Tbilisi. Zabarino quinta sfiora il podio

17 Luglio 2016

Nell'ultima giornata degli Europei Allievi Zabarino migliora ancora il suo pb; 12mo Arese sui 2000 siepi mentre per Tiso arriva il bronzo con la staffetta mista che vale anche la MPI


 

Nell'ultima giornata dei Campionati Europei Allievi di Tbilisi Sara Zabarino (Atl. Gaglianico) si supera ancora. Dopo aver migliorato il proprio primato personale nelle qualificazioni del giavellotto nella giornata di ieri, lanciando 55,66m, la biellese conferma in finale il suo splendido momento di forma e la sua grinta da agonista migliorando ancora una volta se stessa. Dopo un primo lancio a 53,94m, già buona misura, ecco che al secondo lancio Zabarino spara il suo nuovo primato personale lanciando l'attrezzo a 56,26m.

Ma non si accontenta, è a lungo terza nel corso della gara, viene scalzata giù dal podio al penultimo turno di lanci ma l'azzurra non ci sta e ci prova ancora così proprio al penultimo lancio si migliora un'altra volta lanciando 56,58m. Anche senza medaglia, Sara non può davvero rammaricarsi di nulla, come dimostra la sua splendida serie di lanci, regolare ad alto livello senza scendere mai sotto il 53,94m del primo lancio: la serie completa recita 53,94 - 56,26 - 54,79 - 55,65 - 56,58 - 55,95.

Chiude al 12mo posto la sua finale dei 2000 siepi Pietro Arese (Atl.

Piemonte) con un tempo finale di 6:07.60; la sua finale il torinese l'aveva già forse corsa venerdì in qualificazione, e non è stato l'unico, molti dei 15 atleti finalisti erano a corto di energie e anche l'altro azzurrino in gara, Luca Zanetti, ha sofferto sino al ritiro. Arese conclude la gara e conquista un piazzamento davvero onorevole se si pensa che quello della finale continentale è il quarto 2000 siepi della sua carriera.

Torna a casa con una medaglia di bronzo Letizia Tiso (Atl. Piemonte), ultima frazionista del quartetto misto che vede in campo anche Camilla Maestrini (100m), Zaynab Dosso (200m) e Valeria Simonelli (300m). 2:08.99 il tempo delle azzurrine, in lotta sino agli ultimi metri per una medaglia che avrebbe potuto anche essere d'oro o d'argento; in ogni caso grande soddisfazione non solo per il podio ma anche perchè il crono finale vale il nuovo record italiano di categoria.

Myriam Scamangas



Condividi con
Seguici su: