Tortu di nuovo in pista: ''Caviglia OK, mi alleno''

29 Giugno 2017

Il 18enne velocista azzurro ha ripreso la preparazione a pieno ritmo. "Agli Europei Under 20 di Grosseto ci sarò".


 

Filippo Tortu è tornato a correre. Il 18enne sprinter azzurro ha ripreso la preparazione da qualche giorno, dopo aver pienamente recuperato la distorsione alla caviglia sinistra subita giovedì 8 giugno a poche ore dal 20.34 sui 200 al Golden Gala Pietro Mennea. "Sto bene, non sento dolore - racconta dal campo di allenamento, ancora con il fiatone dopo l'ultimo sprint -. Oggi ho fatto delle ripetute sui 60 metri; in realtà erano in programma dei 30 metri, ma c'è stato un acquazzone e abbiamo preferito cambiare all'ultimo momento".

I tempi di ripresa dall’infortunio sono stati più brevi del previsto, anche grazie ad un efficace percorso riabilitativo: “Filippo è stato ammirevole” commenta papà Salvino mentre cronometra l’allenamento di oggi. “Si è allenato in palestra e in piscina, e di notte si sottoponeva alla magnetoterapia. Il tutto mentre portava avanti un impegno gravoso come quello degli esami di maturità”.

A tre settimane dall’incidente in piazza di Spagna (una banale storta sull’ultimo gradino della famosa scalinata, mentre salutava gli amici dopo una pizza insieme), Filippo Tortu ha ripreso dunque ad allenarsi a pieno ritmo. “Voglio arrivare agli Europei Under 20 di Grosseto nella miglior forma possibile. Intanto lunedì 3 luglio mi aspetta una gara molto importante: l'orale della maturità". Gli fa eco il padre: "Dobbiamo tener conto delle tre settimane in cui non si è potuto allenare in pista, ma una cosa è certa: Filippo a Grosseto ci sarà”. 

Al Golden Gala Filippo Tortu è stato quarto nei 200 metri chiusi con il primato personale di 20.34, quarta prestazione italiana di sempre e seconda under 20 a sei centesimi dal 20.28 di Andrew Howe. Davanti a lui solo tre fuoriclasse come Andre De Grasse (20.01), Christophe Lemaître (20.29) e Ameer Webb (20.33).

a.c.s.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: