Tallinn, si apre con Secci in pedana




 
Tutto pronto allo Stadio Kadriorg per la giornata inaugurale degli Europei juniores di Tallinn: la vigilia trascorre con le ultime attività preparatorie, riunione tecnica e conferenza stampa di presentazione, e la cerimonia d'apertura in programma nella città vecchia, sulla storica Piazza della Libertà (Vabaduse Valjak).
Fin dalle battute iniziali della rassegna caliamo alcuni assi e alla prova del campo si potrà già dare una prima valutazione della spedizione azzurra. Tre le finali previste nella prima giornata e tutte, ci auguriamo, vedranno impegnati atleti italiani.
Le prime a scendere in pista sono le marciatrici: la veterana Federica Curiazzi, la pugliese Sara Loparco, data in buon progresso, e la campana di Sant'Antimo Carmela Puca, purtroppo reduce da un problema muscolare che l'ha tenuta praticamente ferma negli ultimi dieci giorni. In senso assoluto sembra vietato sognare il podio: l'obiettivo più realistico è puntare al personale e vedere l'effetto che fa. Il tecnico di settore Ruggero Sala prefigura lo scenario possibile: "Probabilmente ci saranno due gare distinte, davanti le russe e quelle che vorranno rischiare per tener loro dietro e poi le altre sul loro ritmo: l'importante è che, se il giudizio e le squalifiche dovessero produrre degli spazi di manovra, le nostre ragazze siano pronte ad inserirsi".
Daniele Secci, capolista stagionale con 20.61 (stessa misura del polacco Brzozowski), scenderà in pedana al mattino per le qualificazioni del peso e poi, se tutto andrà per il verso giusto, lotterà per una medaglia nel pomeriggio. Qualche apprensione martedì sera, per un improvviso dolore al ginocchio: "Tutto risolto, sono pronto", dice il colosso romano.
In serata ci sarà il piemontese di origini marocchine Abdelmjid Ed Derraz, "Jido" per gli amici, al via della finale dei 10000 metri: ma le ambizioni dell'azzurro, almeno nelle previsioni, non dovrebbero andare oltre un onorevole piazzamento e l'abbattimento del personale di 31'07"1, ottenuto in primavera in una gara solitaria.
Deciso il programma dei velocisti: domani scenderanno in pista nei 100 metri la reggiana Federica Giannotti, unica tra le donne, e il terzetto dei ragazzi che comprenderà, oltre a Giovanni Galbieri (molto carico il veronese, come spesso gli accade negli appuntamenti titolati), anche la novità stagionale Sebastiano Spotti e Tiziano Proietti. Da qui è facile anticipare lo schieramento azzurro sui 200 metri (batterie venerdì sera, dopo la finale dei 100 metri): Lorenzo Angelini, Giacomo Tortu e Luca Valbonesi in campo maschile, mentre tra le ragazze correranno Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Irene Siragusa. Tornando ai 100 metri, all'esito della riunione tecnica si è decisa la soppressione del primo turno maschile e la disputa diretta delle semifinali.
Due turni eliminatori per noi di grande interesse, anche in prospettiva medaglie, nella prima giornata: quello dei 400 metri con Marco Lorenzi, Michele Tricca e Vito Incantalupo (chiamati, si spera, ad un doppio impegno nel giro di 5 ore: batterie e semifinali nelle due sessioni in programma), e le batterie dei 1500 metri, con Mohad Abdikadar (il neo-azzurro quindi non doppierà sugli 800), l'ascolano Stefano Massimi annunciato in grandissima crescita (1'49"21 e personale di oltre 3" sugli 800 di Velletri venerdì scorso) e Marco Zanni. Il tecnico Pierino Endrizzi è moderatamente ottimista: "Si dovrà fare i conti con la capacità dei singoli di adattarsi alle situazioni tattiche: ma sul piano individuale non vedo tanti specialisti superiori ai nostri su questa distanza". 
Altro pezzo da novanta sulla pedana dell'alto, con il marchigiano Gianmarco Tamberi: si partirà dal banco di prova delle qualificazioni, uno scoglio che finora il figlio d'arte non è mai riuscito a superare a questi livelli (Bressanone 2009 e Moncton 2010). Insomma, si profila un esame di maturità agonistica che può già dire molto sulla tenuta del ragazzo di Offagna.
Questo il programma completo degli azzurri impegnati a Tallinn nella prima giornata.

GLI AZZURRI IN GARA NELLA PRIMA GIORNATA (ora locale, in Italia -1.00)

(ore 9.30) Marcia 10000m F (finale): Federica Curiazzi, Sara Loparco, Carmela Puca
(ore 10.00) Peso M (qualificazioni, 19.10): Daniele Secci
(ore 11.00) Martello M (qualificazioni, 71.00): Patrizio Di Blasio
(ore 11.10) 100m F (batterie): Federica Giannotti
(ore 12.15) Martello M (qualificazioni, 71.00): Lorenzo Puliserti
(ore 12.20) 400m M (batterie): Marco Lorenzi, Michele Tricca e Vito Incantalupo
(ore 15.25) Alto M (qualificazioni, 2.15): Gianmarco Tamberi e Alberto Gasparin
(ore 16.20) 800m F (batterie): Irene Baldessari
(ore 16.50) Disco F (qualificazioni, 49.00): Elisa Boaro
(ore 16.55) 100m F (semifinali): ev. Federica Giannotti
(ore 17.15) 100m M (semifinali): Giovanni Galbieri, Sebastiano Spotti e Tiziano Proietti
(ore 17.40) 1500m M (batterie): Mohad Abdikadar, Stefano Massimi e Marco Zanni
(ore 18.10) Peso M (finale): ev. Daniele Secci
(ore 18.25) 400m M (semifinali): ev. Marco Lorenzi, Michele Tricca e Vito Incantalupo
(ore 19.25) 3000m siepi F (batterie): Camille Marchese
(ore 19.55) 10000m M (finale): Abdelmjid Ed Derraz

Raul Leoni

Nella foto (Giancarlo Colombo/fidal): Daniele Secci parte tra i favoriti nella gara del peso.

 

File allegati:
- LE SCHEDE DEGLI AZZURRI/profiles
- LE LISTE EUROPEE STAGIONALI/aea junior lists
- Le pagine degli Eurojuniores sul sito aea



Condividi con
Seguici su: