Tamberi riceve il Premio Cannavò

11 Ottobre 2016

Oggi a Milano, il campione del mondo indoor e d'Europa di salto in alto ha ricevuto il prestigioso riconoscimento intitolato allo storico direttore de La Gazzetta dello Sport


 

Gianmarco Tamberi può aggiungere sulla bacheca del suo 2016 un altro importante riconoscimento. Dopo il titolo mondiale indoor di Portland, l'oro europeo di Amsterdam e il record italiano assoluto fatto volare a quota 2,39, l'altista azzurro oggi a Milano ha ricevuto il "Premio Candido Cannavò", quest'anno giunto all'ottava edizione. A porgergli il premio presso la sede de La Gazzetta dello Sport è stata Franca, la moglie dello storico e indimenticabile direttore della "rosea" scomparso nel 2009, affiancata dall'attuale direttore del quotidiano Andrea Monti, dal direttore della Fondazione Cannavò, Elio Trifari e da Franco Angelotti presidente di Bracco Atletica che promuove l'iniziativa.

"A una persona, prima ancora che a un atleta, con uno spirito difficile da trovare in giro" la motivazione di Trifari. “E’ importante che dietro a un atleta - il commento di Gimbo - ci sia sempre una persona con dei valori: lo sport deve insegnare, non deve distruggere”. Il 24enne marchigiano delle Fiamme Gialle, intanto, prosegue il suo periodo di recupero dopo l'infortunio al caviglia del piede di stacco che, il 15 luglio al meeting di Montecarlo, lo ha costretto a rinunciare al sogno olimpico di Rio 2016. “La riabilitazione sta procedendo molto bene, ovviamente è abbastanza lunga, ma non ci sono complicazioni. Adesso ci mettiamo sotto per tornare”. 

Senza dimenticare che Tamberi nel 2016 è stato nominato per ben tre volte "atleta europeo del mese" (a febbraio, marzo e luglio), risultando popolarissimo nel periodico sondaggio promosso via Facebook e Twitter dall'European Athletics. Nelle scorse settimane migliaia di clic da ogni angolo del web sono piovuti a favore dell'altista delle Fiamme Gialle, il più votato dagli utenti della Rete che l'hanno proiettato nel trio di finalisti per l'"atleta europeo dell'anno". Con lui sono in corsa per il titolo anche due campioni olimpici come il britannico Mo Farah (5000-10000m) e il giavellottista tedesco Thomas Röhler. Il nome del vincitore - proclamato sulla base della combinazione delle percentuali di voti espressi da fans, media, Federazioni del Vecchio Continente e di un panel di esperti EA - sarà svelato il 15 ottobre (ore 19:30) a Funchal, in Portogallo, dove si svolgerà la consegna dei Golden Tracks 2016.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it 



Condividi con
Seguici su: