Spostamento ritti nel Salto con l'Asta

Spostamento dei ritti nel Salto con l’Asta

E’ sorto il dubbio se, nel corso della gara di Salto con l’Asta, dopo che i ritti sono stati sistemati conformemente alla richiesta iniziale dell’atleta od alla sua variazione appena comunicata, una volta che l’atleta è stato chiamato in pedana per eseguire la sua prova, è possibile procedere ad un nuovo spostamento dei ritti su ulteriore richiesta dell’atleta?

La Reg. 183.1 non chiarisce completamente tale aspetto.

Risposta
Una volta che l’atleta è stato chiamato in pedana ed è iniziato il tempo limite per la prova, eventuali ulteriori sue richieste di spostamento dei ritti dovranno essere sempre assecondate, facendo presente però che il tempo per l’esecuzione della prova continuerà comunque a scorrere.

La Reg. 183.1 prevede che la comunicazione sul posizionamento dei ritti deve essere fatta all’inizio della gara e successivi cambiamenti dovrebbero essere comunicati prima che i ritti vengano sistemati per la sua prova. Se questo non avviene si darà il via al tempo e questo non può più essere interrotto, fermo restando la possibilità di ulteriori spostamenti.

Se i ritti non saranno riposizionati in tempo utile o, per tale operazione, l’asticella dovesse essere ricollocata sui supporti o l’atleta stesso non riuscisse ad iniziare la sua prova prima dello scadere del tempo, ciò non potrà essere causa di reclamo.

Copyright © by GGG Fidal All Right Reserved.



Condividi con
Seguici su: