Studenteschi, Vandi e Crippa superstar




 
Allo Stadio dei Marmi si chiudono i Giochi Sportivi Studenteschi: tra gli istituti medi di primo grado vincono la classifica a squadre l'Istituto Comprensivo Antonio Giuriolo di Vicenza in campo maschile e la Scuola Media Carlo Porta di Milano in campo femminile. La settimana atletica romana prosegue stasera con il Golden Gala e poi con i Campionati Italiani master, da venerdì 11 a domenica 13 giugno.
Quanto alle finali degli Studenteschi, siamo stati facili profeti nel presentare all'esito della prima giornata Eleonora Vandi e Yemaneberhan Crippa come i probabili protagonisti della rassegna scolastica: un ruolo che entrambi hanno confermato con risultati di eccezionale livello nelle finali odierne dei 1000 metri.
In particolare la ragazza pesarese, che si è migliorata di oltre 6" portando il suo personale a 2'53"88, sesta prestazione italiana cadette di sempre (passaggi al giro di 1'10"5 e 2'21"4). Senza trascurare il fatto che nella prova femminile si erano presentate al via altre specialiste di grande talento come Aurora De Miglio e Maria Cristina Roscalla, che hanno entrambe riscritto i rispettivi personali finendo sulla scia della marchigiana. Ugualmente dominante l'esibizione del ragazzo trentino, capace di arrivare al traguardo con oltre 4" di vantaggio su Mastewal Martella, altro giovane atleta di natali etiopici come il vincitore.
Nell'ambito dei concorsi, è stato l'alto femminile a catalizzare l'attenzione della tribuna: un confronto appassionante tra le tre ragazze in grado di superare quota 1.66, con la vittoria che è andata a Eleonora Omoregie, unica a valicare l'asticella al primo tentativo. La friulana di origine nigeriane ha una sorella maggiore, Erika, buona specialista del martello tra le allieve. Alle sue spalle, per maggior numero di errori, si sono piazzate nell'ordine l'astigiana Rita Asia Cogliandro e la giovanissima moglianese Sara Brunato. La veneta, classe '97, dopo aver incrementato nettamente il personale con 1.66 (alla terza prova), ha anche tentato di eguagliare a quota 1.68 la MPN della categoria federale ragazze (vale a dire la misura superata a quell'età anche dal talento pordenonese Alessia Trost, presente nell'impianto romano insieme con Andrew Howe).

Questi, in sommario, i vincitori dei titoli studenteschi individuali:

CADETTI
80m: Filippo Pecchioli (Pianciani-Manzoni Spoleto) 9"61 (-0.6)
1000m: Yemeneberhan Crippa (Tione) 2'39"23
80hs: Andrea Basile (Pacuvio-Don Bosco Brindisi) 11"08 (-0.4)
alto: Federico Ayres (Ardigò Padova) 1.84
lungo: Alessandro Li Veli (Vimercate) 5.74 (-0.1)
peso: Maksymilian Chorazy (Lodovico Pavoni Roma) 13.78
marcia 3km: Giuseppe Inglese (Carlo Salinari Montescaglioso) 15'30"67
4x100m: Ist. Compr. Antonio Giuriolo Vicenza 48"67

CADETTE
80m: Robin Sara Stauder (Italo Calvino Piacenza) 10"43 (+0.5)
1000m: Eleonora Vandi (Dante Alighieri Pesaro) 2'53"88
80hs: Chiara Genero (Macrino Alba) 12"04 (-0.6)
alto: Eleonora Omoregie (Basiliano) 1.66
lungo: Francesca Bianco (Galliera Veneta) 5.19 (+0.7)
peso: Daisy Okasue (Giacomo Matteotti Torino) 11.37
marcia 2km: Alessandra Caslini (Bagnatica) 11'06"52
4x100m: S.M.S. Carlo Porta Milano 53"18

Raul Leoni

nella foto: la vincitrice dei 1000 metri Eleonora Vandi, figlia d'arte e grande speranza del mezzofondo. 

File allegati:
- RISULTATI/Results
- FOTOGALLERY/le foto della seconda giornata



Condividi con
Seguici su: