TRIANGOLARE ITA-POL-SPA | OK I 5 AZZURRINI MARCHIGIANI




 

 

Azzurrini marchigiani: buona la prima! Al debutto con una maglia così importante non sarà stata certo un’emozione da poco quella che hanno vissuto i cinque atleti della nostra regione convocati in Nazionale per il Triangolare Italia-Polonia-Spagna di Chiuro (SO). Ma in Valtellina il disco in cima alla “hit” è stato ancora una volta quello di Eduardo Albertazzi. L’allievo di Armando De Vincentis - accreditato con i 58,51 m del suo record italiano con l’attrezzo da 1 kg e mezzo – non ha infatti avuto troppi problemi a liquidare la concorrenza del polacco Kosiorowsky (55,89) con un lancio da 56,20 m. Lunghissima tutta la serie di “big Eduardo”: 55,58 – 53,68 – N – 56,20 – 53,59 – N. Volendo fare un po’ di fantatletica – ma neppure tanto – se l’allievo dell’ASA Ascoli avesse gareggiato a Torino tra gli juniores con il disco da 1,750 kg e un lancio come il fresco 54,60 m della sua migliore prestazione italiana under 18, avrebbe fatto suo anche il titolo tricolore della categoria superiore. Visto mai che, però, il giovane Eduardo non debba presto ritrovarsi in azzurro in qualche altra occasione? Meglio forse che non disfi le valige troppo in fretta…   

 

Bravi anche i tre mezzofondisti schierati sui 1500 con Alessia Pistilli (Atl. Avis Macerata) a cui la maglia della Nazionale porta fortuna e regala il nuovo personal best sulla distanza: 4:39.95. Sesto e ottavo posto, invece, per Massimiliano Strappato (Atl. Amatori Osimo – 4:08.51) e Stefano Massimi (ASA – 4:14.33). 14,10, infine, la misura del triplista Andrea Giuliodoro (Atl. Castelfidardo RC), la cui prestazione ha sicuramente risentito di una fastidiosa infiammazione al ginocchio. 

 

CLICCA QUI PER I RISULTATI COMPLETI DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: