Strada, la ColleMar-athon e un Curzi vincente




 

La suggestiva ColleMar-athon è giunta alla settima edizione, con il suo panoramico percorso da Barchi, sulle colline dell’entroterra pesarese, fino al porto turistico di Fano attraversando anche i comuni di Mondavio, Orciano, San Giorgio, Piagge e San Costanzo. Ha vinto Philemon Metto Kipkering, keniano che vive a Siena, in 2h26’36” bissando il successo del 2006 e precedendo di soli sette secondi il connazionale Joshua Rop Kipchumba. Sul podio anche l’indomito Giorgio Calcaterra, terzo in 2h31’57”, che ha poi prolungato dopo l’arrivo per altri 19 chilometri, in vista della classica 100 km del Passatore (in programma a fine mese tra Firenze e Faenza), appuntamento importante per lui che è campione del mondo in carica sulla distanza. Quarto posto per Marco D’Innocenti, ingegnere romano di Subiaco, aggiudicandosi nell’occasione il titolo italiano per ingegneri, architetti e geometri. Nella gara femminile affermazione della rumena Ana Hecico (2h53’17”) sulla croata, seconda anche nel 2008, Marija Vrajic (2h55’46”) e su Paola Garinei (3h07’21”). Più di mille gli iscritti (1008 per la precisione), con 773 arrivati.

Grande soddisfazione nel frattempo per Denis Curzi, che si è aggiudicato la 24^ Trecastagni Star, prestigiosa corsa su strada in provincia di Catania. Il carabiniere marchigiano di Centobuchi (AP) ha chiuso in 30’59” sul percorso di 10,2 km, precedendo il keniano Kipngetich Rugut e il maratoneta jesino Daniele Caimmi. Era dal 2003 che un italiano non vinceva a Trecastagni.

Luca Cassai

Nella foto piccola, la partenza della ColleMar-athon, in quella piccola l'arrivo di Denis Curzi alla 24^ Trecastagni Star

curzi

LINK: il sito della ColleMar-athon



Condividi con
Seguici su: