Strada e montagna: così nel week-end




 

Sabato da Firenze sono partiti alla volta di Faenza in 1277 tra uomini e donne (arrivati 993), attraverso le montagne dell'Appennino. A vincere, però, è stato ancora una volta Giorgio Calcaterra che ha così fatto sua per il quarto anno consecutivo la "100 km del Passatore", l'ultramaratona che nel 2009 ha tagliato il traguardo delle 37^ edizioni. Calcaterra, trentasettenne tassista romano campione europeo e mondiale della specialità, ha così compiuto un'impresa mai riuscita a nessun'altro nella storia di questa manifestazione. Come numero di vittorie ha eguagliato Vito Milito (primo successo nel '76, ultimo nel 1981) e ora insegue il russo Alexey Kononov (sei successi tra il 1993 e il 2001). Ha corso per 6h56:37, quasi 19 minuti in più rispetto all'anno scorso. Dietro di lui il laziale Marco D'Innocenti (7h15:58) e il russo Vsevolod Khudyakov (7h19:15). Tra le donne, vittoria della russa Irina Vishnevskaya, 7^ assoluta in 7h50:04, davanti alla bergamasca Paola Sanna, al rientro in una gran fondo (32^, in 9h05:37), e alla veronese Chiara Pacchiega (50^, in 9h27:11). L'evento ha assegnato anche i titoli italiani e master della 100 km.

Finisce come da pronostico la 37^ Scalata al Castello di Arezzo gara in circuito (12 giri) sui 10 km con la vittoria finale dell’ucraino Sergey Lebid, dopo un appassionante testa a testa tra l’otto volte campione d’Europa di cross country e il keniano Ezekiel Kiprotich Meli, capace di rientrare al nono giro sulla coppia Lebid e Kisri (Mar). L’atleta del Marocco, però, non reggeva l’allungo del keniano al penultimo giro, con Lebid che a 500 metri dal traguardo di Via Roma, riusciva a mettere tra sè e Meli un vantaggio sufficiente per conquistare la sua prima Scalata al Castello. Dietro al terzetto Lebid (29:01), Meli (29:02), Kisri (29:11) buon quarto posto dell’azzurro di maratona Ruggero Pertile (29:43), per lui un buon test di avvicinamento ai Mondiali di Berlino. Soltanto sesto, invece, Daniele Meucci (29:59), vincitore della scorsa edizione.

Sotto la pioggia battente i corridori africani hanno dominato il 3° Memorial Antonio Fava, la corsa su strada di 10,5 km disputata a Roccasecca in memoria del cardiologo che fu per vent'anni responsabile sanitario del Centro di preparazione Olimpica del Coni di Formia, nonché medico della nazionale junior di atletica negli anni 80 e 90. A tempo di record (33'13") ha vinto l'ugandese Wilson Businei, finalista olimpico sui 10.000 in pista ai Giochi di Atene 2004. Businei ha avuto la meglio solo nel finale in salita del keniota Kiprotich Isaak Tanui. Solo 3" hanno diviso i due sul traguardo. Per l'ultimo gradino del podio l'ha spuntata il marocchino dell'Atletica Capua, Abdelkebir Lamachi. Primo degli italiani, l'aviere Lorenzo Cannata, sesto, davanti alla fiamma gialla Di Pardo. In campo femminile bis della marocchina dell'Atletica Gran Sasso, Ghizlane Asmae, in 38'27". Dietro di lei, ma nettamente staccate la connazionale Laaroussi e la polacca Kepa. Prima italiana Anna Bornaschella dell'atletica Venafro. Tra le società, primo posto alle realtà più rappresentative della Capitale, con il pieno successo del Gruppo Sportivo Bancari Romani di Luciano Duchi e la Podistica della Solidarietà di Pino Coccia. Terza con merito l'Atletica Venafro sulla Poligolfo Formia.

MONTAGNA: STAFFETTE PER ALLIEVI E CADETTI
Domenica a Malonno (BS), assegnati i titoli italiani di staffette Allievi/e e il Trofeo Nazionale per Società Cadetti/e. A livello individuale, successo delle allieve Zubani-Pederetti (Atl. Valtrompia - 32:30) su Gullino-Peironi (Atl. Saluzzo - 32:42) e Dal Magro-Gasparetto (Atl. Dolomiti Belluno - 33:01). Tra gli under 18 primi Zaghloul-Barbuscio (Marathon CS 38:01) davanti a Farcoz-Abram (39:20) e Tayaa-Moumen (GP Santi Nuova Olonio - 39:32). Nella categoria cadette, vittoria per Raviscioni-Nesossi (Valchiavenna Liquigas - 21:39) che hanno superato Noce-Tavella (Atl. Saluzzo - 21:57) e Monte-Comola (Pont-Saint-Martin - 22:44), mentre sul podio cadetti sono finiti nell'ordine Crotti-Monella (Atl. Vallecamonica - 27.01), Ramoni-Majori (US Bormiese - 27:31) e Mollicone-Alessi (Atl. Vallecamonica - 27:44). Così la classifca per club:
CADETTE: 1. GS Quantin (80) 2. GP Valchiavenna (74) 3. GP Santi Nuova Olonio
CADETTI: 1. Atl. Vallecamonica (170) 2. GP Valchiavenna (128) 3. Asd Caddese (124)
ALLIEVE: 1. Alt Valtrompia (76) 2. Atl. Dolomiti Belluno (66) 3. Pont-Saint-Martin (64)
ALLIEVI: 1. Marathon CS (120) 2. Pont-Saint-Martin (108) 3. GP Santi Nuova Olonio (108)

a.g.

Nella foto, Giorgio Calcaterra al traguardo della "100 km del Passatore" (foto organizzatori)




Condividi con
Seguici su: