Tortu a Rovereto con Sani Brown e Burrell

24 Agosto 2019

Al Palio della Quercia di martedì 27 agosto il primatista italiano sfida il giapponese (9.97 nel 2019) e lo statunitense nei 100 metri. In pista la campionessa mondiale Tori Bowie e tanti azzurri. Diretta tv su RaiSport


 

di Luca Perenzoni (FIDAL Trentino)

Il Palio Città della Quercia di martedì 27 agosto sarà ancora una volta stellare, per una serata che come annunciato vedrà il rinnovato stadio Quercia di Rovereto ospitare il ritorno alle gare del primatista italiano dei 100 metri Filippo Tortu (Fiamme Gialle) che dopo un paio di mesi di stop è pronto per ripresentarsi sui blocchi di partenza a poco più di quattro settimane di distanza dall'appuntamento con i Mondiali di Doha. Sul rettilineo del Quercia il 21enne brianzolo sarà protagonista di un primo test interessante, in una gara che propone tra gli iscritti anche il giapponese Abdul Hakim Sani Brown, campione mondiale allievi nel 2015 ed in stagione già capace di 9.97, lo statunitense figlio d'arte Cameron Burrell (personale di 9.93, quest'anno 10.12) ed il connazionale Demek Kemp (10.03). Una prima uscita già probante, dunque, per l’unico italiano della storia capace di infrangere il muro dei 10 secondi.

TANTO SPRINT - Velocità che sarà protagonista della serata trentina anche al femminile grazie alla presenza del nome più prestigioso del meeting, quello della statunitense Tori Bowie, protagonista a Rio 2016 di un trittico di medaglie con l'oro nella 4x100, l'argento nei 100 ed il bronzo nei 200, prima di laurearsi campionessa mondiale nei 100 (e staffetta) dodici mesi più tardi a Londra. In fase di pieno recupero da un infortunio, la statunitense ha scelto Rovereto per un test di avvicinamento alla rassegna iridata. La giamaicana Stephenie-Ann McPherson - campionessa mondiale della 4x400 nel 2015 e argento olimpico a Rio - sarà invece il punto di riferimento del giro di pista, prova che vedrà al via anche l'altra jam Chrisann Gordon e la campionessa tricolore Giancarla Trevisan (Bracco Atletica), mentre dalla seconda serie arriveranno indicazioni utili per la staffetta 4x400 azzurra dei Mondiali di Doha. Al maschile il trinidegno Machel Cedenio, il giamaicano Akeem Bloomfield ed il connazionale Nathon Allen garantiranno una sfida di alto profilo che potrebbe ispirare anche il carabiniere Edoardo Scotti, campione europeo under 20.

QUANTI AZZURRI - Restando in tema, tanti saranno gli azzurri in gara, dalla presenza in pedana dei finanzieri Claudio Stecchi (asta), Alessia Trost (alto), Filippo Randazzo (lungo), Carolina Visca (giavellotto), Mauro Fraresso (giavellotto), fino a Lorenzo Perini (Aeronautica, 110hs) e alla rientrante Yadisleidy Pedroso (Aeronautica, 400hs) sugli ostacoli, e nel mezzofondo Simone Barontini (Fiamme Azzurre, 800), Marouan Razine (Esercito, 5000) ed Eleonora Vandi (Avis Macerata, 800). Di particolare interesse su diversi livelli si presentano i 3000 siepi dove la padrona di casa Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana) nutre tutte le intenzioni di accompagnare ai due titoli tricolori conquistati in stagione (siepi e 10.000) anche un risultato di prestigio nelle siepi, in una gara che si preannuncia di alto livello con l'etiope Etenesh Diro, l'australiana Genevieve Lacaze, la keniana Fancy Cherono, l'albanese Luiza Gega, la turca Ozlem Kaya con tutta la curiosità che segue la debuttante Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), pronta a misurarsi con una disciplina diversa dal consueto, pochi giorni dopo aver siglato il record italiano juniores dei 3000 e meritato l'argento agli Europei U20 sui 5000 metri.

BIG INTERNAZIONALI - Passando in rassegna gli altri big della serata del Palio, negli 800 i keniani Alfred Kipketer e Michael Saruni vantano primati stagionali attorno a 1:44, mentre nel lungo l'australiano Henry Frayne ed il giamaicano Tajay Gayle hanno già dimostrato confidenza oltre gli 8,30. Restando in pedana, il vicecampione europeo Timor Morgunov sarà capofila nell'asta, imitato nel giavellotto dal lituano Edis Matusevicius. Al femminile la keniana Eunice Sum metterà in mostra il titolo mondiale negli 800 metri del 2013, il salto in alto (con appunto la Trost, 1,94 agli Europei a squadre di Bydgoszcz) vedrà impegnata la fresca campionessa europea juniores Yaroslava Mahuchikh, la tedesca Marie-Laurence Jungfleisch e le protagoniste dell'Universiade di Napoli, le ucraine Yuliya Chumachenko e Iryna Gerashchenko. Nei 400 ostacoli la danese Sara Slott Petersen e la giamaicana Janieve Russell sono in predicato di inscenare un acceso testa a testa.

STAFFETTE TRICOLORI - Le gare avranno inizio alle 19, quando si entrerà nel vivo con la staffetta 4x400 donne che vale il titolo italiano, recuperando il tricolore non assegnato agli Assoluti di Bressanone a fine luglio.

LA PRESENTAZIONE - L’edizione numero 55 del Palio Internazionale Città della Quercia è stata presentata stamane nel cuore di Rovereto, in un Urban Center che ha accolto tra gli altri il sindaco Francesco Valduga, l'assessore provinciale Achille Spinelli, la presidente del CONI Trentino Paola Mora, il leader del Comitato FIDAL Trentino Fulvio Viesi e tante altre autorità del mondo politico e sportivo trentino. La serata del Palio permetterà quindi di inaugurare anche la nuovissima pista dello stadio Quercia, rinnovata nel manto e nel colore. In corso di ultimazione anche i lavori per intitolare le due curve dello stadio a due figure di spicco nella storia dello sport di Rovereto come Edo Benedetti - fondatore dell'Us Quercia Trentingrana e mente ispiratrice dello stesso stadio - e Remo Albertini, storico presidente dell'FC Rovereto, società che festeggia nel 2019 i cento anni di vita.

GIORDANI: “NUOVA PISTA SUL MODELLO DI BERLINO” - Il Presidente dell'Us Quercia Trentingrana Carlo Giordani non nasconde la soddisfazione per aver potuto allestire ancora una volta un Palio di grande valore, grazie al lavoro del Meeting Director Gigi D'Onofrio. "La notizia della partecipazione di Filippo Tortu ha catalizzato notevoli attenzioni - le sue parole - e martedì a Rovereto saranno attesi media da tutto il mondo, non solo dall'Italia. È la conferma di come la piccola Rovereto sappia sempre recitare un ruolo importante anche nel panorama internazionale. E la nuova pista, realizzata sul modello di quella di Berlino, sarà un motivo in più per aumentare gli sforzi della società e degli impagabili volontari nel futuro. A breve l'iter per il rifacimento della tribuna est con inserimento di una struttura indoor entrerà nel vivo e già si parla di tentare, nel 2021, il riuscito esperimento del 2014, con Rovereto sede dei Campionati Italiani Assoluti, sempre che le energie ce lo consentano. Intanto godiamoci questo Palio: saranno quasi tutte gare di grande interesse e non è poco in un momento di calendario che ci vede stretti tra le due tappe di Diamond League di Parigi e Zurigo e ad un mese da Doha".

BLU CIELO - Primavera e prima parte di estate hanno ridato a Rovereto una pista pienamente performante. La precedente era ormai logora e l'intervento della Provincia Autonoma di Trento e del Comune di Rovereto hanno permesso un rapido lavoro di rifacimento (costo complessivo dell'operazione, 690 mila euro), con il fondo - colore blu cielo - realizzato con manto Regupol della ditta tedesca BSW, proprio come la pista dell'Olympiastadion di Berlino, sede dei Mondiali 2009 e degli Europei 2018. 

TV - Il Palio Città della Quercia di Rovereto sarà trasmesso in diretta su Rai Sport dalle 20.30 alle 22.30 di martedì 27 agosto con telecronaca di Franco Bragagna.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Tori Bowie (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: