Strada, il 2010 chiude con la BOclassic




 

Anche il 2010 delle corse su strada si avvia verso la sua conclusione. Il 31 dicembre a chiudere ufficialmente il calendario nazionale sarà, come ormai da tradizione, la BOclassic. Per questa classica internazionale, edizione numero 36, è atteso a Bolzano un cast di primo piano in cui sono annunciati i nomi della keniana Vivian Cheruiyot, iridata dei 5000 a Berlino 2009, e, al maschile, del recordman della manifestazione Sergey Lebid. L'ucraino, fresco del nono titolo europeo in carriera nel cross, qui ha già vinto cinque volte, la prima nel '99 e poi initerrottamente dal 2001 al 2004. Attesi sui 10km degli uomini anche il keniano bronzo olimpico dei 5000, leader delle ultime tre edizioni della BoClassic, Edwin Soi e, in chiave azzurra, il finanziere Andrea Lalli, sesto alla recente rassegna continentale di campestre. Nella prova femminile (5km) tenteranno di opporsi alla Cheruiyot, la maratoneta kazaka con passaporto tedesco Irina Mikitenko e l'ungherese Aniko Kalovics, qui prima nel 2006.  

Intanto il mese di dicembre ha visto già correre diversi eventi in tutta Italia. Il 5 dicembre alla XIII Maratona di Latina provincia - Trofeo Città di Sabaudia successo di Marco romano (Running Club Futura/2h33:46) sul marocchino compagno di squadra El Fadil Soufyane (2h41:37) e Marciano Pilla (Atl. Venafro/2h41:38). Tra le donne, vittoria di Anna Quagliaro (Pod. Avis Priverno/2h57:31) davanti a Concetta Franzese (Marathon Club Frattese/3h04:38) e Veronica Correale (VVF Roma sez. podismo/3h07:04). Una settima dopo, in Sicilia, alla prima Catania City Marathon si è imposto Vito Massimo Catania (Amatori Regalbuto/2h29:35) che ha preceduto Enrico Pafumi (Atl. Sant'Anastasia/2h31:52) e Giuseppe Veletti (Green & Sport Promotion Gela/2h32:44). In campo femminile, invece, la vittoria è andata a Giuseppina Chiolo (Runner Team Mascalucia/3h01:09) seguita da Irene Susino (Green & Sport Promotion Gela/3h04:53) e Manuela Di Stefano (Genesis/3h20:02). Lo stesso giorno, a Fiumicino (RM), doppietta africana sui 10 km della XXI Best Woman vinta, tra gli uomini, dal keniano Erastus Kipkorir Chirchir (E-Servizi Atl. Futura Roma/29:09) davanti al marocchino Yassine Kabbouri (Atl. Recanati/29:15) e Luigi La Bella (SM Esercito/30:04). La ruandese Angelian Nynsarabimana (Grottini Team) ha, quindi, regolato la concoorenza della gara femminile in 33:12. Alle sue spalle la marocchina Hanane Janat (Fondiaria-Sai Atletica/33:40) e la promessa Veronica Inglese (Esercito/34:17). Sempre il 12 dicembre la Maratona di Reggio Emilia Città del Tricolore aveva tagliato il traguardo delle quattordici edizioni con i successi del marocchino Taoufike El Barhoumi (Salcus S. Maria Maddalena/2h15:55) e di Ilaria Bianchi (Team Cellfood/2h40:23). Sul podio maschile anche l'ungherese Tamas Kovacs (2h16:07) e il keniano Nicodemus Biwott (Vini Farnese Pescara/2h19:48), mentre a completare quello della prova delle donne sono state l'ungherese Monika Nagy (2h45:29) e Stefania Benedetti (GAV Vertova/2h46:49). A Corigliano d'Otranto (LE) ad aggiudicarsi la XII Half Marathon Grecia Salentina sono stati Ivano Musardo (GS Esercito 10° Re. Tra. Bari) in 1h11:45 e la marocchina Soumiya Labani (GS Matera/1h16:39). Dietro di loro si sono quindi classificati Giovanni Chiriatti (Grecia Salentina Martano/1h14:25) e Antonio Bruni (Libertas Lamezia Terme/1h15:03) e, tra le donne, di Alessandra Resata (Alteratletica Locorotondo/1h22:48) e Luisa Corso (Libertas Atl. Lamezia Terme/1h23:33). In provincia di Avellino, la XII Quattro Passi per Montemiletto (10,350 km) ha, invece, avuto il suo epilogo vincente con l'ucraino Maksim Obrubanskyy (Bruni Atl. Vomano/32:17) capace di imporsi su Gianluca Ricci (Montemiletto Team Runners/32:39) e sul marocchino Issam Zaid (32:57). La gara femminile ha fatto registrare la netta vittoria della marocchina Meriyem Lamachi (Montemiletto Team Runners/38:58). Seconda Cathy Barbato (Baiano Runners/42:47) e terza la marocchina Fatima Mouaauyah (Napoli Nord Marathon/43:57). Il week-end appena trascorso è stato, invece, pesantemente condizionato da neve e maltempo, condizioni che hanno portato all'annullamento della XII PisaMarathon dove si erano iscritti oltre 2000 podisti. In Campania si è corsa regolarmente la II Maratona Coast to Coast con partenza da Piazza Tasso di Sorrento ed arrivo sul lungomare di Maiori. Netta affermazione del keniano Nicodemus Biwott (Farnese Vini Pescara/2h25:59) che ha avuto la meglio sul bergamasco Emanuele Zenucchi (La Recastello Radici Group/2h26:43) e sul campano Gianluca Piermatteo (Atl. Scafati/2h38:56). In campo femminile prima la trentina, vicecampionessa iridata della 100km, Monica Carlin (Brema Running Team) che ha anche migliorato il record della gara con il crono di 2h52:02. Dietro di lei, nell'ordine Monica Casagrande (Equipe Running/3h05:24) e Sara  Bradaschia (Gruppo Marciatori Gorizia/3h10:13).

a.g.




Condividi con
Seguici su: