Trost per ''Athletic for Better World''

08 Aprile 2014

L'azzurra a Belek (Turchia) per presentare il progetto IAAF per lo svilupoo sociale insieme al presidente Lamine Diack e Jackie Joyner-Kersee

 

Alessia Trost si trova a Belek, in Turchia, scelta dalla IAAF per il lancio del nuovo programma 'Athletics for a Better World' (ABW), volto a impiegare l’atletica, sport universale per eccellenza, come strumento per promuovere il cambiamento sociale in tutto il mondo e che vedrà la federazione internazionale collaborare con organizzazioni quali l’ONU, il CIO e Peace & Sport. Il progetto è stato presentato oggi dal presidente della IAAF Lamine Diack, che ha voluto al suo fianco la leggenda dell’eptathlon Jackie Joyner-Kersee e proprio l’azzurra Alessia Trost, campionessa europea under 23 in carica di salto in alto e scelta come rappresentante della nuova generazione di campioni. Al fianco dell’azzurra e a alla tre volte Olimpionica Joyner-Kersee altri dieci testimonial d’eccezione, nomi leggendari dell’atletica mondiale e campioni di sempre come Marie-José Pérec, Wilson Kipketer, Paula Radcliffe, Kajsa Bergqvist, Koji Murofushi, Joanna Hayes, Valerie Adams, Shelly-Ann Fraser-Pryce, Fabiana Murer e Tegla Loroupe.

“Sono felice e orgogliosa – ha commentato Trost -  di aver avuto l’opportunità di prendere parte a questo grande evento.

 Alessia Trost

Mi è capitato di riflettere sul perché faccio atletica e la risposta è che sport significa anche cultura. L’atletica dona alle persone la consapevolezza di poter esprimere il meglio di sé, in qualunque momento o in qualunque luogo questo avvenga”. Il progetto, presentato durante la convention SportAccord, in agenda dal 6 all’11 aprile nella provincia turca di Antalya e dal titolo ‘Il potere dello sport’, vuole essere una sorta di piattaforma per organizzazioni e persone che condividono le quattro linee ispiratrici: salute, ambiente, inclusione sociale e pace. Tutte le componenti del mondo dell’atletica unite, per ispirare un cambiamento sociale. La portacolori delle Fiamme Gialle ha fatto parte anche di un panel con i giornalisti Nick Butler e Petr Sedivy, l’atleta paralimpica Megan Harris e la campionessa mondiale di nuoto Katinka Hosszu che ha discusso temi quali l’uguaglianza nel mondo sportivo, il valore dell’integrità e le opinioni dei giovani sullo sport di oggi.

a.c.s.

ATHLETICS FOR BETTER WORLD - IL VIDEO

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: