Strada, Peppe Greco a Kipruto

27 Settembre 2016


 

Scicli (Ragusa), la 27esima edizione delMemorial Peppe Greco, gara podistica internazionale di 10 chilometri, si conclude nel segno di Koech Joash Kipruto, keniano di 32 anni che si inserisce in un albo d'oro che comprende i nomi di Haile Gebrselassie, Paul Tergat, Stefano Baldini e Martin Lel. Di stanza a Siena, vincitore dell'ultima maratonina di Udine, Kipruto (Atl. Potenza Picena) si è imposto in 29:58 davanti al connazionale Ezekiel Kirotich Meli (30:03) e all’ugandese Rober Chemonges (30:20). Quinto posto, dietro a Kanda, per Giuseppe Gerratana (Aeronautica) in 30:42. 

Nella serata di giovedì 22 settembre era stato assegnato  il Premio “Candido Cannavò”, in memoria del direttore de La Gazzetta dello Sport. L'ottava edizione del premio è stata assegnata al vicepresidente FIDAL Vincenzo Parrinello, comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Presente all’evento anche Fabio Pagliara, segretario generale FIDAL.

CRIPPA SIGNORE DELLA TRENTA TRENTINA - Nekagenet Crippa torna a vincere e lo fa ne La Trenta Trentina. Il ventiduenne trentino, più volte azzurro e già campione mondiale juniores di corsa in montagna, si è imposto nella quinta edizione della 30 chilometri disegnata tra le bellezze della Valsugana, in Trentino, con partenza ed arrivo a Levico Terme. Portacolori della Trieste Atletica, ha completato la propria fatica in 1h42:45 lasciandosi alle spalle il marocchino Mohammed El Kasmi (Atletica Rodengo Saiano) e Giovanni Grano (Nuova Atletica Isernia), rispettivamente secondo e terzo in 1h43:26 e 1h43:41; terzo successo invece per la vicentina Maurizia Cunico (Runners Team Zanè), prima donna al traguardo dopo 2h01:15 di gara. Dietro di loro il lungo fiume di oltre 1400 partecipanti che alle 10 ha dipinto il centro storico di Levico Terme, teatro della partenza, sgranandosi con lo scorrere dei chilometri tra Caldonazzo, Calceranica al Lago, Pergine Valsugana ed il ritorno verso Levico Terme. Quattro comuni e due laghi, di Caldonazzo e Levico.

ROFFINO SECONDA ALLA MEZZA MARATONA DEL VCO - L'appuntamento giunto alla 21ma edizione vede al maschile un podio tutto africano con il successo del keniano Paul Tiongik (Athletic Terni) in 1h05:01 davanti ai marocchini Hicham Laqouahi (Atl. Reggio ASD), secondo in 1h05:33 e Jaouad Zain (LBM Sport Team), terzo in 1h07:57. E' keniana anche la vincitrice della prova femminile, Ruth Chebitok (Athletic Terni) che chiude in 1h15:51 davanti all'azzurra Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), al traguardo in 1h18:48, e ad Elisa Stefani (Brancaleone Asti), terza in 1h20:28. 

LUPATOTISSIMA - Un lungo happening dedicato all’ultramaratona. Da oltre vent’anni, la Lupatotissima rappresenta un appuntamento imperdibile per tanti appassionati della corsa di durata. L’ultima edizione, la ventitreesima, era valida per il campionato nazionale Iuta delle 6 e delle 12 ore in pista. Al campo “Nino Mozzo” di San Giovanni Lupatoto (Verona), trionfo nella gara più lunga per Andrea Accorsi (124,754 km) e Monica Barchetti(123,687 km), moglie del vincitore e seconda classificata a livello assoluto. Nella prova più breve, vittoria per Andrea Zambon (75,169 km) e Cristina Pitonzo (69,128 km), che ha preceduto Francesca Innocenti, cui è andato il titolo nazionale per tesserati Iuta. La manifestazione comprendeva anche prove di staffetta e la non competitiva StraLupatoto. La puntuale organizzazione, come sempre, è del Gsd Mombocar Riso San Marco.

SAN GENESIO - Nella mezza maratona in montagna Soltn-Berghalbmarathon (21,097 km) con un dislivello totale di 520 metri, in campo maschile trionfa Said Boudalia, in quello femminile Petra Pircher. In totale sono oltre 240 gli atleti al via. A San Genesio Boudalia (GS La Piave 2000) è riuscito a ripetere il successo dell’anno scorso, vincendo la gara maschile con il tempo di 1h16.31. Il 48enne ha preceduto di 38 secondi l’altoatesino Gerd Frick (Telmekom Team Südtirol). Al terzo posto si è piazzato Gianmarco Bazzoni dell’Athletic Club 96 in 1h19:22. La prova femminile è stata dominata dalla venostana Petra Pircher. L’atleta dell’ASC Rennerclub Vinschgau ha chiuso la gara con il tempo finale di 1h32.53, lasciandosi alle spalle Edeltraud Thaler (Telmekom Team Südtirol), a 1h36:21. Terza, a 4:37 minuti dalla vincitrice, Verena Pratzner (ASV Rennerclub Vinschgau) in 1h37:28.

(da comunicati stampa Organizzatori) 

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

 

 

 



Condividi con
Seguici su: