Stefano Braga splendida medaglia di bronzo nel lungo a Lille




 

Il piacentino Stefano Braga conquista una splendida medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali Under 18 di Lille. Già nelle qualificazioni si era intuito che Braga potesse nutrire ambizioni di un risultato importante, con un solo atleta che si elevava, come prestazioni, rispetto agli altri finalisti. Nella finale di oggi pomeriggio Braga ha iniziato la serie di salti con 7,18, aiutato da un vento a favore +3,3 che avrebbe potuto essere sfruttato meglio, considerato che negli altri salti del primo turno il vento è stato misurato a favore in modo più blando rispetto al salto di Braga. Comunque dopo il primo turno Braga è al 6° posto e figura davanti al favorito, il cinese Qing Ling che ha aperto con 7,16 (+2,2). Secondo turno di salti: il vento spinge sempre forte per Braga, ma anche per lo svedese Taleus e per il russo Popov, mentre Lin, con vento regolare, vola a 7,83 e chiude tutti i discorsi per la vittoria. Braga vola a 7,42 (+3,0), sua seconda misura di sempre, 2 cm meno di Taleus (+2,9) e 1 cm in più di Popov (+2,8). La classifica dei primi 4 in pratica non si muoverà più, con Stefano che mette a segno 2 belle misure al quarto e quinto salto, questa volta con il vento entro i limiti: 7,30 (+0,8) e 7,37 (+1,3), che diventa la sua migliore misura outdoor e anche primato regionale all’aperto, superando il 7,31 di Marco Lambertini, ottenuto, guarda caso, proprio a Lille il 4 giugno 1982 e inferiore solo alla sua migliore prestazione indoor di 7,45, ottenuta ad Ancona il 13 febbraio di quest’anno.

La carriera di Braga: Stefano Braga si mette in evidenza nel corso della stagione 2009, al 2° di militanza nella categoria cadetti: la sua stagione è tutta in crescendo, partiva dal 2009 da misure inferiori ai 5,50 di lungo, ma & egrave; già oltre i 6 nel corso della stagione indoor (6,10 a Saronno il 22 febbraio) e si affaccia oltre i 12 metri anche nel salto triplo (12,17 a Modena l’1 marzo). Ma è nella stagione all’aperto che si migliora ancora fino a 6,39 nel lungo a Castelnovo Montil il 24 agosto e acquista sempre maggior convinzione nel triplo dove atterra a 13,32 ai Campionati Regionali di Ravenna il 26 settembre, dove vince anche il lungo con 6,22. La scelta per i Campionati Italiani Cadetti è per il salto triplo e a Desenzano sul Garda, all’ultimo salto disponibile va a mettersi al collo il suo 1° titolo italiano con 13,49.

Nel 2010 al primo anno da allievo Braga migliora i suoi limiti personali, portandosi nel lungo a 7,10 e nel triplo a 13,76. C’è sicuramente maggior concorrenza nella categoria superiore e ai Campionati Italiani arrivano comunque buoni piazzamenti: 5° nel triplo indoor con 13,67 e 3° nel lungo outdoor con i 7,10 del primato personale, misura ancora una volta ottenuta nell’ultimo turno di salti.

Ed eccoci al 2011, dove la stagione di Stefano è incentrata solo per il salto in lungo. Ai Campionati Italiani Indoor arriva l’exploit con il suo 2° titolo nazionale, con la misura di 7,45, seconda indoor all time in Italia dopo 7,52 di Andrew Howe e primato regionale allievi fra indoor e outdoor. E soprattutto e anche la misura che gli da subito il minimo (e che minimo !) per i Campionati Mondiali di Lille e pure la convocazione per un incontro internazionale indoor giovanile nel quale debutta in nazionale (6,99 ad Amburgo, 6° posto). La stagione prosegue bene, pur senza un altro acuto come quello di Ancona a febbraio, ma il suo posto in nazionale non si discute, anche se altri saltatori in Italia intanto crescono di misura. Braga si presenta quindi a Lille con 8 prestazioni stagionali sopra i 7 metri, di cui 3 all& rsquo;aperto, con l’ottimo 7,32 dei C.d.S. allievi di Piacenza, anche se con vento +2,9. E a Lille dopo 7,27 in qualificazione ieri, oggi è arrivata la medaglia di bronzo.

 

Oggi era in gara nelle semifinali dei 400 metri anche Raphaela Lukudo che ieri brillantemente aveva superato il turno di qualificazione. La modenese si è esibita anche oggi sui suoi migliori livelli, 56.46 il tempo di oggi (56.19 ieri), nonostante un risentimento muscolare che la condizionando da alcuni giorni. La Lukudo sarà impegnata nei prossimi giorni anche nella staffetta.

 

Segnaliamo la presenza ai Mondiali di Lille anche di 2 allievi della Repubblica di San Marino: ieri ha gareggiato nelle batterie dei 100 metri Maria Speranza Biordi che ha ottenuto il primato personale con 13.74, mentre domani sarà impegnato nelle batterie dei 200 metri Andrea Ercolani Volta.

 

Giorgio Rizzoli

 

Le foto sono di Giancarlo Colombo/Fidal



Condividi con
Seguici su: