Torna "Atletica", ed è anche scaricabile dal sito




 
La rivista "Atletica", la storica pubblicazione lanciata da Bruno Zauli nel 1933, torna ai suoi lettori dopo uno stop nella periodicità d'uscita durato circa sei mesi. L'interruzione, come molti sanno, è stata causata dalla crisi nei rapporti con l'azienda incaricata della stampa. Crisi risolta con l'assegnazione dell'incarico - è storia di pochi giorni fa - ad un nuovo partner. Dopo una lunga attesa, tornati a disporre della testata, ci siamo trovati di fronte ad un bivio ideale, ovvero ad una scelta tra due possibili soluzioni. Domanda: da quale numero ripartire? Da quello consegnato per la lavorazione il 14 settembre scorso, relativo ai Mondiali di Helsinki (esteso magari agli avvenimenti dei mesi successivi)? O dall'attualità, cancellando di fatto, dalla memoria storica della rivista, l'evento più importante della passata stagione? Prima di rispondere, abbiamo sfogliato le raccolte di "Atletica". Ci è capitato tra le mani il numero dedicato agli Europei di Praga 1978, l'evento che fece innamorare del nostro sport tanta gente nel nostro Paese. Sfogliando le pagine, abbiamo rivissuto quelle emozioni: Mennea, la Simeoni, lo straordinario Venanzio Ortis: fotografie, numeri, racconti, battiti del cuore tradotti in parole. Grazie ad "Atletica", oggi, tutti noi possiamo ricordare in maniera completa Praga 1978. Così come ciò che è stato nel nostro micro-macro cosmo, dal 1933 in avanti. Ecco perché abbiamo scelto di stampare lo stesso gli ultimi due numeri della stagione 2005, riuniti in una unica edizione (già in viaggio verso i destinatari). Abbiamo scelto di non interrompere il filo della memoria. Sappiate però che il numero uno del 2006 è già in composizione (andrà in macchina la settimana prossima, a fine mese dovrebbe essere nelle vostre mani), e siamo al lavoro sul numero due, dedicato ai Mondiali di Mosca e all'ultima parte della stagione invernale (uscita: metà aprile). Dal numero due, la rivista completerà poi, con ogni probabilità, anche la sua mutazione grafica e di contenuti: meno attualità (salvo le grandi manifestazioni, ovviamente) e più spazio ai temi, all'approfondimento. Grazie anche al contributo di grandi firme del giornalismo che hanno accettato con entusiasmo (non è un modo di dire) di scrivere di atletica. Per fare un esempio concreto, il numero uno del 2006 contiene un articolo di Candido Cannavò, ed uno di Bruno Pizzul. Oltre ad interventi di altre firme prestigiose del panorama giornalistico nazionale. Abbiamo poi scelto di ridurre la tiratura per limitare i costi (arriveremo a 35.000 copie per numero), e per questo motivo, si è deciso di rendere disponibile a tutti il download di "Atletica" dalle pagine del sito. Cliccando sul link a fondo pagina, potrete scaricare l'ultimo numero del 2005 in formato .pdf, quindi leggibile dal computer o anche stampabile (attenzione: pur essendo in bassa risoluzione, "pesa" comunque 10 MB, sono sempre 96 pagine!). In maniera del tutto gratuita. Chi vorrà continuare a rivevere la rivista a casa (così come avverrà per il 2006, senza spese ulteriori, per società, tecnici, dirigenti, medici, giudici, e atleti della categoria Allievi), potrà abbonarsi ai sei numeri d'uscita, al costo di 20 Euro. Per farlo, è necessario effettuare il versamento sul C/C postale n. 40539009, specificando nella cusale "Abbonamento alla rivista Atletica". Buona lettura. File allegati:
- SCARICA LA RIVISTA IN PDF (10 MB)


Condividi con
Seguici su: