Varsavia: bene la Romagnolo sui 1500




 

E' in gran forma Elena Romagnolo. Bella performance della primatista italiana dei 3000 siepi al "55° Memorial J. Kusocińskiego" di Varsavia dove, in gara sui 1500, ha fermato il cronometro a 4:07.98. Per la mezzofondista dell'Esercito si tratta nettamente del primato personale, con un progresso di quasi 10 secondi rispetto al 4:17.03 corso a Milano nel giugno 2005 che la proietta tra le prime dieci migliori italiane di sempre. La Romagnolo si è classificata ottava, mentre la vittoria è andata alla britannica campionessa juniores iridata Stephanie Twell, prima in 4:03.62.
Tra gli altri italiani che hanno preso parte alla riunione di Varsavia c'era anche il primatista italiano dei 400 m Andrea Barberi (Fiamme Gialle) che con 46.71 - 3 centesimi meglio del suo esordio di Pescara - ha chiuso al settimo posto della sua serie dietro a una pattuglia di polacchi guidata da Marcin Marciniszyn (45.80). Nello sprint Roberto Donati (Esercito), dopo il 10.53 (-1.8) della batteria, in finale parte in 0.164 e si piazza al terzo posto in 10.45 (+0.9). Giornata senza acuti, invece, per la martellista Silvia Salis (Forestale) che finisce settima con un per lei normalissimo 64,54 m al terzo lancio.

In Germania allo Sparkassen Gala Regensburg, Lukas Rifesser (Esercito) supera all'ultima curva il tedesco Eberhardt (1:48.62) e vince gli 800 in 1:48.20, alla fine di una gara complessivamente poco veloce con un passaggio al primo giro in 54.19. Vittoria anche per Agnes Tschurtschenthaler (Forestale) nei 1500 con il PB di 4:17.26. 

Nella foto, Elena Romagnolo (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: