Tricolore Master, pioggia di MPI

29 Giugno 2013

La rassegna nazionale “over 35” in pieno svolgimento a Orvieto regala grande agonismo e un’altissima partecipazione: 1440 atleti e 2850 atleti-gara

 

Sfide combattute ai Campionati Italiani Master, in pieno svolgimento a Orvieto (TR), con un gran numero di partecipanti: 1440 atleti e 2850 atleti-gara per la rassegna tricolore “over 35” su pista. Anche la seconda giornata regala emozioni e risultati notevoli, davanti a una tribuna affollata di pubblico, e cadono altre migliori prestazioni nazionali in una mattina che parte con buone condizioni meteo: sole e temperatura gradevole intorno ai 25 gradi. Nel lungo MM45 conquista il nuovo record Massimiliano Rizzieri (Cus Torino Master) con 6,62 (+1.2), invece nell’alto maschile viene superato un limite storico, quello del compianto Vittorio Colò, che riuscì a saltare 1,02 fra gli MM85 quando vinse i Mondiali master a Durban nel 1997. Il nuovo primatista è Silvano Pierucci (Sef Macerata) con 1,05. Tra le donne, continua a salire l’altoatesina Ingeborg Zorzi (Sc Meran Forst Volksbank) capace di valicare l’asticella a 1,23 per aggiungere tre centimetri al suo recente primato dell’alto MF65. Le gare sui 100 metri prevedono uno spettacolare doppio turno, con il titolo in palio nello scontro diretto della finale, ma già dalle batterie c’è un significativo progresso nella categoria MF50 dove Marinella Signori (Atl. Virtus Castenedolo), ex azzurra della velocità, corre in 13.28 (+0.1) sottraendo il primato a Daniela Ferrian, e poi si aggiudica la finale in 13.33 (+1.0), mentre un vento favorevole oltre la norma toglie la soddisfazione del record MF40 alla milanese Denise Neumann (Abc Progetto Azzurri) che si impone in 12.40 (+2.9). In alcune gare viene inaugurato l’elenco dei primati: è il caso dei 2000 siepi MF50 per merito di Patrizia Passerini (Acquadela Bologna) con 8:19.16, anche dei 1500 MM90 grazie ad Antonio Nacca (Amatori Masters Novara) che chiude in 8:36.40, e nei 100 metri MM95 con il 26.69 (0.0) di Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone). Proprio nella categoria MM95 c’è un duello inedito sulla pedana del disco: il 97enne Ottaviani prevale per appena dieci centimetri (13,44 a 13,34) su Giuseppe Rovelli (Daini Carate Brianza), classe 1918, dopo un bel botta e risposta. Nelle gare conclusive della giornata inaugurale di venerdì nonostante la pioggia, il programma è stato comunque rispettato con appassionanti sprint nelle prove sui 5000 metri. Domani, allo stadio Luigi Muzi di Orvieto, il gran finale della manifestazione. (ha collaborato Michele Minelli - CR FIDAL Umbria)

Luca Cassai

RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: