Tanta Montagna nel weekend in Piemonte

22 Luglio 2016


 

Tanta CORSA IN MONTAGNA nel fine settimana dell’atletica regionale. Si comincia sabato 23 luglio con la 2a edizione de La Sfida al Trampolino K125, corsa in salita di 400metri sul trampolino olimpico di Pragelato (TO) con un dislivello di 210m. L’evento è l’ultimo appuntamento della Crazy Vertical Week dopo la 4000 Scalini Corri Forte (al Forte di Fenestrelle) e il Km Verticale del Sestriere sulla pista di discesa olimpica.

Domenica sarà invece la volta di due corse dalla grande tradizione storica. La 65ma edizione della Tavagnasco-Santa Maria Maddalena ai Piani è forse la più antiva e longeva manifestazione di corsa in montagna in Italia; di carattere nazionale, è una tradizione che si svolge da anni nel giorno della Festa dei Priori del paese. 1070m di dislivello per 8,5km di sviluppo. Altrettanto legata alla tradizione e alla storia del territorio in cui si svolge è il Sentiero degli Acciugai a Celle Macra, giunta alla 16ma edizione. Il percorso, di interesse storico e culturale, offre un panoramica sui luoghi di origine degli “anchoiers”, venditori di pesce conservato di Celle Macra, attività profondamente diffusa sul territorio nella seconda metà dell’Ottocento. Nelle borgate situate lungo l'itinerario si incontrano le abitazioni di famiglie di acciugai che ancora attualmente praticano il mestiere sui mercati, pur continuando a mantenere un forte legame con la terra natia.

Sempre domenica, in Val Susa si corre la 4° Riedizione del Giro delle Borgate di Mattie su percorso di 12,3km con 350m di dislivello; erede della manifestazione che si svolgeva sugli stessi sentieri tra gli anni ’60 e ’80, quest’anno l’evento è inserito nel Trofeo UGI. Poco distante appuntamento a San Giorio per la 28ma edizione della Corsa in Salita San Giorio Città; su percorso interamente asfaltato, si parte da San Giorio di Susa a quota 442m e si arriva in frazione Città a 1108m per un percorso totale di 9,250km.

Nell’astigiano infine si corre l’8° edizione della Corsa nella Riserva Naturale di Valle Andona: percorso di 6km per una corsa dal sicuro fascino paesaggistico in un’area protetta che in remotissime epoche geologiche era ricoperta dal mare e di cui conserva un grande patrimonio paleontologico rappresentato dai reperti fossili (conchiglie e resti di animali marini e terrestri) presenti in alcuni strati sedimentari affioranti lungo le pareti delle vallate.



Condividi con
Seguici su: