Stecchi, un centimetro in più: 5,73 a Bordeaux

18 Gennaio 2020

L’azzurro dell'asta migliora lo stagionale ed è terzo in Francia, battuto soltanto da Renaud Lavillenie e dal fratello Valentin: "Meglio del previsto, ho dovuto accorciare la rincorsa per la pedana corta"


 

Un altro passo in avanti per Claudio Stecchi. Dopo il 5,72 d’esordio, l’astista delle Fiamme Gialle porta il primato stagionale a 5,73 a Bordeaux e chiude al terzo posto la seconda tappa del Perche Elite Tour, alle spalle del primatista del mondo Renaud Lavillenie (5,80) e del fratello Valentin Lavillenie (5,73). Al 28enne fiorentino finalista mondiale, consigliato a bordo pedana dal suo allenatore e recordman nazionale Giuseppe Gibilisco, servono tre assalti per superare quota 5,73, quarta prestazione in carriera, dopo aver domato 5,53 alla prima prova e 5,63 alla seconda. Come la scorsa settimana a Orléans, la sua gara termina quando l’asticella è posizionata a 5,80, misura con la quale avrebbe eguagliato il primato personale siglato lo scorso anno e avrebbe centrato lo standard d’iscrizione per i Giochi di Tokyo.

STECCHI: “DUE BUONE PROVE A 5,80”: “È andata meglio del previsto - le parole di Stecchi, ottavo a Doha - ieri, arrivando nell’impianto, ho scoperto che la pedana era troppo corta per la mia rincorsa e quindi ho dovuto saltare con due passi in meno, 16 invece che 18. Detto ciò, i salti non sono perfetti, non mi piaccio ancora nella fase aerea, ma ho corso meglio rispetto al debutto di sette giorni fa e i primi due tentativi a 5,80 non erano da buttare in prospettiva della prossima gara. Mettiamola così: il mio primato con la rincorsa da 16 passi era il 5,66 degli Europei a squadre di Bydgoszcz nella scorsa stagione, oggi ho fatto sette centimetri in più. Mi dispiace, invece, aver sprecato due salti a 5,73, non voglio mai perdere posizioni per colpa degli errori”. La stagione di Stecchi proseguirà con la partecipazione ai meeting di Karlsruhe (Germania) il 31 gennaio, Lodz (Polonia) il 5 febbraio, Berlino il 14 febbraio e probabilmente Clermont-Ferrand il 23 febbraio, prima dei Mondiali indoor di Nanchino (Cina, 13-15 marzo). Nota statistica: nelle fresche liste stagionali, il 5,80 di Renaud Lavillenie eguaglia la migliore prestazione mondiale 2020.

ALTO - Al debutto stagionale nel meeting di Hirson, in Francia, Marco Fassinotti (Aeronautica) non fa meglio di 2,10 nell’alto, al secondo tentativo, e sbaglia per tre volte la quota successiva di 2,14. 

naz.orl.

VIDEO | IL 5,73 DI CLAUDIO STECCHI A BORDEAUX

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 STECCHI CLAUDIO MICHEL