Strada: Epis sul podio alla mezza di Cremona

17 Ottobre 2021

Terzo posto dell’azzurra con 1h13:16 sui 21,097 chilometri. A Trieste quarto Rachik nei 10 km della Corsa dei Castelli

 

Un’azzurra al terzo posto nella HMC - Mezza Maratona Città di Cremona. Sul gradino più basso del podio sale Giovanna Epis in 1h13:16 per completare una nuova tappa nella preparazione alla sua prossima maratona, tre settimane dopo lo stesso piazzamento ottenuto a Padova con 1h12:37. “Ho nelle gambe un lavoro di 14 km svolto ieri - racconta la veneziana dei Carabinieri - e sono venuta a Cremona per fare un test in vista di Valencia e l’obiettivo era di rimanere sui 3:30 ogni mille metri, ma ho corso più veloce e quindi non posso che essere contenta. Tra l’altro, è una prova particolarmente impegnativa soprattutto nella seconda parte di gara, quindi direi che tutto procede come da programma verso l’appuntamento del 5 dicembre”.

Nella ventesima edizione dell’evento, tornato dopo un anno di stop, la sfida per la vittoria si decide a un chilometro dal traguardo con l’attacco della burundese Francine Niyomukunzi (Atl. Castello) a involarsi in 1h12:03 davanti alla keniana Teresiah Omosa, seconda con 1h12:15. Ai piedi del podio l’altra atleta del Burundi, Cavaline Nahimana (Libertas Unicusano Livorno) in 1h14:22, mentre per la quinta posizione Giulia Sommi (Cus Pro Patria Milano) con 1h15:22 si migliora di tre minuti abbondanti. Tra gli uomini, quando mancano cinque chilometri, è il keniano Dickson Simba Nyakundi che sferra l’allungo decisivo e poi festeggia il successo in 1h01:46, a soli tredici secondi dal record del percorso siglato da Solomon Kirwa Yego nel 2015. Ampio il vantaggio sul keniano Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane) che rallenta a causa di un improvviso fastidio alla gamba ma arriva comunque secondo in 1h03:21 seguito dai connazionali Hosea Kimeli Kisorio (Atl. Virtus Lucca, 1h03:38) e Birir Kipkorir (1h03:55), quinto Salvatore Gambino (Dk Runners Milano) sceso a 1h04:40. Tra i partecipanti anche una campionessa olimpica di canottaggio: la cremonese Valentina Rodini, oro a Tokyo nel doppio pesi leggeri, porta a termine la sua prima mezza maratona in 1h36:18. [RISULTATI]

TRIESTE - Tripletta keniana nella quinta edizione della Corsa dei Castelli. A Trieste vince in volata Peter Mwaniki Njeru (Atl. Vomano) in 29:58 dopo 10 chilometri di gara, ad appena otto secondi dal primato della manifestazione stabilito lo scorso anno da Hagos Gebrhiwet. Secondo posto in 29:59 per Panuel Mkungo (Atl. Castello) che precede Solomon Koech (Libertas Unicusano Livorno, 30:18). Finisce quarto l’azzurro Yassine Rachik (Fiamme Oro) con il tempo di 31:19, mentre nella scorsa stagione era stato terzo in 30:23. “Quest’anno non sono riuscito a rimanere sul podio, ho provato a resistere - racconta - ma è andata così. Sempre bello gareggiare qui a Trieste e tornerò ancora. La salita al Castello di San Giusto è dura, ma splendida”. Alle sue spalle Francesco Carrera (Atl. Casone Noceto), quinto con 31:52 nella corsa scattata dal Castello di Miramare. Netta affermazione al femminile per Teresa Montrone (Alteratletica Locorotondo) in 39:40, tempo lontano dal 37:43 con il quale aveva conquistato la prima piazza nel 2018. Più staccate Giulia Pessot (Atl. Brugnera Friulintagli, 41:30) e Chiara Pianeta (Team Km Sport, 41:55). [RISULTATI]

FOLIGNO - Alla Mezza Maratona Città di Foligno (Perugia), arrivata alla settima edizione, vittoria per Stefano Massimi (Cus Camerino) che in 1h04:45 riesce a mettersi alle spalle il keniano Simon Kibet Loitanyang (Tx Fitness, 1h04:47), terzo Andrea Falasca Zamponi (Atl. Potenza Picena, 1h07:59). Tra le donne è l’Africa a farla da padrona con la keniana Brigid Jelimo Kabergei (#iloverun Athletic Terni) a imporsi in 1h14:00 davanti alla ruandese Clementine Mukandanga (Atl. Virtus Lucca, 1h15:26) e a Silvia Tamburi (Atl. Avis Perugia, 1h19:26). [RISULTATI]

PALERMO - Il burundese Olivier Irabaruta (Us Quercia Trentingrana) si aggiudica l’ottava edizione della Palermo International Half Marathon in 1h04:15 superando il connazionale Onesphore Nzikwinkunda (Caivano Runners, 1h04:33) con l’azione risolutiva al rientro nel Parco della Favorita per poi tagliare da solo a braccia alzate il traguardo davanti all’Antico Stabilimento Balneare di Mondello. La terza posizione è di Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport, 1h11:53). Tra le donne Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport, 1h25:11) precede Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa, 1h32:16) e Angela Loredana Marrone (Equilibra Running, 1h33:51). [RISULTATI]

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: