Sprint e ostacoli nel sabato indoor

23 Gennaio 2016

A Modena l'allieva Dosso si impone nei 60 con il crono di 7.40. Sui 60hs di Ancona, Pennella (8.20) supera Borsi (8.28). 


 

Un altro sprint vincente per Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera). La 16enne di origine ivoriana sfreccia in 7.40 nei 60 metri sul rettilineo di Modena, a soli tre centesimi dal record personale stabilito due settimane fa con 7.37 nello stesso impianto. Stavolta si lascia alle spalle Ilenia Draisci (Esercito), seconda in 7.48, mentre nella batteria il verdetto del cronometro era stato di 7.48 a 7.52, sempre in favore dell’allieva che è ancora in attesa di cittadinanza italiana. Al maschile, progressi dello junior Andrea Federici (Brixia Atl. 2014) con 6.84 davanti a Tommaso Lazzarini (La Fratellanza 1874 Modena), 6.87, e alla promessa Marco Gianantoni (Sef Virtus Emilsider Bologna), autore di un 6.84 nel turno di qualificazione. Sulla pedana del salto in alto, debutto stagionale a 2,15 per il sardo Eugenio Meloni (Carabinieri), bronzo europeo under 23. Nei 60 ostacoli Sara Balduchelli (Bracco Atletica) vince in 8.44, poi la junior Abigail Gyedu (Gs Valsugana Trentino) con 8.52 abbassa di un decimo il personal best e si installa in sesta posizione nelle liste italiane alltime under 20. [RISULTATI/Results]

ANCONA: PENNELLA SU BORSI NEI 60HS - La campionessa tricolore assoluta dei 60 ostacoli Giulia Pennella (Esercito) per due volte precede la primatista nazionale Veronica Borsi (Fiamme Gialle): in batteria 8.20 contro 8.28, mentre in finale al Palaindoor di Ancona entrambe non riescono a migliorarsi per chiudere rispettivamente in 8.27 e 8.30. Tra gli uomini, sui 3000 metri l’azzurrino Yassin Bouih (Fiamme Gialle) corre in un notevole personal best di 8:06.40, all’età di 19 anni e 2 mesi. Per il giovane reggiano, appena entrato nella categoria under 23 e finalista con l’ottavo posto nella scorsa stagione sui 1500 agli Europei juniores, era soltanto la seconda esperienza sulla distanza più lunga. Nei 60hs affermazione del marchigiano John Mark Nalocca (Carabinieri) con 8.05 e poi 8.21, a livello juniores 8.06 di Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), un centesimo meglio del primato personale realizzato un anno fa quando conquistò l’argento tricolore. Nel peso il discobolo Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) lancia 16,89. Disputate ben 25 serie dei 200 maschili con un totale di 124 atleti al via in questa gara: successo e PB del ventenne Alessandro Galati (E Servizi Atl. Futura Roma) con 21.85. [RISULTATI/Results]

FERMO: MALAVISI 4,30 NELL’ASTA - Vittoria per Sonia Malavisi nella nona edizione del Memorial Roberto Donzelli di salto con l’asta. A Fermo la portacolori della Fiamme Gialle supera la quota di 4,30 al primo tentativo, dopo un percorso netto anche alle precedenti misure (3,80-4,00-4,15), poi tre errori a 4,38. La 21enne romana arriva così a due centimetri dal record personale in sala di 4,32 ottenuto due anni fa a Dresda, in Germania, mentre il suo miglior risultato in carriera è 4,42 all’aperto. Per la seconda volta si aggiudica la gara di Fermo, già vinta da lei nel 2014.

Il podio femminile è completato da Elena Scarpellini (Acsi Italia Atletica), seconda con 3,80 e da Alessandra Lazzari (Atl. Libertas Arcs Cus Perugia) a 3,60. La manifestazione è organizzata dalla Sport Atletica Fermo insieme alla famiglia Donzelli, uniti dalla volontà di ricordare Roberto, astista prematuramente scomparso nel 1992, a cui è intitolato il palaindoor cittadino. [RISULTATI/Results]

ROMA, ALLIEVI DA TOP TEN - Giovani in evidenza nell’impianto romano di Casal del Marmo. Il pesista Andrea Proietti (Studentesca CaRiRi) lancia 17,90 al secondo ingresso in pedana ed entra fra i migliori dieci allievi di sempre in sala, per inserirsi al settimo posto della graduatoria, mentre ha un personale outdoor di 18,06. Nell’asta invece 4,60 alla terza prova del compagno di club Francesco Masci (Studentesca CaRiRi) che diventa nono alltime fra gli under 18. Poi tre nulli a 4,80 per il 17enne reatino, che all’aperto ha un miglior risultato di 4,75. [RISULTATI/Results]

USA: RAGONESI PB - Nuovo miglioramento di Gian Piero Ragonesi, che aggiunge un centimetro al suo recente personal best. Al Rod McCravy Memorial di Lexington, in Kentucky (Stati Uniti), il ventenne pesista ottiene la misura di 18,19 nel sesto e ultimo tentativo a disposizione, piazzandosi quinto nella gara vinta con 20,69 dal croato Filip Mihaljevic, campione europeo under 23 in carica. Studente universitario con la maglia degli Hurricanes Miami, nello scorso weekend Ragonesi ha superato per la prima volta il muro dei 18 metri con 18,18. La velocista Gloria Hooper (Forestale), che aveva inizialmente previsto di essere sui blocchi di partenza dei 60 metri a Daytona Beach in Florida, non ha gareggiato per scelta tecnica. [RISULTATI/Results]

SARONNO - Al PalaDozio di Saronno (VA), nei campionati regionali juniores e promesse “open”, un lieve malanno di stagione blocca l’annunciato Fabrizio Schembri (Carabinieri) che quindi preferisce non gareggiare nel triplo. Sui 60 ostacoli 8.14 di Carlo Giuseppe Redaelli (Atl. Riccardi Milano 1946), nell'asta 3,80 di Gloria Riva (Atl. Monza). [RISULTATI/Results]

FIRENZE - Nella struttura coperta dello stadio Ridolfi a Firenze, la junior Alessia Niotta (Atl. Sestese Femminile) vince la finale dei 60 metri in 7.87 davanti al 7.89 della promessa Mara Gorini (Atl. Firenze Marathon), che però aveva corso la batteria in 7.81. Al maschile, il miglior crono è del neoallievo Manu Orlando (Centro Atl. Piombino) con 7.14 nel turno eliminatorio. [RISULTATI/Results]

Luca Cassai

(hanno collaborato Carlo Carotenuto, Alberto Milardi, Simone Proietti, Cesare Rizzi, Giorgio Rizzoli)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Giulia Pennella (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: