TRICOLORI CADETTI 2008 | MARCHE CON 6 MEDAGLIE ALL'OLIMPICO




 

Se lo ricorderanno per tutta la vita. Perché vincere una medaglia in un Campionato Italiano, per di più allo Stadio Olimpico di Roma è qualcosa che forse non tutti possono dire di aver avuto la fortuna di provare. Per la rappresentativa cadetti della nostra Regione, impegnata nella rassegna tricolore under 15 da venerdì a domenica, con la nuova tuta bianco-azzurra Banca Marche, sono state tre giornate “a tutta atletica” nelle quali ha messo insieme un tesoro fatto di 6 lucentissime medaglie - 1 oro, 1 argento e 4 bronzi – e una piazza d’onore tra le prime nove regioni d’Italia nella classifica combinata.

 

La Campionessa Italiana del 2008 è la triplista Sofia Verducci (SAF) che ha conquistato il suo primo titolo tricolore stampando nella sabbia un hop-step-jump da 12 metri, a solo un centimetro dal suo personale di 12,01. Ciliegina sulla torta di una gara che l’ha vista sempre in testa, fino al penultimo salto quando la lombarda Pacchetti la superava 11,60 a 11,59. E qui viene il bello: Sofia va in pedana decisa e convinta, con in testa la sequenza dei movimenti che servono per centrare il salto che vale una medaglia d’oro lunga 1200 centimetri. Quindici anni compiuti lo scorso 23 gennaio, questa triplista, alta 1,75  per 51 kg, di Campiglione di Fermo, in apparenza è una ragazza riservata e a tratti sfuggente. Ma attenti, perché i suoi due occhi piccoli piccoli, quando è in gara, si accendono di una luce speciale. E quei tre balzi grazie a cui si è appena laureata campionessa d’Italia, diventano per lei quasi un gioco naturale come attraversare un ruscello saltando su tre pietre. Un “gioco”, iniziato in quinta elementare presso i centri giovanili dello Sport Atletica Fermo, club per cui gareggia attualmente sotto la guida del tecnico Franco Marangoni.   

 

Un argento immenso è, invece, quello di Alessandro Maltoni. Il marciatore dell’Atletica Castelfidardo 1990 “R. Criminesi”, è stato l’autore di una gara condotta in maniera magistrale. Nella parte iniziale Alessandro ha scelto di non esporsi troppo, controllando a distanza la testa della gara. E’ a 600 metri dall’arrivo che, però, Maltoni ha  messo il turbo e si è lanciato con grande sicurezza in una rimonta straordinaria. Sorpasso dopo sorpasso, il marciatore è arrivato quasi in cima e sotto la tribuna Monte Mario si è preso tutto l’applauso del pubblico che ha così accolto così la sua medaglia d’argento e il suo nuovo primato personale portato a 19:12.45, migliorato di ben 33 secondi! Sul podio, poi, Alessandro non è più riuscito a trattenere l’emozione e le lacrime hanno disegnato una striscia d’argento sul suo viso. Sicuramente un bel modo di festeggiare, il prossimo 19 ottobre, il suo quindicesimo compleanno, magari insieme al suo tecnico Alberto Linternari e al fratello Matteo, marciatore come lui negli anni ’80.

 

Carattere grintoso e peperino che si manifesta fuori dal campo di gara anche con un look sempre molto ricercato, Eleonora Tardelli, dopo Roma, aggiunge un bijou davvero prezioso alla sua collezione: una medaglia di bronzo che misura - si fa per dire - 5 metri e 43 centimetri. La giovane saltatrice ascolana, studentessa di Liceo Classico e che da grande vorrebbe fare l’architetta o l’archeologa, ha anche migliorato di 7 cm il suo primato personale. Senza dimenticare che questa atleta, in forza all’ASA Ascoli e allenata da Sandro Bernardi, appena due settimane fa a Lignano Sabbiadoro era stata d’argento in occasione della Finale Nazionale dei Giochi Sportivi Studenteschi.

 

L’avevamo vista all’opera anche durante la stagione invernale sulla pista del Palaindoor ed anche all’aperto Martina Buscarini, velocista dell’Atletica Marche Ancona, ha pienamente confermato le aspettative sul suo conto. Nei 300 m, l’allieva di Carmelo Cannata, arrivata nella Capitale con al collo l’argento negli 80 m della Finale Nazionale dei Giochi Sportivi Studenteschi 2008, ha “allungato” di 220 m la distanza, ribadendo, però, di valere comunque un posto tra le prime tre d’Italia. Il suo bronzo, ostinatamente inseguito con gli ultimi 100 metri di gara “a tavoletta”, le vale anche il suo nuovo record personale limato a 41.98 in batteria e poi a 41.81 in finale.

 

Record personale e bronzo pure per Joel Enrico Giorgi dell’ASA Ascoli. Il giavellotto del lanciatore allenato da Armando De Vincentis, si è infilzato a 52,75 m, quasi 3 metri più in là del suo 49,77 di accredito. Ottima prova per l’ascolano, classe 1993, al culmine di una stagione per lui caratterizzata da un continuo crescendo di risultati.

 

Ha, invece, dovuto “fare gli straordinari” e sudarsi cinque fatiche il pentatleta dell’Atletica Osimo, Enrico Squadroni. Ma per il giovane iron man seguito dal tecnico Giorgio Gioacchini, ne è proprio valsa la pena. Per lui, in particolare, progressi notevoli sui 100hs (14.97) e nel lungo (5,43), risultati grazie ai quali, questo studente modello dell’I.C. Corridoni-Campana di Osimo, si aggiudicato il bronzo e il nuovo record regionale della specialità, portato a quota 3.288 punti.     

 

Non valgono di meno, però, i sesti posti del lunghista Michele Zanchi (Cus Urbino) miglioratosi fino a 6,30 m e, soprattutto della staffetta femminile 4x100. Fate ben attenzione, infatti, che il quartetto composto da Paola Spina (Atl. Avis MC), Eleonora Tardelli (ASA) e Martina Piergallini e Martina Buscarini (Atl. Marche AN), è il più giovane di quelli saliti sul podio. Le quattro quattordicenni marchigiane, già detentrici del primato italiano di categoria (49.28), sono tutte nate nel 1994, il che significa che anche la prossima stagione saranno in gara tra le cadette. Sicuramente pronte a migliorare il 49.60 di Roma, tempo di valore, ma che ha pagato qualche piccola sbavatura nei cambi, altrimenti chissà cosa avrebbero potuto combinare queste velocissime freccette marchigiane. Per la Piergallini (Atl. Marche AN) anche un ottimo ottavo posto negli 80 m (10.46), corsi in una certo non favorevole nona corsia. Stesso piazzamento dell’astista Eleonora Brodoloni (Atl. Castelfidardo) che sulla magica pedana dell’Olimpico è salito fino a 2,70 m, 5 centimetri sopra il suo vecchio limite personale. A un passo dal podio anche la giavellottista Elena D’Ottavio (Collection SBT), nona con 34,96, mentre peccato veramente per l’astista Marco Esposti (ASA), tra i favoriti della vigilia, ma costretto a lasciare la gara per colpa di un piccolo infortunio.

 

Grande successo con oltre 2300 contatti in appena 48 ore per il blog CadettiDOC (http://cadettidoc.wordpress.com) aperto in occasione della trasferta tricolore della squadra Marche, e aggiornato in tempo reale con la foto e la cronaca di tutte le gare minuto per minuto. Anche per chi non è venuto all’Olimpico è stato possibile seguire da vicino e condividere l’avventura dei nostri giovani atleti.

 

Una sintesi delle gare dei marchigiani sarà in onda giovedì prossimo alle 21:30 sull’emittente regionale TVRS, nel consueto appuntamento con la rubrica tv “Starting Block”.           

 

I RISULTATI DELLA SQUADRA CADETTI/E MARCHE 2008

CADETTI [9]: 80: Emmanuel Agyeman (Atl. Osimo 14°/9.66-9.58b) – 100hs: Leonardo Malatini (Atl. Osimo – 11°/14.89) – 300hs: Ludovico Quarticelli (Atl. Marche AN – 15°/43.85 PB) - 300: Pierpaolo Berdini (Atl. Avis MC – 16°/39.31 PB) – 1000: Tommaso Giuliodori (Atl. Osimo – 15°/2:47.97) – 2000: Mattia Casali (Atl. Osimo – 24°/6:04.98 PB) - alto: Giulio Perini (Atl. Sangiorgese – 14°/1,65) – lungo: Michele Zanchi (Cus Urbino – 6°/6,30 PB) – triplo: Michele Stacchiotti (Atl. Castelfidardo 1990 RC - 12°/12,37 PB) – asta: Marco Esposti (ASA Ascoli - NC) - peso: Andrea Gabbanella (Collection Atl. SBT – 20°/11,28) - giavellotto: Joel Enrico Giorgi (ASA Ascoli – bronzo/52,75 PB) - David Montanari (Cus Urbino – 11°/46,35) – disco: Edoardo Marinucci (Atl. Avis MC – 16°/29.14) – Alessio Pagliacci (ASA Ascoli – 13°/31,26) – martello: Alessandro Borghese (Collection Atl. SBT – 13°/39,26) – marcia 4km: Alessandro Maltoni (Atl. Castelfidardo 1990 RC – argento/19:12.45 PB) – prove multiple: Enrico Squadroni (Atl. Osimo – bronzo/3.288 PB/RR) - 4x100: Agyeman-Leone Perrone-Colmenarez-Zanchi (12°/46.31)

CADETTE [8]: 80: Martina Piergallini (Atl. Marche AN – 8^/10.46) – 80hs: Maria Lina Antinori (Atl. Avis MC – 11^/12.78) – 300hs: Jenny Mascia (Cus Urbino – 13^/49.05) - 300: Martina Buscarini (Atl. Marche AN – bronzo/41.81 PB) – 1000: Miriam Luzi (ASA Ascoli – 12^/3:13.98) – 2000: Alessia Beccacece (Atl. Marche AN – 13^/7:03.97) - alto: Gioia Iacopini (Atl. Sangiorgese – 15^1,56) – lungo: Eleonora Tardelli (ASA – bronzo/5,43 PB) – triplo: Sofia Verducci (Sport Atl. Fermo –  Campionessa Italiana/12,00) – asta: Eleonora Brodoloni (Atl. Castelfidardo 1990 RC – 8^/2,70 PB) -  peso: Ange Leticia Konate (Sacen Corridonia – 10^/10,21) – disco: Elvira Del Bianco (Cus Urbino – 12^/21,75) -  giavellotto: Elena D’Ottavio (Collection Atl. SBT – 9^/34,96) – martello: Valeria Osipova (Collection Atl. SBT – 25^/24,62) – marcia 3km: Veronica Botticelli (Atl. Sangiorgese – 16^/17:35.22) – prove multiple: Elena Bruni (Collection Atl. SBT – 15^/2.872) - 4x100: Piergallini-Buscarini-Spina-Tardelli (6^/42.60)

CLASSIFICA FINALE COMBINATA (CM+CF): Marche al 9° posto

ACCOMPAGNATORI: Luigi Serresi (Presidente CR FIDAL Marche) – Franco Lorenzetti (FTR FIDAL Marche) – TECNICI: Angelo Angeletti, Natalino Angelini, Ermenegildo Baldini, Alessandro Bernardi, Sergio Biagetti, Robertais Del Moro, Gino Falcetta, Roberto Recchioni – ADDETTO STAMPA: Alessio Giovannini

 

CADETTI MARCHE Roma 2008

TUTTI I RISULTATI

IL BLOG CON LA CRONACA E TUTTE LE FOTO DELLA TRASFERTA | CadettiDOC



Condividi con
Seguici su: