Under 20 Tricolori verso gli Europei di Grosseto

08 Giugno 2017

Da venerdì 9 a domenica 11 giugno vanno in scena i Campionati Italiani Juniores e Promesse, per gli Under 20 tappa fondamentale verso la rassegna continentale di categoria dal 20 al 23 luglio


 

di Raul Leoni

L’Operazione Grosseto è partita da tempo, ma la composizione della squadra azzurra per gli Europei Juniores in programma tra un mese e mezzo (20/23 luglio) uscirà in gran parte proprio dalla rassegna di Firenze (9/11 giugno, edizione numero 60). Soliti grandi numeri – parliamo di oltre 900 presenze-gara per la sola categoria U20 – e la certezza di vivere la grande avventura continentale in Toscana per tutti coloro che, già in possesso del “minimo”, indosseranno la maglia tricolore. A parte Filippo Tortu (capolista europeo dei 100 col 10.15 di Savona) che viaggia già in una dimensione più ampia e affronta l’emozione del Golden Gala, per tutti gli altri il crocevia obbligato sarà quello dell’impianto ora intitolato “Asics Firenze Marathon Stadium”: da Vladimir Aceti (Vis Nova Giussano, leader continentale dei 400 con 46.30) a Elisa Di Lazzaro (Cus Parma, la pluriprimatista degli ostacoli è quest’anno la numero 4 delle liste, 13.24), dallo sprinter Nicholas Artuso (Atl. Villafranca, a ridosso della zona medaglia “virtuale” con il suo 10.42 sui 100) ai campioni in carica degli Europei U18 di Tbilisi Alessandro Sibilio (Riccardi 1946, per ora a 52.40 nei 400hs e un bel 47.19 sul piano) e Desola Oki (Cus Parma, 13.67 in stagione ma 13.64 PB lo scorso anno con gli ostacoli alti).

Nomi a parte, il responsabile federale Stefano Baldini è per ora concentrato sui numeri: “Abbiamo lasciato inalterati gli standard EA e i criteri: per ora siamo a quota 100 in termini di minimi già conseguiti, da parte di 90 atleti: naturalmente c’è grande abbondanza in alcune specialità, mentre altre devono essere coperte. Molte risposte le attendiamo da Firenze, ma c’è la possibilità che venga allestito come in passato un 10000 riservato a juniores e promesse proprio per allargare la base di candidati sulla distanza”.    

Nel totale dei candidati sono compresi anche gli allievi in possesso del minimo, vista la rinuncia ai Mondiali U18 di Nairobi: “Sì, ma attenzione: per questa fascia di età sono previsti altri appuntamenti internazionali quali la Coppa Jean Humbert di Nancy (gare dal 26 al 28 giugno) e poi l’Eyof di Gyor (24/28 luglio), riservato ai ragazzi del 2001 e 2002. Insomma, cercheremo di misurare gli obiettivi in modo mirato perché in queste due manifestazioni saranno già interessati 36 atleti”. In ogni caso per gli allievi sarà il caso di attendere anche la loro rassegna tricolore di categoria, la prossima settimana a Rieti (16/18 giugno): dove sarà pure inserita una serie extra delle staffette per testare i quartetti U20 e U23 in prospettiva europea.

Alla fine dei giochi, Grosseto dovrebbe vedere impegnata una formazione di 75/80 atleti. Alcuni degli aspiranti al podio si sono già messi in luce in questo primo scorcio di stagione, tuttavia il settore tecnico sta monitorando un certo numero di situazioni: come l’argento di Tbilisi nel triplo, Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza), tornato in caccia dei 16 metri, o altri “big” degli ultimi Mondiali U18 di Cali, l’oro dell’alto Stefano Sottile (la new entry delle Fiamme Azzurre è ancora tormentato da un problema muscolare) o la finanziera Ilaria Verderio, che quest’anno si concentrerà sui 400 piani e punterà direttamente agli Assoluti di Trieste. In recupero anche la finalista dei 200 in Colombia, Alessia Pavese (Atl. Bergamo Oriocenter), che è tornata ad insidiare le reginette dello sprint Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atl.) e Zaynab Dosso (Corradini Excelsior): senza dimenticare la coppia da podio degli 800 in Georgia, Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) e Andrea Romani (Riccardi 1946) e una lanciatrice da medaglia come Sydney Giampietro (Fiamme Gialle), ancora frenata da qualche problema fisico. Il settore del mezzofondo ci ha finalmente restituito una Francesca Tommasi (Insieme New Foods) molto ambiziosa – la veronese era stata bronzo già da cadetta nei 3000 dell’Eyof a Utrecht 2013 – oltre a nomi in crescita come Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso) e Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni). Per le sorti delle staffette del miglio fanno sorridere anche i progressi di Lapo Bianciardi (Assi Giglio Rosso, 47.38 per il ragazzo di casa) come pure il recupero di Linda Olivieri (la novarese è ora all’Atletica Monza) e il ritorno verso tempi di eccellenza di Rebecca Borga (Atl. Riviera del Brenta).

Novità sul fronte dei rinforzi, come azzurrabili in prospettiva: “Un solo caso al momento – chiarisce Baldini – ed è il velocista reggiano di origini romene Alexandru Zlatan (La Fratellanza 1874, 10.56 quest’anno e 10.50 PB), ormai in dirittura d’arrivo con il giuramento che chiude il processo di naturalizzazione. Siamo ragionevolmente sicuri che entro la fine di giugno sarà disponibile per un’eventuale convocazione”.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- LE LISTE ITALIANE U23 DI SEMPRE
- LE LISTE ITALIANE U20 DI SEMPRE


Condividi con
Seguici su: