Tamberi record, 78.61 al Triangolare di Ascoli




 

Oggi ad Ascoli Piceno azzurrini secondi a soli 93 punti dalla Germania, ma davanti alla Francia nel Triangolare under 23 di lanci lunghi, per la prima volta ospitato in Italia e organizzato dall’ASA Ascoli. Il giavellotto di Gianluca Tamberi, oltre alla vittoria che fa il paio con quella (73.97) di una settimana fa tra gli Assoluti agli Invernali di San Benedetto del Tronto (AP), stavolta porta con sé un altro primato. Infatti è 78.61 la misura grazie a cui, al primo lancio, il finanziere marchigiano di Offagna, vent'anni il prossimo 1° luglio, riscrive la migliore prestazione nazionale under 23, con 157 centimetri in più rispetto al 77,04 realizzato quasi 23 anni fa da Fabio De Gaspari (Torino, 28 maggio 1987). Tamberi, proveniente dalla Bruni Vomano e già primatista italiano juniores (72.76) in occasione del suo quarto posto agli Europei Under 20 del 2009, diventa così, in campo assoluto, il sesto miglior italiano di sempre nella specialità, migliorando in un colpo solo il primato personale di quasi cinque metri, un’enormità. Per lui anche 76,69 al terzo turno, mentre nel prossimo week-end si preannuncia un’altra maglia azzurra, nella Coppa Europa invernale di Arles, in Francia. Oggi, nel disco vinto dal tedesco David Wrobel (58.16), uno stiramento al bicipite femorale blocca il giovane recordman Eduardo Albertazzi, 61.50 m sette giorni fa con l'attrezzo da junior (1,750 kg). L'ascolano - appena arruolato nelle Fiamme Gialle - ha comunque onorato l'impegno in azzurro sul campo di casa, con 52.45 lanciato praticamente da fermo. Subito dietro di lui, al sesto posto con 49.90, il promettente Daniele Secci, il pesista che ha già riscritto tutti i primati nazionali under 20 all'aperto e al coperto, realizzandone ben sette soltanto quest’anno al Banca Marche Palas di Ancona. Sul gradino più alto del podio ad Ascoli Piceno anche il martellista reatino Simone Falloni che fa atterrare il suo attrezzo a 67,20 davanti al 65.92 di Patrizio Di Blasio, entrambi approdati al primato personale.

In una fredda giornata di sole al Campo Scuola "Mauro Bracciolani", secondo posto per l’Italia anche al femminile e nella classifica complessiva, sempre alle spalle della Germania. Nel martello, vittoria alla francese Alexia Sedykh: nata nel 1993, è la figlia di due ex sovietici tuttora primatisti mondiali, Yuriy Sedykh (martello) e Natalya Lisovskaya (nel getto del peso). Dietro al 57.96 della transalpina, sugli altri due gradini del podio salgono le juniores Elisa Magni (54.61) e Valentina Leomanni (53.78), con la marchigiana Aurora Narcisi della Tecno Adriatletica Marche all’ottavo posto (50.76). Il disco va con 51.09 alla sedicenne tedesca Shanice Craft, bronzo ai Mondiali Allievi di Bressanone e capolista mondiale stagionale Under 18, e si comporta bene la neocampionessa italiana Ilaria Marchetti: quinta al personal best, 47.77. Più dietro Ambra Julita (45.32) e l’allieva Monia Cantarella (38.45). Nel giavellotto, primi tre posti monopolizzati dalle tedesche: successo con 53.05 per la junior Laura Henkel (anche lei terza lo scorso anno nella rassegna iridata allieve), ma le azzurre conquistano i piazzamenti dal quarto al sesto, nell’ordine Maddalena Purgato (51.61), l’allieva Roberta Molardi (47.00, primato personale) e Elena Sorrentino (46.60).

 

I RISULTATI DEGLI ITALIANI

UOMINI
Giavellotto
: Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle) 1°/78.61 (MPI under 23); Damiano Coassin (Atletica Brugnera Friulintagli) 6°/58.80; Manuel Pilato (Atletica Ravenna) 9°/53.96.
Martello
: Simone Falloni (Atl. Studentesca Ca.Ri.Ri) 1°/67.20 (PB); Patrizio Di Blasio (Fiamme Gialle G. Simoni) 2°/65.92 (PB); Pietro Mallamace (AICS Atletica Stadio) 54.43 (7,260 kg).
Disco
: Eduardo Albertazzi (Fiamme Gialle/ASA Ascoli Piceno) 5°/52.45; Daniele Secci (Fiamme Gialle G. Simoni) 6°/49.90; Fabio Cuberli (Atletica Udinese Malignani) 50.24 (2kg).

DONNE
Giavellotto
: Maddalena Purgato (Assindustria Sport Padova) 4^/51.61; Roberta Molardi (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) 5^/47.00 (PB); Elena Sorrentino (Atletica Asi Veneto) 6^/46.60.
Martello
: Elisa Magni (Atletica Livorno) 2^/54.61; Valentina Leomanni (U.S. Atl. Vedano) 3^/53.78; Aurora Narcisi (Tecno Adriatletica Marche) 8^/50.76.
Disco
: Ilaria Marchetti (CUS Torino) 5^/47.77 (PB); Ambra Julita (Atletica Firenze Marathon S.S.) 7^/45.32; Monia Cantarella (Nuova Atletica Fiamma Aranca) 9^/38.45  

CLASSIFICA UOMINI: 1. Germania (5593) 2. ITALIA (5500) 3. Francia (5265)
CLASSIFICA DONNE:
1. Germania (8457) 2. ITALIA (8003) 3. Francia (7736)
CLASSIFICA COMBINATA:
1. Germania (14050) 2. ITALIA (13503) 3. Francia (13001)

 

RISULTATI COMPLETI

 

LA SCHEDA
TAMBERI Gianluca (Giavellotto)

Nato ad Ancona l’ 1/7/1990 (1.90m/84kg)
Società: Fiamme Gialle
Allenatore: Marco Tamberi
Curriculum: Campione italiano juniores 2009 invernale ed estivo, Campione italiano invernale 2010 assoluto e promesse
Primato personale: 78.61, Ascoli Piceno 14/3/2010

Come per il fratello minore Gianmarco – azzurro nel salto in alto ai recenti Mondiali allievi 2009 – la grande passione è stata riservata al basket. Solo nel luglio 2006 il ragazzo ha cominciato a dedicarsi all’atletica, a seguito di esperienze in ambito scolastico: a quel tempo lo hanno seguito tecnici come Sergio Sampaoli e Claudio Lazzari. La scelta di Gianluca non è però andata al salto in alto, specialità di famiglia per via dei precedenti di papà Marco (a lungo azzurro, con un personale di 2.27 nel 1983), bensì al giavellotto. Nella categoria allievi è stato l’autentica rivelazione del settore e si è confermato anche a livello juniores: già nel 2008 aveva ottenuto il minimo di partecipazione per i Mondiali, ma appena troppo tardi per essere convocato in azzurro a Bydgoszcz. Nel 2009 ha vinto il titolo italiano juniores invernale a Bari e quello estivo a Rieti, prima di piazzarsi quarto agli Europei under 20 di Novi Sad, in Serbia, con il nuovo primato italiano di categoria a 72.76 metri, e poi si è imposto a Madrid nella Coppa del Mediterraneo. Quest’anno l’ingresso in Fiamme Gialle e, una settimana fa, il doppio oro (assoluto e promesse) ai Campionati italiani invernali di San Benedetto del Tronto, portando il primato personale a 73.97. Oggi, l’impresa al Triangolare di Ascoli Piceno: 78.61, nuova miglior prestazione italiana under 23. Risiede a Offagna, in provincia di Ancona, e i suoi impianti di allenamento sono quelli di Osimo e di Ancona.

 

Nelle immagini, il giavellottista Gianluca Tamberi (foto di Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL); a fondo pagina, il servizio video e l'ampia sintesi, entrambi a cura di Mario Giannini





Condividi con
Seguici su: