WEEK-END SENZA ACUTI PER I BIG MARCHIGIANI




 

Avrà sicuramente tante altre occasioni Daniela Reina per tentare il minimo di partecipazione (51.55) per le prossime Olimpiadi di Pechino. A dire il vero la camerte delle Fiamme Azzurre sperava di chiudere il discorso già oggi al 37° Meeting Gran Prix Iaaf di Rieti, ma, purtroppo, non è riuscita a ripetere l’impresa che, un anno fa, in occasione della stessa manifestazione le aveva regalato il 51.18 del record italiano dei 400 m. Colpa anche del vento che se da un lato ha sospinto (+1.7) il giamaicano Asafa Powell verso lo strepitoso 9.74 del nuovo record del mondo dei 100 m, per Daniela e i suoi 44 chili ha, invece, finito per rappresentare un autentico muro, costringendola ad accontentarsi di un modesto 53.37 con cui non è riuscita ad andare oltre l’ottavo posto. La Reina si appresta ora, tra meeting e finale dei CdS, a vivere le ultime battute di una stagione che le ha dato, oltre all’ennesimo titolo italiano, anche la semifinale ai Mondiali di Osaka.

 

Nessun fuoco d’artificio nemmeno dal Decanation di Parigi dove l’ascolano campione d’Italia Paolo Capponi ha chiuso al sesto posto nel getto del peso con 18,19 m al secondo lancio. Questa la serie completa  dell’azzurro delle Fiamme Oro: 18,09 – 18,19 – 17,88.  

 

Per chiudere una nota di colore che riguarda un altro azzurro marchigiano, ovvero lo sprinter sangiorgese Luca Verdecchia che domenica prossima a Rieti, città in cui vive e si allena ormai da tanti anni, porterà (di corsa) all’altare l’ostacolista Cristina Chiani per un matrimonio che si preannuncia veramente “atletico”.



Condividi con
Seguici su: