Tivoli: ecco la nuova pista verde

17 Ottobre 2017

Inaugurato il rinnovato manto dello stadio "Olindo Galli" con i big azzurri Baldini, Howe e Barberi


 

Un anello verde brillante intarsiato dal rosso delle pedane. La pista di atletica dello Stadio "Olindo Galli" di Tivoli ha un nuovo look. L'impianto, grazie a un importante intervento di ripristino messo in atto dalla locale amministrazione comunale con in prima linea il sindaco Giuseppe Proietti, oggi ha ufficialmente aperto le sue porte, a meno di mezz'ora di strada da Roma: otto corsie, una tribuna per quasi 4000 spettatori e un parcheggio da 800 posti. Protagonisti dell'evento oltre 200 giovanissimi alunni delle scuole primarie della città tiburtina che hanno potuto trascorrere una mattinata insieme a tre big dell'atletica azzurra: l'olimpionico di maratona Stefano Baldini, attuale DT del settore giovanile e allo sviluppo, l'argento mondiale 2007 e recordman italiano assoluto del salto in lungo Andrew Howe e l'ex primatista nazionale dei 400 metri Andrea Barberi.


Un trio a cui si è poi aggiunto anche il campione europeo 1966 dei 400 ostacoli, Roberto Frinolli.

Proprio Barberi - nato a Tivoli, ma che oggi fa anche il vicesindaco a San Gregorio da Sassola - ha iniziato la sua carriera sportiva su questa pista: "Era una gara studentesca, mi ricordo che nemmeno vinsi, ma fui comunque notato dal tecnico Riccardo Pisani che mi convinse a scegliere l'atletica". Da oggi lui, come altri azzurri che qui sono di casa come il velocista Stefano Braciola sono pronti a dare una mano come istruttori e coach della nuova Scuola di Atletica Leggera di Tivoli sotto l'egida del comitato regionale FIDAL Lazio, guidato dal presidente Fabio Martelli e a cui, su mandato della FIDAL, è stata delegata la gestione della pista. Una struttura che, oltre a corsi di atletica per tutte le età, ha le carte in regola per tornare ad accogliere rassegne di carattere regionale e non solo: qui nel 1998 si è già disputata la Coppa Campioni per Club e nel 2002 i Mondiali Militari. "Una bella pista tutta nuova - il commento dell'olimpionico Baldini - su cui speriamo arrivino presto tanti atleti per iniziare a consumarla.


Questo vuol dire mantenere vivo un impianto!". Intanto oggi i baby-atleti si sono cimentati in una serie di prove dimostrative tra pista e pedane: una bella corsetta sui 300 metri, sprint sui 60, il salto in lungo con Howe a dare consigli e battere il cinque a raffica, e per finire il divertente sibilo dei vortex. "Quanta energia hanno questi ragazzi! - racconta l'atleta dell'Aeronautica tra selfie e continue richieste di autografi - Io che sono praticamente nato e cresciuto su una pista di atletica e in loro rivedo il mio stesso entusiasmo".

Senza dimenticare che Tivoli è stata a lungo la sede di allenamento della bicampionessa europea dei 400 metri Libania Grenot, componente anche della 4x400 azzurra, coordinata dal tecnico federale Pisani, che ha raggiunto il record italiano e la finale alle Olimpiadi di Rio 2016. "Oggi è una grande festa per la nostra città - le parole del sindaco Proietti che nel taglio del nastro ha voluto coinvolgere la piccola Asia in rappresentanza di tutti i giovani della città -. Con questo impianto inizia una nuova avventura e siamo sicuri che sarà di grande impulso per lo sport nella nostra realtà". Al suo fianco anche il delegato comunale allo sport Alessandro Baldacci e l'assessore ai servizi sociali Maria Luisa Cappelli.

a.g.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate