Stefano La Rosa vince il cross a Volpiano, ma belle sorprese sono i rientri di Giulia Mattioli e Chr




 

Si è disputato oggi a Volpiano il Cross della Volpe, prima delle 2 prove indicative per le convocazioni dei Campionati Europei di Cross che si svolgeranno a Budapest il 9 dicembre.

Negli assoluti uomini il carabiniere Stefano La Rosa ha vinto con largo margine la gara, dimostrando un buono stato di forma e candidandosi per la 8^ partecipazione ai Campionati Europei di Cross. Gli atleti delle Fiamme Gialle Patrick Nasti e Gabriele De Nard si sono piazzati al 2° e 3° posto. In questa gara c’era anche il ritorno in una competizione nazionale per Andrea Sanguinetti, ora alle Fiamme Oro, dopo gli anni da allievo e juniores alla Edera Forlì, nei quali ha collezionato  grandi prestazioni, titoli nazionali e maglie azzurre. Andrea lo scorso anno ebbe un gravissimo infortunio che gli precluse la partecipazione ai Campionati Europei Juniores e lo ha costretto poi a una lunghissima sosta, da cui, con grandissima determinazione è riuscito a riprendere l’attività e siamo sicuri che presto tornerà ai massimi livelli. Oggi, partito con prudenza, ha avviato una bella rimonta nella seconda parte della gara che si è dovuta interrompere verso la fine a causa di dolori al fegato.

Nella gara assolute donne vinta da Fatna Maraoui (Esercito) era presente una sola atleta della Emilia Romagna, la master Anna Spagnoli (Romagna Running), autrice di un’ottima prova, al 16° posto assoluto e distanziata sui 7 km del percorso meno di 2 minuti dalla vincitrice.

Particolare interesse per i nostri atleti erano le gare juniores maschili e femminili che, in questa occasione, vedevano insieme agli juniores anche gli/le allievi/e. Negli uomini successo di Lorenzo Dini (Atl. Livorno) e 6° posto per Michele Cacaci (Edera Forlì), distanziato dal vincitore di 47 secondi. I criteri di selezione per gli Europei indicano i vincitori juniores delle 2 prove di selezione come qualificati di diritto, mentre eventuali altri convocati saranno stabiliti per scelta tecnica. Non sarà facile riuscire nell’intento, ma Michele ci deve provare ! In questa gara c’è stato il 15° posto di Alessandro Giacobazzi (Fratellanza 1874 Modena), 2° fra gli atleti della categoria allievi (e Alessandro lo sarà anche nel 2013).

Ed eccoci alla gara junior/allieve donne. E qui abbiamo due belle sorprese, non tanto per il valore di queste giovani atlete, che hanno già vinto tanto negli scorsi anni, ma per il loro ritorno ad un eccellente livello dopo un po’ di tempo. Si tratta di Giulia Mattioli (Rcm Casinalbo) e Christine Santi (Mollificio Modenese), che si sono piazzate rispettivamente al 3° e 6° posto. La gara è stata vinta da Virginia Maria Abate (Camelot) che ha preceduto di 4 secondi Martina Merlo (Cus Torino) e di 6 secondi Giulia Mattioli. Seguono altre 2 juniores, fra le migliori in campo nazionale, come Irene Baldessarri (Esercito), Sveva Fascetti (Studentesca Ca.Ri.RI) e quindi Christine Santi, prima fra le atlete della categoria allieve, a 19 secondi dalla Abate e a 13 dalla Mattioli. Nelle prime 10 anche Chiara Casolari e Francesca Bertoni (Mollificio Modenese), 8° e 9° posto, rispettivamente a 45 e 58 secondi di distacco dalla Abate.

Giulia Mattioli è stata campionessa italiana cadette sui 1000 metri nel 2009 e si è piazzata al 2° posto nei Campionati Italiani Allieve 2010 nei 1500 e 2011 nel cross. Lo scorso anno (2011) non era stata una stagione brillante e Giulia, causa anche alcuni problemi fisici, aveva progressivamente rallentato l’attività e fatto perdere le proprie tracce in atletica. La sosta non è stata breve e infatti nel 2012 non ha disputato nessuna gara su pista. Nella scorsa estate pian piano ha ripreso l’attività, seguita da Eugenio Della Casa, suo primo allenatore, e in pochi mesi è ritornata a un buonissimo livello, come ha dimostrato nella gara di oggi e si potrebbe anche candidare a un posto fra le junior agli Europei di Budapest, ma al momento Giulia dice di essere contenta così, nell’avere ricominciato a correre e di prendere quello che viene senza pensieri e per divertimento !

Christine Santi, un anno in meno di Giulia Mattioli, è stata la sua principale antagonista nelle piste e nei prati in questi ultimi anni. Le 2 ragazze modenesi (Giulia di Formigine, Christine di Pavullo) si sono spesso incontrate in gara, almeno negli anni in cui coincideva la categoria, sia nelle gare regionali che in quelle nazionali. In genere era Christine quasi sempre a prevalere, tanto da arrivare complessivamente a 5 titoli nazionali (4 da cadetta nel cross e nei 2000 metri e 1 da allieva nel cross) e a ottenere tempi di grande rilievo dai 1500 ai 5000 metri, fino alla gara dei 20 minuti su pista in cui è attualmente detentrice della m.p.n.. Un infortunio trascinatosi per parecchi mesi nel 2011, oltre ad averne limitato i risultati, l’ha costretta poi a una lunga sosta e a una ripresa dell’attività nel 2012 meno convincente degli anni precedenti. Forse la gara di oggi è stata la migliore di quest’anno e Christine riparte quindi per ritornare ai vertici del mezzofondo e con obiettivi importanti anche per la prossima stagione che la vedrà passare nella categoria juniores. Intanto un obiettivo, anche se non a brevissima scadenza, è rappresentato dalla partecipazione delle juniores del Mollificio Modenese alla Coppa Europa per Club di Cross, che si svolgerà a Castellon (Spagna) il prossimo 3 febbraio, in quanto campionesse italiane lo scorso anno al C.d.S. Nazionale di Correggio, anche se quasi tutte le componenti nel 2013 non saranno più juniores.

Nelle gare giovanili, fra le cadette, 3° posto per una compagna di club di Giulia Mattioli, Monica Venturelli, molto lontana dalla vincitrice, la notissima Nicole Svetlana Reina, detentrice della m.p.n. cadette sui 2000 metri, ma a pochi secondi dalla atleta classificatasi al 2° posto.

 

Giorgio Rizzoli

 

Nelle foto di archivio Giulia Mattioli e Christine Santi/Giulia Mattioli

 

Condividi con
Seguici su: