TRICOLORI INDOOR PROVE MULTIPLE: CEGLIE E RICALI CAMPIONI D?ITALIA




 

Dopo un sabato ancora incerto, quella di domenica è stata la giornata dei verdetti per gli specialisti di prove multiple impegnati nella rassegna nazionale in sala 2007 al Palaindoor di Ancona.

  

Nella sfida per il tricolore assoluto di eptathlon, la vittoria è andata a Luca Ceglie (Aeronautica) che ha chiuso le sue sette fatiche con uno score di 5.711 punti. Decisivi per il successo finale sono stati la sua performance vincente nei 60 hs (8.04) e il secondo posto nell’asta con 4,60 m, che gli hanno consentito di sorpassare il leader della prima giornata William Frullani (Carabinieri), medaglia d’argento con 5.486 punti. Terzo, il carabiniere Marzio Viti (5.263 pt).

  

Tra le protagoniste del pentathlon, invece, a laurearsi Campionessa Italiana Indoor Assoluta e Promesse 2007 è stata con 4.149 punti (personale e sesta prestazione italiana all-time) la giovanissima Cecilia Ricali (Fiamme Azzurre), imbattibile negli 800 m (2:16.98). Alle sue spalle, nella classifica finale, Francesca Doveri (CS Esercito – 4.037 pt) e Sara Tani (Toscana Atl. Empoli – 3.862 pt). Fuori gara, ma protagonista in tutte e cinque le prove della rassegna, l’ucraina Ganna Melnichenko che ha collezionato la bellezza di 4.536 punti.

  

Il Tricolore della categoria “Promesse” maschile se l’è, invece, aggiudicato Thomas Gallizio (Asv S.V. Lana Raika – 5.204 pt). Tra gli juniores, quindi, i nuovi Campioni d’Italia sono l’eptatleta Cristiano Perseu (Pol. Libertas Campidano – 4.543 pt), in testa dalla prima giornata, e la pentatleta Serena Capponcelli (Atletica New Star – 3.636 pt), senza rivali nell’alto con 1,81 m. Da segnalare anche l’ottimo terzo posto della junior marchigiana Jennifer Massaccisi (Collection Atl. Sambenedettese) con 3.597 punti.

 

Nella categoria “Allievi”, dopo il successo e la nuova MPI di Matteo Piazza (Prosport Atl. FI – 3.357 pt), oggi il tetrathlon ha incoronato Odilia Ngo Ag (Gruppo Sportivo Virus) che ha  avuto la meglio su Enrica Cipolloni (Atl. Collection Sambenedettese), capace, comunque, di imporsi nel salto in alto con 1,78 m, migliorando di 8 cm il suo personale nella specialità.  

Condividi con
Seguici su: