Stella d’oro Coni alla Sef Macerata

19 Dicembre 2016

Prestigioso riconoscimento alla società fondata nel 1947, per una lunga storia ricca di successi


 

Storico avvenimento per lo sport marchigiano. Il Coni nazionale, per mezzo del presidente Giovanni Malagò su valutazione e segnalazione del delegato provinciale Giuseppe Illuminati, ha insignito la Sef Macerata di una delle più prestigiose onorificenze italiane: la Stella d’oro al merito sportivo. Un riconoscimento ottenuto per le benemerenze acquisite dal sodalizio in 70 anni di attività, ma vuole attestare di fronte al mondo sportivo anche i meriti degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti per il contributo offerto alla crescita e all’affermazione dello sport nazionale. Tra le società marchigiane di atletica, la Stella d’oro finora era stata assegnata soltanto all’Asa Ascoli Piceno nel 2006 e inoltre alla Sef Stamura Ancona, che al suo interno ha la sezione atletica, nel 1967.

Nata nel 1947, ad opera di un gruppo di 12 emeriti cittadini tra i quali l’arbitro internazionale Cesare Ionni e il dott. Paolo Perugini, la Sef Macerata in 70 anni di attività ha rappresentato per l’ambiente maceratese un punto di riferimento sportivo, sociale ed educativo inserendosi in modo fattivo nella trasformazione della vita cittadina sino ai nostri giorni. Nei primi 25 anni circa di vita è stato uno dei club più forti in ambito regionale e nazionale, vincendo più di 10 scudetti marchigiani a squadre ed un numero notevole di titoli in campo individuale. Di questo indimenticabile periodo, moltissime le personalità di spicco tra le quali i presidenti Gaetano Zallocco e Vincenzo Stecca, nonché il dinamico segretario Luigi Mengoni, i tecnici Pietro Natalini, Giovanni Maceratini e Carlo Alberto Nittoli, tutti insigniti del Ruolo di Onore, per finire con gli atleti azzurri e campioni italiani Lino Boni, Fernando Riccitelli, Renato Raimondi, Amalia Micozzi e Giulia Perugini.

Problemi economici sempre più pressanti e la necessità di non disperdere un parco atleti di notevole valore portavano la Sef nel 1973 a una fusione, in campo assoluto, con il Cus Macerata ma la società ha proseguito a impegnarsi con i giovani (ragazzi e cadetti) preparando e formando atleti che successivamente, con il club universitario, avrebbero vinto titoli Italiani, indossato più volte la maglia azzurra e gratificato la cittadinanza con successi a tutti i livelli.

Nel 1996 improvvisamente il club universitario deliberava di chiudere l’attività di atletica leggera e così tutto lo staff decideva compatto di ritornare sotto i colori biancorossi seffini dando vita, oltre all’attività assoluta, a quella del nascente settore master (dai 35 anni in su). Da allora è stato un susseguirsi di successi che hanno portato la Sef ad essere la più forte società in campo Regionale (27 scudetti a squadre conquistati) e una sorprendente realtà in quella nazionale e internazionale. Questo il palmarès conquistato a tutt’oggi: 8 titoli mondiali di categoria, 17 europei, 334 italiani, 707 regionali, 13 primati mondiali ed europei, 66 primati italiani. Moltissimi gli atleti che si sono distinti in questo lasso di tempo ma soprattutto vanno ricordati il dott. Lamberto Cicconi, vincitore in carriera di 5 titoli mondiali, 2 europei e per ben 8 volte primatista in campo internazionale e l’eclettica Giulia Perugini, che si è aggiudicata un titolo mondiale, due europei e per 60 volte è salita sul gradino più alto del podio nazionale.

La Sef si è inoltre distinta anche per l’organizzazione di manifestazioni sportive internazionali, dai 6 incontri con club europei nell’indimenticabile Stadio dei Pini tra il ‘56 ed il ’62, al favoloso viaggio, per quei tempi, in Svizzera e in Lussemburgo per incontri di atletica leggera con la Sal Lugano e il Fola Esch Sur Alzette del 1957, alla finale nazionale del Campionato Italiano a squadre Master del 2007, ai 4 Campionati Italiani del Pentathlon Lanci e soprattutto al Trofeo di lanci “Renzo Martorelli”, manifestazione di alto livello che per 40 edizioni ha portato allo stadio Helvia Recina i migliori atleti italiani di specialità e che ha fatto conoscere Macerata in tutto il territorio nazionale per l’alto grado organizzativo, per l’ospitalità e la grande competenza professionale.

La Stella d’oro alla Sef Macerata, presieduta da Giammario Pignataro, è stata consegnata al vicepresidente della società Bruno Dezi nel corso della festa provinciale Coni 2016 da Roberta Preziotti, prefetto di Macerata, e da Roberto Fabbricini, segretario nazionale Coni.

(da comunicato Sef Macerata)



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate