Straneo “A 63 secondi dal sogno”

14 Aprile 2021

Nel talk di Atletica TV la primatista italiana di maratona commenta il 2h30:33 sul circuito di Siena-Ampugnano. Nella puntata anche le interviste quadruple alle azzurre della 4x100.

 

Ospiti della puntata odierna del talk di Atletica TV sono l'argento mondiale di maratona di Mosca 2013 Valeria Straneo e il conduttore di Radio 24 Silvio Lorenzi. Con due speciali interviste alle sprinter della 4x100 Anna Bongiorni, Zaynab Dosso, Vittoria Fontana, Dalia Kaddari, Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Chiara Melon e Irene Siragusa. 

Primatista italiana di maratona, argento mondiale a Mosca 2013, Valeria Straneo domenica ha lanciato il suo ultimo attacco ai Giochi Olimpici. “Sono felice e soddisfatta nonostante quei 63 secondi di troppo che mi impediscono di coronare uno dei mie sogni: partecipare alla terza Olimpiade dopo Londra e Rio. La maratona è una distanza che non perdona, tanto meno a 45 anni”. Sul circuito disegnato dentro all’aeroporto di Siena-Ampugnano, l’alessandrina della Laguna Running ha corso in 2h30:33. “Una gara regolare, anche se in partenza non ho trovato subito il treno delle 2 ore e 30; ho dovuto recuperare qualche secondo e per questo motivo il secondo cinquemila è stato leggermente più veloce. Ho fatto un buon passaggio alla mezza e fino al 37° ero in linea con lo standard per Tokyo. Poi l’ultimo giro è stato devastante, la stanchezza si è fatta sentire ed è lì che ho perso quei 63 secondi”. Continua: “Nell’ultimo giro ho intercettato anche Stefano La Rosa, ho visto il suo coach - Ruggero Pertile - urlare come un matto perché il crono era vicinissimo allo standard per Tokyo. L’ha mancato per soli 12 secondi, che in maratona non sono nulla, e mi dispiace”.

La prima edizione della Tuscany Camp Marathon ha visto una notevolissima profondità di risultati, con la maratona femminile più veloce mai corsa in italia e 60 primati personali su 130 partenti. “È stata davvero una bella gara, sono grata agli organizzatori per questa opportunità in piena pandemia. Abbiamo gareggiato in piena sicurezza, su un percorso veloce e in una gara di altissimo livello”.

VIDEO | GUARDA LA PUNTATA

Con Stefano Baldini, il tuo allenatore, avete già programmato i prossimi mesi? “Ora voglio solo a riposarmi e recuperare. Stefano sa che non voglio vedere una tabella di allenamento per qualche settimana (ride ndr). Magari farò qualche gara più breve, decideremo insieme. La verità è che mi è dispiaciuto anche per lui, avrei voluto regalargli questo minimo olimpico: se lo meritava”.

Sei sempre stata l’esempio dell’amore per la corsa, una passione vissuta indipendentemente dalle gare e dai risultati. Ti diverti ancora? “Sinceramente, nell’ultimo periodo non mi sono divertita. Ho patito gli allenamenti e l’inverno passato a correre da sola e al freddo. Mi è pesato molto il rinvio della maratona di Berna, che ha aggiunto un mese di allenamenti a un anno già pesante. Però amo correre, mi diverte sempre ed è il mio modo per stare bene. So che a un certo punto smetterò di allenarmi così duramente, ma non smetterò mai di correre”.

Anna Chiara Spigarolo

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 STRANEO VALERIA