Strada e montagna, il fine settimana

19 Settembre 2016

I risultati delle principali corse su strada, in montagna e trail svoltisi nel weekend appena concluso. 


 

Il Kenya fa doppietta nella 17^ Maratonina Città di Udine. Joash Kipruto Koech (Atl. Potenza Picena) e Pauline Eyapan (Run2gether) si sono imposti in mattinata sul nuovo percorso che ha unito Cividale del Friuli al capoluogo. I keniani sono stati protagonisti assoluti sin dai primi chilometri di gara. Joash Kipruto Koech ha chiuso in 1h02:04, staccando di 1:45 il connazionale Henry Kimtai Kibet (Atl. Valle Brembana)e di 1:51 l’altro keniano Dennis Kipkorir Rutoh (Run2gether). Momento clou della gara, poco oltre il decimo chilometro (passaggio in 28:40), quando Koech ha allungato la falcata, staccando gli avversari. Miglior italiano, il giovane Eyob Ghebrehiwet Faniel (Venicemarathon Club), eritreo naturalizzato italiano nel 2015, sesto in 1h06:52. Tra gli atleti più applauditi, il pluricampione iridato di ultramaratona, Giorgio Calcaterra (1h15:45). La kenyana Pauline Eyapan ha fatto corsa a sé sin dall’avvio, arrivando al traguardo in un ottimo 1h12:52. Al dodicesimo chilometro, al passaggio in Remanzacco, aveva un vantaggio di 17” sulla connazionale Pauline Naragoi Esikon (Run2gether). Più indietro, ad oltre un minuto, la giapponese Haruna Takada, che però ha fatto corsa in rimonta, superando nel finale la seconda delle keniane e conquistando l’argento in 1h13:05. Quarta, e miglior italiana, la pugliese d’adozione triestina Teresa Montrone (1h17:34, Alteratletica Locorotondo).

MEZZA DI VICENZA - Diego Avon (Spak4 Padova) e l’azzurra Deborah Toniolo (Forestale) hanno vinto l’edizione 2016 della Mezza di Vicenza. Il trevigiano Avon ha dominato la gara maschile, chiudendo in 1h07:52, davanti all’italo-marocchino Said Boudalia (Gs La Piave 2000, 1h11:38) e a Isacco Piubelli (Giancarlo Biasin Illasi, 1h11:59). Interamente vicentino il podio femminile, con la Toniolo giunta solitaria al traguardo in 1h18:41. Alle sue spalle, Maurizia Cunico (Runners Team Zanè, 1h21:31) e Anna Zilio (Vicenza Marathon, 1h23:50). Oltre 700 gli arrivati. RISULTATI/Results

CORRISERNIA – È stato Giulio Perpetuo a vincere, domenica 18 settembre, l’undicesima edizione della CorrIsernia. Il portacolori della Trieste Atletica ha corso i 10km di gara in 32:16, superando Ivan Di Mario della Polisportiva Molise (33:39) e Marco Visci dell’Atletica Vomano (33:43). Ha concluso l’evento l’attesa “americana”, vinta Mohad Abdikadar (Aeronautica) su Marco Salami (Esercito) e sul siepista Yuri Floriani (Fiamme Gialle).

MARATONA ALZHEIMER - Giuseppe Del Priore (ASD Dinamo Sport, 2h36:18) si aggiudica per la quarta volta consecutiva la vittoria della Maratona Alzheimer, evento sportivo e solidale che- in prossimità della Giornata mondiale dell’Alzheimer (21 settembre) - parte dalle colline romagnole a Mercato Saraceno (FC) per arrivare al parco di Levante a Cesenatico. Al femminile vince il titolo Judith Varga (Edera ATL. Forlì) in 2h54:51. La gara dei 30 km, partita da Borello, ha visto invece protagonista maschile Gianluca Borghesi (ATL. Avis Castel S. Pietro), che ha impiegato 1h48:19 per raggiungere il traguardo, e Martina Facciani (Calcestruzzi Corradini Excels.), 1h53:31. L’esordio della 10 km ha visto imporsi De Nicolò Nicholas (ASD Dinamo Sport, 34:21), mentre la vittoria femminile va a Paola Braghiroli (G.S. Gabbi) che ferma il cronometro a 38:47. Come da tradizione in campo c’erano anche tanti spingitori. Tra questi, l’Onorevole Laura Coccia, madrina di questa edizione, ha premiato la Podistica San Vittore e gli Amici della Fatica, per il loro impegno profuso da anni come spingitori di atleti disabili. Oltre 2500 presenze nelle camminate, da quelle culturali in centro a Cesena a quelle naturalistiche sui sentieri di San Vicinio, dal nordic walking sulle spiagge di Cesenatico al fiume di gente partito dallo Stadio di Cesena.

MONTAGNA - Sabato 17 settembre è stato anche il giorno della 19esima edizione della Südtirol Drei Zinnen Alpine Run. La gara si è svolta nello scenario delle Dolomiti di Sesto (BZ) per raggiungere il traguardo presso il Rifugio Locatelli, sotto le famose Tre Cime di Lavaredo, su un percorso alternativo rispetto a quello canonico a causa delle nevicate in alta quota cadute nella notte precedente al via. Per motivi di sicurezza sono stati annullati alcuni passaggi, come quelli presso il Rifugio Comici e Rifugio Pian di Cengia, con i concorrenti si sono così sfidati su un tracciato da 12 km, da 1300 metri di dislivello. La competizione al maschile è stata dunque vinta da Petro Mamu, il quale ha fatto praticamente corsa a sé, tagliando il traguardo in 1h02:06. Il 32enne eritreo ha così festeggiato la sua seconda vittoria alla Corsa delle Tre Cime, dopo quella ottenuta nel 2013; in quell'occasione il campione del mondo di corsa in montagna del 2012 stabilì anche il record del percorso originale (17,5 km e 1350 metri di dislivello), fermando il cronometro a 1h22:44. Alle secondo posto si è piazzato l'altoatesino Hannes Perkmann, 23enne di Sarentino, in 1h05:07. Dopo un terzo posto nel 2014 ed un secondo posto nel 2013, Sara Bottarelli è riuscita finalmente a primeggiare nella Corsa delle Tre Cime al femminile. La 25enne della Val Trompia, in provincia di Brescia, ha fatto sua la gara altoatesina con il tempo di 1h16:28. Anche nella corsa dedicata alle donne la piazza d'onore è stata occupata da un'atleta di casa, ossia da Elena Casaro, di Dobbiaco. L'altoatesina ha completato la sua prova in 1h20:06, confermando così il suo feeling con la Drei Zinnen Alpine Run, che lo scorso anno la vide chiudere terza. A completare il podio dell'edizione 2016, ecco la svizzera Victoria Kreuzer, vincitrice della corsa 2014; l'elvetica ha chiuso la gara in 1h23:54. Alla Südtirol Drei Zinnen Alpine Run 2016 hanno partecipato 1000 atleti; in gara erano rappresentate 20 nazioni differenti. Hanno raggiunto il traguardo 906 concorrenti. RISULTATI/Results

Domenica 18 settembre si è disputata la 40ma edizione dell’Ivrea – Mombarone, appuntamento storico e di grande fascino per gli appassionati della corsa in montagna. Un percorso di 20km con partenza da Piazza Ottinetti ad Ivrea ad altitudine 253m ed arrivo a Colma di Mombarone posta a 2327m con un dislivello di 2074m: una corsa dura, nata addirittura nel 1922, da allora altre tre edizioni per poi riprendere vita nel 1977. È keniano il vincitore della prova maschile: si tratta di Julius Rono Kipngetic (Atl. Recanati) che arriva in cima con il tempo di 1h56:35. Alle sue spalle l’azzurro della corsa in montagna Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe) con 1h57:02 e il ruandese Felicien Muhitira (Atl. Potenza Picena) con 1h58:09. Al femminile vittoria della polacco-piemontese Katarzyna Kuzminska (Atl. Canavesana) che arriva in vetta dopo 2h31:28 di corsa. Sul podio con lei anche Chiara Giovando (Atl. Monterosa) con tempo finale di 2h32:05 e Barbara Cravello (GSA Pollone) con 2h32:28. Seguono in classifica Elisa Almondo(Brancaleone Asti) con 2h33:31 e Nadia Re (ASD Valli di Lanzo) con 2h37:00. RISULTATI/Results

SKYRACE - Erano in 450 domenica 18 settembre a Pasturo (LC) per la Zacup Skyrace del Grignone. Causa condizioni meteo il percorso è stato modificato, diventando di 23 km e 1800 metri di dislivello positivo. Fra gli uomini gara in solitaria di Daniel Antonioli (Esercito) conclusa in 2h03:33. Al secondo posto Mattia Gianola (Team Crazy) e al terzo il rumeno Giorgy Szalbocs. Tra le donne assolo di Denise Dragomir davanti a Katrine Villumsen (Team Dynafit) e Ingrid Mutter.

TRAIL - Nella seconda edizione dell’Alta Murgia National Park EcoTrail, gara podistica nazionale di corsa di montagna in area protetta a Ruvo di Puglia (BA), il migliore è stato Luigi Zullo (Bio Ambra New Age) in 53:04 davanti a Riccardo Brigante (Atletica Capo di Leuca) 1h01:40 e Vincenzo De Rosa (Mistercamp Castelfrentano) 1h02:07. Prima donna al traguardo, Lidia Mongelli (Atletica CorrerePollino) in 1h05:05. Oltre 300 atleti hanno corso su un percorso completamente immerso nella natura con partenza nell’agro ruvese da Torre dei Guardiani, attraversando Jazzo Cortogigli, Jazzo del Demonio fino a bosco Scoparella.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: