propone importanti appuntamenti giovanili: A Chiari (Bs) terza edizione del locale meeting giovanile riservato a cadetti ed allievi maschile e femminile con le gare che inizieranno alle ore 10,00 per concludersi alle 16,30. Il meeting lombardo sarà valido quale seconda prova del Grand Prix giovanile d'Italia e curiosamente la giornata propone anche la terza prova, in quel di Terni, coincidente con il 3. Trofeo Ahmed Costruzioni, sempre per allievi e cadetti. Restando in tema di atletica giovanile, lunedì a Siena è in programma il Meeting Giovanile dell'Amicizia dell'Uisp.

A Gandellino, in provincia di Bergamo, si assegnano domenica i titoli nazionali giovanili di staffetta per la corsa in montagna. Torneranno quindi in gara i protagonisti della rassegna tricolore individuale di Roncobello e si spera che questa volta il tempo sia più clemente. I vincitori delle quattro prove di Roncobello cercheranno di bissare il titolo in coppia, impresa non di facile realizzazione. La prima gara partirà alle ore 9,30.

Per quanto riguarda le prove su strada, sabato 31 maggio si disputa il 6. Trofeo Città di Ghedi (Bs) sulla distanza di 10,320 km. E la provincia bresciana è protagonista anche due giorni dopo con la 20. edizione del Grand Prix del Sebino a Paratico, su 10,200 km per gli uomini e 5,3 per le donne. A Capua (Na) sempre lunedì 4. edizione della "Corri per la Repubblica" su 10 km mentre da Campobasso parte sabato per concludersi lunedì la prova a tappe "Sui Tratturi del Molise" che nell'arco delle tre frazioni avrà tre "lepri" d'eccezione quali Luciano Di Pardo e Andrea Lalli (FF.GG.) e Giacomo Leone (FF.OO.). Ricordiamo comunque che per l'attività su strada il fine settimana vive soprattutto sulla 100 Km del Passatore da Firenze a Faenza e sulla mezza maratona di Atripalda, ambedue valide quale Campionato Italiano.

g.g.

Nella foto: Luciano Di Pardo, impegnato nel "suo" Molise (archivio Fidal)




Condividi con
Seguici su: