Trofeo Zotko, tre azzurri a 2,27




 

Nicola Ciotti si è aggiudicato questo pomeriggio a Formia il Trofeo Robert Zotko, la manifestazione di salto in alto organizzata alla Scuola Nazionale di Atletica Leggera che ha visto la partecipazione dei migliori specialisti italiani. Il carabiniere ha superato l'asticella alla misura di 2,27, la stessa quota violata da Filippo Campioli (Esercito) e Alessandro Talotti (Carabinieri), finite nell'ordine in virtù della sequenza di errori in gara. Per Nicola Ciotti (2,27 alla prima prova, e almeno due tentativi di assoluto valore ai successivi 2,30) un successo che fa morale in vista della fase più calda della stagione; alle spalle dei primi tre, il gemello di Nicola, Giulio (Fiamme Azzurre), salito a 2,24, e la fiamma Gialle Andrea Lemmi, 2,20. Soddisfazione è stata espressa da Angelo Zamperin, il responsabile del salto in alto azzurro: "Era da un po' che tre italiani non saltavano insieme 2,27 è il miglior completamento di un buon ciclo di lavoro svolto qui alla Scuola". La gara è stata anche l'occasione per svolgere dei test di analisi cinematica sui saltatori italiani; test che in mattinata hanno visto coinvolte anche Antonietta Di Martino ed Elena Meuti. L'argento mondiale di Osaka (che farà il suo debutto il primo giugno nella tappa d'apertura della Golden League di Berlino), si è espressa su misure di discreto valore internazionale, palesando una condizione già interessante.

m.s.

Nella foto, Nicola Ciotti (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: