Strada, la Quaglia prima a Cremona




 

Il racconto del lungo week-end della strada parte da Cremona dove domenica Emma Quaglia ha vinto la mezza maratona in 1h13:06, migliorando di 3 secondi il primato personale stabilito a Genova nell'aprile del 2009. Dietro alla trentenne del CUS Genova, azzurra su questa distanza ai Mondiali 2009 di Birmingham (36ª/1h14:11) si sono piazzate le forestali Bruna Genovese (1h14:27), appena rientrata da un stage in quota ad Albuquerque (New Mexico) e in preperazione per la Maratona di New York, e Deborah Toniolo (1h14:44). Al maschile, invece, tripletta keniana con Wilson Kipkemei Busienei (US Quercia Trentingrana/1h02:47), Philip Langat (1h02:52) e Isack Tanui Kiprotich (Bruni Vomano/1h03:16). Lo stesso giorno sorrisi azzurri al femminile anche al 40° Giro di Pettinengo, grazie ad Elena Romagnolo (Esercito) terza in 12:42. Vittoria, come un anno fa, all'etiope Sule Utura (12:29) davanti alla giovane connazionale Itaa Bedada (12:39). Etiope anche la quarta classificata, Asmerawork Bekele (12:59), leader, il giorno precedente, del 19° Circuito di Biella in 4:55 sulla Badada (4:56) e Valentina Costanza (Esercito/4:58), mentre nella prova maschile si è imposto il finanziere Juri Floriani (4:16). Tornando a Pettinengo dominio africano tra gli uomini con la vittoria del keniano Philemon Limo (26:23) su Alex Korio (26:30) e Mike Kigen (26:34). A Monte Urano, terzo posto alla II Maratona del Fermano per il carabiniere azzurro Denis Curzi (1h08:11), superato dai keniani dell'Atletica Potenza Picena Kirwa Solomon Yego (1h07:37) e Kipsang Zakayo Biwott (1h08:03). Tra le donne, affermazione di Francesca Bravi (Grottini Team Recanati/1h23:36) su Simona Ruggieri (ASA AscolI Piceno/1h25:56) e Ilaria Mancini (Avis Ascoli Marathon/1h26:18). In Piemonte alla Trecate Half Marathon, invece, successi del tunisino Rached Amor (Pro Sesto Atl./1h08:58) e Claudia Gelsomino (N.Atl. Fanfulla Lodigiana/1h20:14). Oltre mille podisti, 1.082 per l’esattezza, hanno animato a Pescara la 10ª edizione della Maratona D’Annunziana, valevole come campionato regionale della distanza. Gara e titolo regionale sono stati vinti dal favorito della vigilia, Michele Del Giudice (Farnese Pescara) in 2h29:44, precedendo al secondo posto l’azzurro di ultramaratona Marco D’Innocenti (GMS Subiaco) 2h35:12, al terzo il polacco Dryja Marek (Il Quercione Lanciano) 2h41:49. Fra le donne, si è classificata al primo posto la romana Veronica Correale (CUS Atletica Tirreno/3h11:53), seconda Cecilia Di Benedetto (Fidas Pescara/3h12:57), terza Giovanna Zippitelli (Podistica Luco dei Marsi/3h23:52). Al XLII Giro dei Tre Monti (15,4 km) di Imola, quindi, successi di Jaouad Zain (Running Revolution/47:04) e Meriyem Lamachi (Montemiletto Team Runners/53:43).

TORINO, DI TOMA E GROSS VINCONO I TRICOLORE DI 24ORE - Ha percorso 232,642 km, Diego Di Toma (Sanremo Runners), per aggiudicarsi la 24 Ore di Torino, prova internazionale valida per il titolo assoluto e master italiano di specialità. Era dalla maratona del 1998 che sotto la Mole non veniva assegnato un titolo tricolore di corsa su strada. La gara iniziata alle 10 di sabato 16 ottobre si è conclusa alla stessa ora di domenica 17. La distanza coperta dal vincitore, percorsa su un tracciato di 1 km disegnato lungo i viali alberati del Parco Ruffini, è grossomodo quella che separa Torino da Reggio Emilia. Il secondo posto è andato al francese Stephane Leroux (228,546 km), 40 anni, terza piazza per il calusese Stefano Montagner (223,704 km, Runners Bergamo), 48 anni, alfiere del sestetto reduce dall’argento a squadre mondiale (nonché oro europeo) nella rassegna iridata di Brive-la-Gaillarde (Francia). Nella corsa rosa netto successo, e decimo posto assoluto con 179,000 km, di Annemarie Gross (Asv Telekom Team Sudtirol), 41 anni, altoatesina di Val Sarentino, nonostante fosse reduce da un’impegnativa vittoria al Tor des Géant, prova massacrante di 330 km prevalentemente su sentieri di montagna. Secondo gradino del podio per l’atleta della Nazionale azzurra Monika Moling (167,307 km, Sri Chinmoy Marathon Team). Terzo posto per Adele Di Lorenzo (150,860 km, Gruppo Podisti Albesi). L’evento organizzato dall’Asd Il Giro d’Italia Run ha visto oltre 100 atleti al via: prima volta in Italia per una gara di questo tipo. Tra i temerari ultrapodisti provenienti da tutto il Bel Paese e non solo, una nutrita rappresentanza della nostra Nazionale, molti dei quali impegnati in una prova generale sui 100 km in vista dei campionati mondiali di specialità in programma il 7 novembre a Gibilterra.

Nella foto, Emma Quaglia ai Mondiali di Mezza Maratona di Birmingham 2009 (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: